Utente 235XXX
Buongiorno,
avvertivo un senso di pesantezza al ginocchio dx associato a leggero gonfiore e anche dopo diversi giorni Algix il problema persisteva con lieve dolore/fastidio nella parte posteriore e mediale del ginocchio.

Sotto consiglio del mio medico di base il 5 gennaio ho eseguito una tac e ne riporto di seguito il referto:
" Il comparto articolare femoro tibiale mediale è lievemente ridotto di ampiezza. Entrambe le fibrocartilagini meniscali presentano alterazioni di tipo degenerativo con calcificazioni, particolarmente evidenti i fenomeni di degenerazione calcifica del corno posteriore del menisco interno. Concomita imbibizione del recesso sinoviale perimeniscale e borsite del gastrocnemio semimembranoso. Tenui fenomeni di calcificazione si osservano inoltre in corrispondenza della cartilagine articolare femoro-rotulea; concomita un iniziale quadro artrosico. Minute calcificazioni si osservano lungo il decorso del crociato anteriore, in particolare all'inserzione. Il calibro del legamento crociato è normale e nel restante ambito la densità appare regolare. Nulla da segnalare ai collaterali ed al crociato posteriore. Lieve ispessimento delle pliche sinoviali con abbondante versamento per lo più disposto nel recesso sovrarotuleo. La rotula è centrala al grado di flessione esame."

Il 24 gennaio ho eseguito la visita ortopedica che ha evidenziato sostanzialmente una situazione iniziale di artrosi (il ginocchio si era sgonfiato quasi completamente e il senso di fastidio era più lieve rispetto all'inizio) e, sotto consiglio dell'ortopedico ho eseguito esame rx del ginocchio e ne riporto di seguito il referto:

"L'esame mostra diffusa osteoporosi con minimi segni di gonartrosi. Ampiezza della rima articolare essenzialmente conservata: iniziali calcificazioni meniscali."

In seguito a qs esame l'ortopedico ha ipotizzato un quadro di "pseudogotta" prescrivendomi una cura di 15 gg. di antinfiammatorio-cortisonico + protettore per lo stomaco.

Volevo gentilmente sapere qualcosa in più su questa pseudogotta, se può essere d'aiuto seguire un'alimentazione particolare e se, durante la fase acuta (nel caso dovesse ripresentarsi) in aggiunta al trattamento farmacologico, le applicazioni di ghiaccio possono aiutare.

Ringrazio in anticipo per l'attenzione.

[#1] dopo  
Dr. Luca Floris

20% attività
0% attualità
0% socialità
()

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
salve un'alimentazione particolare penso che non sarebbe granchè di aiuto e tantomeno una terapia farmacologica se non per riddure i sintomi, sulla bse di quanto da lei descritto.
sarebbe comunque necessario effettuare una visita ambulatoriale ed un esame clinico del suo ginocchio per valutare il quadro piu' accuratamente.

Cordialmente , Dott Floris Luca
Dr. Luca  Floris