Utente 507XXX
Egregi dottori,

ho una storia clinica ventennale senza diagnosi certa e sono alla disperata ricerca di un qualche esito ma devo essere sintetica perche', per me la situazione e' complessa.
Gastrite acuta a 15 anni, depressione subito dopo con inizio alcoolismo e bulimia altalenanti fino alla nascita del mio terzo figlio: a questo punto tutto esplode ma finalmente a 46 anni dopo adeguate cure farmacologiche e psichiatriche sembra andare bene. Subito dopo cominciano grossi problemi gastrici con diagnosi di gastroparesi di grado severo, gastrite con metaplasia intestinale , campylobacter positivo (era il 1989 al S.orsola). Cure del caso e periodi altalenanti di relativo benessere sempre con disturbi gastrici. Negli ultimi anni sono subentrati insonnia, cefalea cronica, vertigini croniche con attacchi di emicrania con vertigini forti e vomito, dolori muscolari problemi all'intestino con stipsi ostinata gonfiore ecc. In questo momento e' tutto confermato al peggio. Nel mio peregrinare e' risultato che ho una ipogammaglobulinemia e iperinsulinemia, amilasi spesso alte ma non altissime. Esami della tiroide danno risultati normali tranne una diagnosi ecografica di Hashimoto con gozzo nodulare e linfoadenopatie di verosimile aspetto reattivo.

L'ultimo gastroenterologo mi ha dato da dosare vit. b 12 ed acido folico che sono
rispettivamente 281 ( 150-1000)
2,7 ( 2-19.7)
immunoglobuline IGG 484 ( 750-1600) IGM 85, (50-370)
ma non so se sono attendibilli perche' sto assumendo integratori sia di folico che di vit b 12.
amilasi 100 (20-100)
alfa-fetoproteina 21,1 (fino a 15)
alfa 2 13,2 (6,5-12)
gamma 8,5 (10,0-18,0)
Il colesterolo totale e hdl sono sempre stati molto alti e curati con statine.
Il resto delle analisi canoniche sono nella norma COMPRESI ANTICORPI ANTI TIROIDE E ANTICORPI VARI PER RICERCA DELLA MALATTIA CELIACA.
mi resta da fare la gastroscopia con biopsia al duodeno. Non riesco a mangiare piu' niente, l'intestino e' fermo e Le chiedo se questo quadro clinico, anche se sicuramente incompleto e confuso possa essere compatibile con malattie autoimmuni nonostante la negativita' dei test specifici Non ne posso veramente piu' e fino all'ultimo gastroenterologo nessuno e' mai andato oltre i sintomatici e a questo punto quasi mi auguro di avere una qualche malattia! Nell'attesa della gastroscopia vorrei un Suo parere. ( dimenticavo che ho 61 anni e nella gastro di un anno fa era confermata gastrite e metaplasia intestinale ed elycobacter che e' spesso ricorrente e che sono allergica ad acari e pelo di cane).
Ringraziando mi auguro una gentile risposta.

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015