Utente 128XXX
Ho 44 anni e da circa 7 soffro di dolori nella zona sacro illiaca che ho gestito con antinfiammatori ginastica nuoto e massaggi. Da alcuni mesi però i dolori si sono aggravati al punto da non riuscire più a condurre una vita normale, anche assumendo forti dosaggi di farmaco, (Medrol 16 mg,compresse voltaren 100 oppure iniezioni Piroxicam Tiocolchisolide,bentelan abbinati a antidolorifici) non riesco più a fare nessun tipo di ginnastica e zoppico vistosamente, Ho consultato due neurochirurghi due osteopati e un ortopedico, ho eseguito lastre tac risonanze magnetiche anche sotto sforzo, esami del sangue che sono risultati sempre nella norma tranne la ferritina bassissima 0,05 ora mi sono rivolto a un reumatologo ed ho eseguito ricerca clamydia micoplasma prc ves autoanticorpi e fattore reumatoide tutti risultati nella norma, inoltre il test HLA con questi risultati A A01 A02 . B B08,B44 . C Cw05,Cw07, per me incomprensibili, ho eseguito anche una scintigrafia ossea total body con questo risultato: Radiofarmaco somministrato 99m Tc Hdp, L'esame scintigrafico ha evidenziato una intensa fissazione del tracciante a livello delle articolazioni sacro illiache e coxo femorali bilateralmente da riferire a processi flogistici,Incremento della captazione si apprezza a livello delle articolazioni scapolo omerali bilateralmente sterno clavicolari dei gomiti dei carpi delle ginocchia e dei taarsi da riferire a patologia osteorticolare di tipo benigna. Da qualche mese insieme alla forte sensazione di dolore tipo coltello piantato alla base della schiena, le articolazioni sono diventate rumorose, in pratica inarcando la schiena all'indietro avverto dei Clik e alzando la gamba sx o salendo le scale sento uno scatto udibile come uno "Stok" doloroso che si irradia dalle vertebre sacrali all'anca, anche le ginocchia scrocchiano rumorosamente ma per fortuna non mi fanno male. Mi sono rivolto al Reumatologo della Usl locale, ma considerati i tempi bibblici della sanità ho intenzione di consultare un altro medico privatamente. Nel frattempo, vorrei un vostro parere sul risultato degli esami soprattutto il significato del test hla e un consiglio su una buona struttura in zona Padova Mestre.

[#1] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
E' molto probabile si tratti di una spondiloartrite. Sul sito della Società Italiana di Reumatologia, www.reumatologia.it, troverà tutte le strutture accreditate nelle vicinanze. Cordiali saluti.

Mauro Granata
Mauro Granata

[#2] dopo  
Utente 128XXX

Grazie per la risposta dottore, Sto leggendo alcuni articoli e sinceramente adesso ho le idee ancora più confuse di quando non conoscevo il termine "spondiloartrite" una domanda sia gentile, Con un quadro clinico del genere quale dovrebbe essere il prossimo passo (oltre al fatto di andare dal reumatologo) in pratica quali esami dovrò presumibilmente eseguire per arrivare a determinare con precisione la patologia?
Grazie, e la saluto.

[#3] dopo  
Utente 128XXX

Buongiorno Professor Granata, ho seguito il suo consiglio e mi sono rivolto a un reumatologo di Padova che dopo una attenta valutazione mi ha prescritto una cura per la spondiloartrire indifferenziata. Da circa due mesi prendo la Salazopirina, 4 capsule da 500 mg. Non rilevo sostanziali miglioramenti, il dolore è continuo e non da tregua, lo scatto che avverto roteando o distendendo la gamba è aumentato e si irradia ancor piu sull'anca sx, volevo chiedere un informazione, lo schiocco articolare che avverto muovendo la gamba e correlato alla malattia reumatica o potrebbe trattarsi di un altra patologia, es anca a scatto, ho bisogno di un indirizzo su cosa fare; anticipatamente la ringrazio e saluto.

[#4] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Il farmaco che sta assumendo ha bisogno di un certo tempo per fare effetto. E' possibile altrimenti modificare la terapia utilizzando altri medicinali. Un problema periarticolare può coesistere con l'interessamento dell'articolazione vera e propria ma la valutazione deve essere fatta da uno specialista. Cordiali saluti. MG
Mauro Granata

[#5] dopo  
Utente 128XXX

La ringrazio per la tempestiva risposta professore, sono a letto con la schiena completamente bloccata, oggi pomeriggio eseguirò, su consiglio del mio medico di base una visita ortopedica presso uno specialista per una valutazione anche in tal senso, la terrò informata, in attesa che gli antinfiammatori e l'antidolorifico facciano effetto la saluto, S.C.