Utente 405XXX
Buonasera professori,sono un ragazzo di quasi 20 anni a cui è stata diagnosticata una fibromialgia con 14 tender points(forse a causa di un esame di maturità troppo stressante) che riesco a contenere abbastanza bene grazie anche all'aiuto del nuoto(o almeno credo),ma vengo al punto: circa 2 mesi fa incomincia ad avvertire dolori alla mandibola che "scriocchiava" mentre aprivo la bocca(non sempre però) cosa che da un certo punto di vista mi sollevava perche almeno riuscivo ad allargare la mandibola che sentivo stretta;non diedi particolare rilevanza a questi doloretti intermittenti alla mandibola(che coinvolgevano anche l'orecchio sinistro) anche perche scomparvero in 2 o 3 giorni.Ora però avverto nuovamente gli stessi problemi accompagnati da un collo perennemente teso che cerco di muovere in tutti i modi sperando nel tanto atteso click che mi permetta di scioglierlo.Fra circa due mesi avrò la mia seconda visita reumatologica ma nel frattempo mi chiedo:se fossero sintomi dovuti alla fibromialgia(come credo) ho bisogno di una visita anche da uno gnatologo (che mi prescriva magari un bite) o essendo dovuti alla fibromialgia li devo sopportare con pazienza?(come altri dolori in tutto il corpo tra l'altro)

[#1] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Anche se "la pazienza è la virtù dei forti" non sempre questo modo di dire risulta indicato, specie se si applica ad un disturbo che può essere affrontato. Uno degli aspetti principali della fibromialgia è rappresentato dalla caratteristica amplificazione che l'individuo affetto fa delle sensazioni che in altri soggetti passerebbero inosservate. Questo però non vuol dire che si non debba fare tutto il necessario per abolire, o almeno ridurre, questi "trigger" sintomatologici. Penso quindi che una visita specialistica gnatologica potrebbe essere un utile integrazione a quanto già fatto. Cordiali saluti.
Mauro Granata

[#2] dopo  
Utente 405XXX

La ringrazio vivamente professore per la sua tempestiva risposta;un ultimissima curiosità: il fatto che da quando ho questa mialgia le articolazioni "scrocchino" molto di più rispetto al passato è sintomo di "tensione" o cosa?

[#3] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
E' probabile ;)
Mauro Granata

[#4] dopo  
Utente 405XXX

Grazie :)

[#5] dopo  
Utente 405XXX

Salve e mi scusi se la importuno di nuovo: a seguito di 3 ematomi a "strisce" nella mia gamba il mio medico di famiglia mi ha fatto fare l' esame del sangue del cortisolo che risulta leggermente alterato,le ghiandole surrenali pero sono ok; io che sono molto curioso ho letto che il cortisolo alto è indotto da sintomi piu o meno uguali a quelli della fibromialgia quindi volevo chiederle se questi due "problemi" sono in qualche modo collegabili(secondo il mio dottore di famiglia no ma non so se fidarmi o meno sinceramente :))

[#6] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Dipende dall'alterazione. Valuti con il suo medico di famiglia se sottoporre il problema ad un endocrinologo. Cari saluti.
Mauro Granata

[#7] dopo  
Utente 405XXX

Salve di nuovo professore,le volevo chiedere un piccolo consiglio: quando andai dal reumatologo per la prima visita mi disse di stare attento a "lasciarmi trascinare troppo dalle emozioni" come euforia o stress brutte o belle che siano perche i muscoli si sarebbero subito resi doloranti,purtroppo ieri ero allo stadio e mi sono un po lasciato andare,allorche mi son svegliato con un dolore un po piu forte del solito a collo e testa(o forse meglio dire nuca)la tipica cefalea tensiva insomma...,le vorrei chiedere se sia meglio aspettare che passi da se oppure prendere un difmetre o un muscoril...

[#8] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Aspetta ad assumere farmaci, magari un bagno caldo può essere sufficiente ad allentare la contrattura. Cordialità.
Mauro Granata

[#9] dopo  
Utente 405XXX

la ringrazio,perche gia oggi sto molto meglio senza aver assunto nulla

[#10] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
;))
Mauro Granata

[#11] dopo  
Utente 405XXX

Professore Buongiorno,verso la fine di maggio avrò il mio secondo incontro con il mio reumatologo e mi stavo preparando le varie domande ecc ecc.... dando un occhiata nella rete stavo notando che per diagnosticare la fibromialgia servirebbe fare 3/4 analisi del sangue(di cui adesso non ricordo neanche il nome) ,io andando a riguardare i vari accertamenti fatti ho notato che ho fatto solo una certa "cpk" che andava bene,volevo chiederle se a prescindere dalla sua visita molto accurata ci sia qualche altro esame/analisi da fare per "scrupolo".La ringrazio intanto per la sua infinita cordialità

[#12] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
La diagnosi di sindrome fibromialgica è clinica e tutti gli esami risultano nella norma. L'eventuale prescrizione di esami particolari dipende dalla sintomatologia del singolo paziente e dagli eventuali dubbi a riguardo del medico. Saluti cari.
Mauro Granata

[#13] dopo  
Utente 405XXX

La ringrazio

[#14] dopo  
Utente 405XXX

Salve professore,le volevo chiedere un piccolo consiglio: da un anno a questa parte sopporto abbastanza bene quasi tutti i dolori della fibromialgia soprattutto quelli dal bacino in giu(forse avendo giocato a pallone e aver presi parecchi calci sono abituato);quelli che mi danno particolare "rabbia" sono le tensioni del collo e delle spalle che a volte coinvolgono anche la testa;premesso che sto cercando di controllare sempre le mie emozioni belle o brutte che siano che mi han detto essere fondamentali per prevenire questi dolori,c'è qualcosa che potrebbe combatterli: glielo chiedo perche leggo di termo cuscini per agopressione o termofori,quale puo aiutare di piu? E per finire corsa e nuoto potrebbero avere effetti benefici su questi specifici dolori o sono ininfluenti(o addirittura peggiorano)? Grazie

[#15] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Gli sport che prevedono accelerazioni improvvise e contatti di diversa natura tendono a peggiorare la sintomatologia. Il nuoto può contribuire ad una azione decontratturante e di linfodrenaggio. Saluti dalla splendida città di Siracusa...
Mauro Granata

[#16] dopo  
Utente 405XXX

La ringrazio e beato lei professore :)

[#17] dopo  
Utente 405XXX

Salve professore,mi duole ri-disturbarla una seconda volta nel giro di poche settimane ma ho un nuovo piccolo ma fastidioso sintomo che non so se sia da aggiungere a quella che io chiamo la saga della fibromialgia: l'altro giorno ho fatto un movimento un po brusco della testa dal basso(dove ero rivolto) all'alto a seguito di un rumore improvviso in casa; da quel momento in poi ho cominciato ad avvertire un dolore all'altezza del gozzo e della gola,accompagnato da una sorta di "scatto" nella stessa posizione quando volgeva la testa verso destra o sinistra... dall'alto della mia ignoranza credendo che questo scatto fosse un qualcosa riferito alla tiroide(dato che mia madre ho avuto un nodulo) mi sono recato dal mio medico di famiglia che pero mi ha rassicurato dicendo che non notava niente di anormale,ipotizzando una sorta di micro trauma alla cartillagine a seguito del brusco movimento;durante questi giorni visitando il sito dell'associazione fibromialgia ho per "per sbaglio" letto che questo dolore può essere uno dei millioni dei sintomi della fibromialgia.Dato che tempo fa avvertivo dolori alle ascelle,poi scomparsi da soli (anche questi sintomi della fibromialgia,secondo il sito) potrebbero essere sintomi davvero della fibromialgia(e quindi posso "tranquillizzarmi") oppure lei non crede? Posso stare tranquillo secondo lei? La ringrazio e mi scuso per la lunghezza del testo

[#18] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Il contesto virtuale ha i suoi limiti. I sintomi possono essere tanti e altrettante le patologie da escludere. E' necessario rivolgersi ad un medico che di volta in volta possa procedere con una visita vera e propria.
Mauro Granata

[#19] dopo  
Utente 405XXX

Intende medico di famiglia? Glielo chiedo perche secondo lui non c'è nulla

[#20] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Il medico di medicina generale è un ottimo interlocutore. Saluti cari
Mauro Granata

[#21] dopo  
Utente 405XXX

La ringrazio, mi sono tranquillizzato.. sa, da quando ho questa fibromialgia sono diventato un po ipocondriaco.. hahaha :)

[#22] dopo  
Utente 405XXX

Professoree buonasera è da tempo che non la importuno :) spero stia bene :); con la mia fibromialgia niente di nuovo nel senso che alterno sempre momenti buoni a momenti meno buoni. Le volevo chiedere però una cosa: leggendo una rivista in un negozio ho letto un articolo sulla fibromialgia, e anche se ultimamente sono restio a leggere per non abbattermi e non pensarci,purtroppo la tentazione ha vinto e ho letto: per la precisione il mio dubbio è sorto su un aspetto: i sintomi della fibromialgia e quindi anche alcuni dei miei(per esempio insonnia,leggeri tromolii delle mani,eccessiva sensibilità al freddo,leggerissimi cali di memoria ecc ecc) sono gli stessi sintomi di malattie come ipertiroidismo e ipotiroidismo.Premesso che apparte il dolore quasi fisso alla cervicale,tutti gli altri sintomi sono molto ma molto intermittenti e che non noto nulla al gozzo(ne io ma neanche il mio medico di famiglia) e al collo,possono esserci nessi causa-effetto?Dovrei fare utopia qualche accertamento?

[#23] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Gli esami di funzionalità tiroidea rientrano tra quelli di primo livello nella diagnostica differenziale di questo tipo di malattie. La loro valutazione è quindi prioritaria.
Mauro Granata

[#24] dopo  
Utente 405XXX

aja,quindi se interpreto bene bisogna fare degli esami specifici? ho sentito parlare di tsh,è quello? lo può prescrivere anche un "semplice" medico di famiglia?

[#25] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Certo che sì! ;)
Mauro Granata

[#26] dopo  
Utente 405XXX

La ringrazio per la sua cortesia :)

[#27] dopo  
Utente 405XXX

Perfetto professore ho prenotato i 3 esami piu "famosi" per la tiroide,nel 2012 avevo fatto la tsh però la fibromialgia mi è venuta nel 2015 quindi anche il mio medico ha preferito ri-effettuarla. Purtroppo le devo chiedere un altro consiglio,sono 4/5 giorni di fila che mi sveglio alle 3 o alle 4 di notte facendo una fatica cane a ri-addormentarsi,anche adesso le sto scrivendo alle 4 di notte e la cosa che mi sa strana è che ci sono periodi in cui questo problrma .i affligge di seguito come ora e periodi anche molto lunghi nel quale dormo mi sembra senza tanti problemi,eppure le mie abitudini sono sempre le stesse,cammino davvero tanto,il lusso massimo che posso concedermi è un paio di bicchieri di cocoa cola al giorno,so ormai che si tratta del solito problema che ho,volevo chiederle se per esperienza ha mai visto cose del genere e se dovrei arrendermi e farmi prescrivere qualcosa secondo il suo parere...

[#28] dopo  
Utente 405XXX

Anche se sarebbe un peccato perche in un mese dormo bene 23/24 giorni di fila e 4/5 male senza apparente motivo,e non so se c entri qualcosa ma guardacaso succede sempre quando finisco un libro da leggere e lo leggo un altro e per quei 4/5 giorni non leggo nulla.. possibile che un semplice libro mi salva dal non dormire??

[#29] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
La lettura di un libro è uno dei migliori espedienti per favorire il sonno notturno. La trama del testo aiuta a defocalizzare l'attenzione dal corpo e dalle vicende quotidiane occorse. ;)
Mauro Granata

[#30] dopo  
Utente 405XXX

Vede,io credevo fosae una psicosi hahaha, si vede che quei 2/3 giorni che non l ho letto il mio cervello si è abituato e queste due ultime notti che l ho letto si vede che deve scaldare il motore :); spero che da stanotte cambi qualcosa anche perché sto a 5 notti di fila,di solita questa striscia "bellissima" si interrompe sempre; la ringrazio,spero di non importunarla più per i prossimi mesi come tempo fa :)

[#31] dopo  
Utente 405XXX

Salve professore le volevo dire che ho fatto gli esami e son risultati nella norma :),non hanno attinenza con la fibromialgia; con l'occasione le faccio gli auguri di buone feste :)

[#32] dopo  
Utente 405XXX

Salve professore come sta? le vorrei dire una cosa: quando ero molto piccolo avevo la tendenza a camminare in punta di piedi,per questo una neurologa mi chiese di fare un elettroencefalogramma per scongiiurare da quanto ho capito lievi "spasticità"(forse il termine è troppo forte);il risultato fu un focolaio irritativo fronte parieto occipitale; a seguito di ciò andai da due neurologi nella mia città molto famosi per la loro bravura che mi chiesero se avessi mai avuto epillessia o avessi visto lampi o cose varie. Non ho mai avuto episodi di epillessia,non ho mai visto lampi e cose varie e anche la risonanza magnetica cervicale e encefalica era perfetta,allorchè mi dissero giustamente di tranquillizzarmi perche quello che non andava nell'elettroencefalogramma era riconducibile solo esclusivamente alla mia tendenza di camminare in punta di piedi(tutt'ora non ho mai avuto epillessia o simili e mi sento un miracolato,ora cammino bene avendo fatto parecchia terapia);ora che però ho la fibromialgia mi è venuto in mente che i neurologi mi chiesero anche se dormivo bene; io ho sempre dormito bene;solo da quando ho la fibromialgia dormo(a volte,non sempre) male.Secondo lei l'"avvento" della fibromialgia puo essere riconducibile a questo problema di elettroencefalogramma che ho dalla nascita? secondo il mio reumatologo non c'entra nulla... premesso che forse solo dio lo sa lei che ne pensa? Non so se chiedere a un reumatologo o a un neurrologo..La ringrazio

[#33] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Ciao. Se non hai eseguito controlli recenti EEG e/o neurologici penso sarebbe il caso di procedere con un controllo. Tienimi informato.
Mauro Granata

[#34] dopo  
Utente 405XXX

Si si quando ho iniziato ad aavere i primi sintomi sono stato dal neurologo e dal suo punto di vista andava tutto bene,mi ha fatto anche ripetere la risonanza magnetica e andava bene,l'elettroencefalogramma non me lo ha fatto ripetere perche ha detto che sarebbe stato sempre lo stesso e non sarebbe cambiato nulla

[#35] dopo  
Utente 405XXX

Da quanto ho capito dal suo punto di vista strettamente neurologico il fatto che la risonanza magnetica andava bene era un motivo di grandissimo sollievo e queste "cellule" andando avanti con l'eta sarebbero diventate insignificanti,secondo lui i problemi che avevo e che adesso continuo ad avere(non si parlava ancora di fibromialgia) non potevano essere riconducibili all'elettroencefalogramma perche altrimenti ce li avrei dovuti avere dalla nascita e non all'improvviso.. però magari per quanto riguarda il punto di vista strettamente legato all'isonnia posso magari consultarlo per eventuali farmaci e/o controlli sul sonno ( in caso il problema del sonno diventasse piu serio e ripetuto)

[#36] dopo  
Utente 405XXX

Professore buonasera,ho deciso di vedere un attimo come evolve questa situazione del sonno per vedere se effettivamente c'è un peggioramento progressivo rispetto alle passate volte in cui dormivo abbastanza bene; in caso riscontrassi esiti negativi mi rivolgo al neurologo o al reumatologo per eventuali farmaci e/o trattamenti? Non so se questa benedetta malattia riguarda anche la neurologia... in poche parole se la conoscono bene... ahhahah :)

[#37] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
L'importante sarà rivolgersi ad un Centro con esperienza nel trattamento di tale patologia. Cordialità.
Mauro Granata

[#38] dopo  
Utente 405XXX

Quindi mi par di capire che un semplice professionista neurologo non basta? Il mancato sonno dovuto alla fibromialgia è diverso da altri casi classici di insonnia?

[#39] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Si ma deve avere esperienza nel trattamento della Fibromialgia
Mauro Granata

[#40] dopo  
Utente 405XXX

Eh lo spero vivamente,nella mia città il nostro neurologo si dice sia molto famoso e l'ho visto anche in tante trasmissioni televisive,sicuramente ha esperienza,spero sia anche esperto in fibromialgia,non vorrei farle una captatio benevolentiae ma qui di esperti in fibromialgia non ne vedo molti apparte lei hahah,vabbè non mi fascio la testa prima di romperla,sicuramente avrà avuto a che fare con questa patologia perche zitta zitta mi sembra abbastanza presente...

[#41] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Vedrai che andrà tutto per il meglio
Mauro Granata

[#42] dopo  
Utente 405XXX

La ringrazio professore che almeno mi incita hahaha pian piano sto capendo come atteggiarsi almeno psicologicamente di fronte a tale malattia :)

[#43] dopo  
Utente 405XXX

Professore salva mi duole contattarla di nuovo ma qui ormai c'è una novità al giorno...fra un po di tempo dovevo avere il "controllo di routine" dal mio reumatologo che se non ricordo male diceva che magari rivedersi ogni 6 mesi non faceva male,tutt'altro per aggiornare sintomi tender points ecc ecc,ora scopro che il mio reumatologo per motivi di salute/età non puo piu esercitare quindi magari pensavo di fare un controllo da lei perche nella mia città mi pare di capire che grandi esperti in reumatologia e nella fibromialgia tanto piu non ci siano... lei ritiene utile aggiornare con 2 visite all'anno la situazione? Magari poteva essereun occasione per parlargli dal nascere della malattia... e se utile lei dove riceve? Grazie

[#44] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Per la visita puoi trovare i recapiti dove prenotare sulla mia pagina di Medicitalia. Cari saluti.
Mauro Granata

[#45] dopo  
Utente 405XXX

Ah la ringrazio professore se può essere utile sarei "felice" di avere magari un parere o una visita in più;ero più felice quando proprio non sapevo cosa fosse la fibromialgia però vabbè,lassù hanno avuto questa bellissima idea e mi tocca stare zitto hahahah; avrei una domanda da studente piu che da paziente: su internet gira un opuscolo confermato anche da alcuni professori intitolato "i cento sintomi della fibromialgia",magari non avrò 100 sintomi ma una trentina si anche meno famosi tipo pelle molto piu sensibile da quando ho questa patologia ecc ecc,ma la mia curiosità è questa: si conosce il motivo di questa infinità di sintomi? da cosa dipende una cosa del genere,credo sia un record... che poi è anche il motivo per cui tanti da fuori ci considerano dei pazzi psicolabili per quello che mi possa importare...