Utente 305XXX
Buon giorno, chiedo scusa, non so se la sezione è giusta ma ho un problema.
Sono un ragazzo di 31 anni, da circa 6 mesi ho dolori a entrambe le anche, cosce, schiena, il dolore è più accentuato nella parte sx. Il problema è sorto circa 3 o 4 settimane dopo la comparsa di un ernia inguinale sx. Inizialmente ho dato la colpa dei dolori agli slip contenitivi che portavo così ho deciso di toglierli, ma il problema non si è risolto.
A questo punto sono andato prima dal mio medico di base il quale mi ha prescritto una lastra alle anche da cui non è risultato niente. A questo punto sono andato a visita da un reumatologo, visto che mia madre soffre di artrite psoriasica, il quale per sicurezza mi ha fatto fare una risonanza magnetica al bacino, più una serie di anallisi del sangue (reumatest, valer rose, ves, ecc) da cui però non è uscito assolutamente niente. Circa un anno fa, per un altro problema, avevo fatto una risonanza magnetica lombosacrale che non segnalava nulla di rilevante.
A questo punto mi ha dato da fare prima delle punture (di cui non ricordo il nome, un pò più forti di voltaren e muscoril) e poi mi ha fatto prendere degli antiinfiammatori per bocca.
Il problema non si è risolto, ho pensato che potesse dipendere dallo stress lavorativo facendo turni molto pesanti, così ho aspettato un po' che passasse da solo ma il dolore rimane stabile al suo posto.
A questo punto chiedo, che cosa si può fare? Da cosa può dipendere il dolore?
Io non sono stato ancora operato all'ernia (sono quasi 6 mesi che sono il lista), ho notato che se mi sdraio sul letto il dolore piano piano scompare e riappare piano piano quando mi alzo. La mia paura più grande è che possa essere qualcosa di grave, tipo sclerosi o tumori.
In attesa di una risposta, vi auguro buona giornata

[#1] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
La constatazione che il dolore tende a regredire in clinostatismo e a riacutizzarsi in ortostatismo potrebbe far pensare che la lesione erniaria possa giocare un ruolo nel causare la sintomatologia che riferisce. D'altronde la consulenza reumatologica le successive indagini hanno permesso di escludere la natura osteoarticolare del dolore. Il mio consiglio è quindi quello di tornare dal suo chirurgo di riferimento per un consulto e per sollecitare l'intervento. Cari saluti.
Mauro Granata

[#2] dopo  
Utente 305XXX

Grazie dottore, lunedì farò una nuova RM lombo sacrale.
In ogni caso il dolore paradossalmente è forte quando sono seduto, se sono in piedi è più che altro un leggero fastidio ed è praticamente assente quando mi sdraio, sono anche andato in bicicletta in questi giorni dopo molti anni che non salivo in sella ad una bici e non ho avuto alcun dolore, non ho perso neanche forza sulle gambe...
La mia paura è che possa essere qualcosa di brutto...