Utente 436XXX
Egregio signori,

Chiedo gentilmente un vostro parere per una situazione che mi sta rovinando la vita.

Dopo un anno di insonnia cronica verificata anche con polisonnografia (esito: sonno totale 2,5 ore con efficienza del 37%, situazione quotidiana e farmaco resistente), piano piano ho ricominciato a dormire ma in compenso ho da mesi dolori lancinanti in tutto il corpo e una stanchezza cronica che mi impedisce di fare qualsiasi cosa, dolore articolazioni e gonfiore delle stesse.
Ho ripetuto gli esami del sangue e risulta che gli ANA siano positivi e il glucosio alto.

Lunedì ho appuntamento con un reumatologo ma nel frattempo mi capita una strana cosa. In totale assenza di traumi o sforzi particolari, domenica cresce sempre di più un dolore sottoscapolare a sinistra fino a diventare talmente lancinante che mi viene da svenire e con una nausea incontrollabile. Questo dolore non sparisce con gli antinfiammatori ma regredisce lentamente fino a diventare sopportabile dopo diverse ore. La notte successiva non chiudo occhio per una cefalea anch'essa farmaco-resistente localizzata sul naso, orbita e zigomo destro nonché lato destro della testa accompagnata da tachicardia. Fino al mattino non c'è verso di farla passare e una volta cessato il dolore si trasforma in nausea, giramenti di testa e impossibilità a uscire di casa. Preciso che non sono mai stata ansiosa.

Ieri sera vado normalmente a coricarmi, mi sveglio perché si è riattivato il dolore sottoscapolare di domenica in modo ancora più aggressivo e sempre senza rispondere ai farmaci. Non c'è movimento che possa fare o posizioni sopportabili.

Secondo il medico: strappo muscolare e fibromialgia. Ma di grazia, se non ho avuto traumi nè sforzi nè niente, mi sono strappata stando ferma e ho percepito il dolore piano piano? Poi gradualmente passa, e mi ristrappo dopo 3 giorni dormendo? Fra l'altro io non ho alcun dolore durante la contrazione muscolare, anzi.

Per favore una vostra opinione mi aiuterebbe molto.

Grazie

[#1] dopo  
Dr. Antonio Corica

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
12% attualità
12% socialità
MESSINA (ME)
VIMODRONE (MI)
BARCELLONA POZZO DI GOTTO (ME)
PIEDIMONTE ETNEO (CT)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Solo gli ana positivi e nulla altro? Un po strano a dire il vero. Farei un lungo controllo con esami specifici immuno-reumatologici e poi valuterei un pò la situazione.
dott. ANTONIO CORICA