Utente 265XXX
Buongiorno a tutti, ho 35 anni e da sempre pratico attività sportiva a livello non agonistico. Nell'ultimo anno pratico karate. Da oltre 6 mesi si è presentato un problema articolare apparentemente non riconducibile a traumi di cui mia sia accorto. In sostanza la mia gamba sinistra ha perso mobilità rispetto alla destra per quanto concerne l'articolazione dell'anca. Se prima riuscivo ad accavallare la gamba in maniera orizzontale e parallela al terreno (cosa che faccio con la destra) ora non ci riesco più e la gamba arriva massimo ad una inclinazione di 45 gradi rispetto al terreno. Se prima riuscivo a toccarmi la fronte con l'alluce (perdonate l'esempio forse stupido) ora non ci riesco più (cosa che invece riesco tuttora a fare con la destra). Inoltre se provo a forzare l'apertura verso l'esterno o la chiusura verso l'interno dell'anca devo fermarmi per il dolore che avverto.
In tutti i casi descritti il dolore si manifesta all'inguine e sembra irradiarsi anche alla coscia.....ho come la sensazione di avere un "chiodo" all'anca che blocca il movimento.
E' possibile che a 35 soffra già di artrosi? In alternativa di cosa potrebbe trattarsi e quali esami dovrei fare per accertare la causa del problema? E' infine possibile che si tratti di un qualche processo infiammatorio dovuto alla nuova attività fisica (karate appunto) che sollecita molto le anche?
Premetto che il problema non è diminuito anche dopo uno stop dall'attività fisica di circa 3 mesi.
Grazie mille

[#1] dopo  
Dr. Michele Volpi

24% attività
0% attualità
12% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2016
Salve procederei con una rx bacino e anche per poi valutare la situazione da parte o del medico di base o dei colleghi ortopedici.
Cordiali Saluti
A disposizione
Dr. michele volpi
dottvolpimichele@gmail.com

[#2] dopo  
Utente 265XXX

grazie mille! Proprio ieri su consiglio del medico di base mi sono recato da un fisioterapista che mi ha consigliato di fare prima rx ed ecografia per poi valutare la terapia. Secondo lui vista l'età è improbabile si tratti di artrosi ma comunque lo insospettisce la sostanziale riduzione di mobilità che si accompagna al dolore, ragion per cui vuole prima vedere rx ed eco per escludere problemi artrosici o malformazioni genetiche dell'anca.

[#3] dopo  
Utente 265XXX

Buonasera, ho ritirato oggi il referto della radiografia all'anca sinistra. L'esito è il seguente: MODICA OVALIZZAZIONE DELLE EPIFISI FEMORALE SCLEROSI SUBCONDRALE DEL TETTO DEL COTILE. RIMA ARTICOLARE CONSERVATA.

Cosa significa in sostanza? Mi devo preoccupare?

Grazie

[#4] dopo  
Dr. Michele Volpi

24% attività
0% attualità
12% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2016
Salve
niente di preoccupante si tranquillizzi.
Cordialmente
Dr. michele volpi
dottvolpimichele@gmail.com

[#5] dopo  
Utente 265XXX

Buongiorno e grazie per la rassicurazione,

devo quindi presumere che non ci sono forme artrosiche in atto? E' consigliabile a questo punto, per trovare la causa del mio problema e la migliore terapia, eseguire una ecografia per esaminare i tessuti molli della zona interessata?

[#6] dopo  
Dr. Michele Volpi

24% attività
0% attualità
12% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2016
Salve
può farla ma non la reputo necessaria.
Cordialmente
Dr. michele volpi
dottvolpimichele@gmail.com

[#7] dopo  
Utente 265XXX

Grazie,

Quindi in definitiva cosa mi consiglierebbe per far sparire il dolore e soprattutto per ripristinare la completa mobilità dell'anca?

[#8] dopo  
Dr. Michele Volpi

24% attività
0% attualità
12% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2016
Salve
leggero esercizio fisico e blandi antidolorifici da banco.
Cordialmente
Dr. michele volpi
dottvolpimichele@gmail.com