Utente 239XXX
Buongiorno,
ho 43 anni, maschio.
Scrivo per avere un consulto circa il mio problema che mi disturba da un po’ di tempo e che mi costringe ad avere una vita sociale piuttosto complicata.
Premetto che sono un tipo molto ansioso.
Comunque, in stazione in procinto di prendere il terno, all’ improvviso ho iniziato ad accusare una forte sensazione di freddo con brividi.
Non ho dato molta importanza al caso visto che era mattina presto e che faceva molto freddo Tempo 10 minuti e la situazione è precipitata, brividi, freddo, sensazione di mancanza d’ aria e svenimento, dolore al pettorale sinistro, formicolii alle dita della mano sx., sudorazione accentuata,vampate di calore.
Mi hanno portato PS ove mi hanno fatto tutti gli accertamenti dovuti, elettrocardiogramma, RX torace, pic al dito per il diabete, saturazione dell’ ossigeno, analisi del sangue con gli enzimi.
Il tutto è risultato, fortunatamente negativo.
Premetto che ho un’ ernia alla cervicale che sto curando con la fisioterapia e ginnastica posturale.
Ho effettuato anche esami PESS/PEM/ELETTROMIOGRAFIA per gli arti inferiori e superiori, con risultai nella norma.
Ultimamente ho la pressione un po’ altina, soprattutto la minima, ho effettuato un’ Eco color doppler alle vene giugulari/carotide, visita cardiologica con elettrocardiogramma ove tutto è risultato nella norma)
Dopo 20 giorni circa, ecco nuovamente ripresentarsi il problema.
Nuovamente al PS ove mi hanno rifatto tutti i controlli, inoltre mi hanno effettuato 2 prelievi del sangue a distanza di 6 ore l’ uno dall’ altro per verificare gli enzimi e visita cardiologica.
Anche questa volta tutto negativo.
Il giorno dopo sono andato dal medico e vista la situazione ha ipotizzato che ciò possa imputarsi ad attacchi di panico (parere espresso anche dal cardiologo).
Mi prescrive un farmaco : LYRICA da 25mg. ma senza risultato alcuno
Allora sono passato allo Xanax con risultati un pochino migliorativi.
Alcune volte prima di prendere sonno mi compare un sintomo alquanto strano, è come se avessi la sensazione di qualcosa che mi opprime (tipo quando si è arrabbiati e non è possibile sfogarsi) con una specie di crampo al braccio sx ed alla gamba sx (raramente bilaterale), dico una specie di crampo perché effettivamente non è proprio lo stesso dolore
Sai il cardiologo che Il medico mi ha consigliato di rivolgermi ad uno specialista in psichiatria.
Rimanendo in attesa di una Sua risposta la saluto cordialmente.
Ma a questo punto, visto che alcuni dei miei sintomi sono : ansia, depressione, formicolii alle mani, attacchi di panico, crampi notturni, cefalea ed emicrania, sensazioni dolorifiche tipo calore sulla pelle e punture di spillo, difficoltà nell’ equilibrio / vertigini, non potrebbe ipotizzarsi una FIBROMIALGIA !?
Cordialmente.

[#1] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Non si tratta di fibromialgia, legga https://www.medicitalia.it/minforma/reumatologia/647-fibromialgia-dolore-diffuso-corpo.html. Il farmaco non ha fatto effetto? Da quanto tempo lo prende? Ne parli con lo specialista che La segue, vedrà gli attacchi di panico (si tratta probabilmente di questo) si possono trattare.
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#2] dopo  
Utente 239XXX

Buongiorno Dottore,
grazie per la Sua risposta.
Lo Xanax lo assumo da circa 5 mesi, alcune volte fa effetto altre molto poco.
Seguirò il Suo consiglio e mi consulterò con il mio medico.
Grazie e buona giornata.

[#3] dopo  
Dr. Ambrogio Lazzari

20% attività
4% attualità
0% socialità
SAN CASSIANO (LE)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2012
concordo con il Collega
i suoi disturbi non sono riconducibili alla fibromialgia
Dr. Ambrogio Lazzari