Utente 137XXX
Gent.mi medici
Trascrivo il referto integrale della RM DELLA COLONNA. " Noti diffusi segni artrosici in particolare nel tratto cervicale C5-C7 e nel tratto L1-L2, caratterizzati da becchi osteofitosici somatomarginali a disposizione posteriore, riduzione dei dischi intersomatici ed edema delle limitanti somatiche.
Sinostosi D8-D9.
Stabili le ernie discali L1-L2 ed L2-L3, così come le ulteriori protrusioni discali sia in sede cervicale che in sede lombare.
Regolare l’intensità di segnale del midollo e della cauda.
RM BACINO
Ridotto l’edema della spongiosa ossea in sede sacrale, in esiti di fratture in particolare a destra.
Stabili i restanti reperti.
Preciso che la RM è stata effettuata per alterazioni focali per sospette localizzazioni secondarie da K prostatico curato con radioterapia preceduta e seguita dall’assunzione di ormonoterapia ( quest’ultima mi ha procurato anche l’osteoporosi). Ciò premesso Vi chiedo gentilmente di volermi far conoscere il Vostro parere in merito e gli eventuali interventi. Grazie. Cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Luciano Lamarca

20% attività
0% attualità
0% socialità
SAN DONA' DI PIAVE (VE)
IESOLO (VE)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2010
Egregio Signore, nella sua descrizione non specifica l'intensità, la durata e la natura del dolore.
Inoltre fa riferimento alla esecuzione della RMN dopo RT, senza però indicare la sede del trattamento.
Ciò posto Le consiglierei, se non ancora eseguita, una scintigrafia ossea di controllo (presumo che ne abbia già eseguita una o più in passato).
Per la sintomatologia dolorosa, non potendo utilizzare cortisonici o FANS in terapia cronica, stante il quadro di osteoporosi, Le consiglio di rivolgersi al suo medico Curante (MMG) e si faccia prescrivere un oppiaceo:
in pazienti con il suo quadro clinico io personalmente prescrivo buprenorfina trasdermica oppure fentanile transdermico (cerotti che durano 3 giorni), farmaci ben tollerati a dosaggi adeguati, che consentono di abbinare per dolori improvvisi, acuti, nel suo caso spesso da movimento (in gergo detti dolori "incident") mini-dosi di buprenorfina ovvero di fentanile citrato (compresse s.l. o altri preparati).
Per l'osteoporosi, se già non sta assumendo una terapia specifica, consiglio l'utilizzo di bifosfonati adiuvati da
Calcio + Vitamina D3. Anche questi farmaci li potrà prescrivere il suo medico Curante overo l'oncologo che ha seguito la sua malattia.Qualora alla scintigrafia si evidenziassero ripetizioni, il bifosfonato di scelta sarebbe l'acido zoledronico, farmaco ospedaliero, prescritto solo dagli oncologi.
A disposizione per eventuali chiarimenti.
Cordiali saluti
dott. Lamarca
Dr. Luciano Lamarca