Utente 518XXX
Buongiorno, da un paio di mesi avverto un dolore variabile all'osso del bacino sx proprio in alto che peggiora se sto seduta in macchina e a volte troppo in posizione eretta, certe volte sento fastidio anche nella parte bassa della schiena e a metà colonna vertebrale sulla sx maggiormente se premo proprio accanto alla spina dorsale, e ultimamente a volte avverto un leggero fastidio all'inguine sx e alla natica sx. Mi sono recata dal mio medico di base e mi ha prescritto degli esami per vedere se sono reumatismi, visto che spesso sento fastidio anche al ginocchio sx e alle giunture dei gomiti e dei polsi, non sempre però. Solo al bacino perdura anche se si attenua o aumenta . Ora io 5 anni fa ho tolto la tiroide e prendo eutirox 125 per 5 gg e 100 per 2gg. sono alta 1.60 per 44 kg (tra l'altro faccio fatica a prendere peso e ultimamente ho avuto un calo di vit. b con conseguente glossite risolta con tiobec e betotal) non è che l'eutirox sta diventando tossico provocandomi un osteporosi precoce è il caso di eseguire anche rx o altri esami? Adessoa ttendo l'esito degli es, del sangue non vorrei fosse lupus... Sono un pò agitata Grazie attendo consulto.

[#1] dopo  
Dr.ssa Gioia Di Muzio

20% attività
0% attualità
0% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2008
Gentile Signora
la sintomatologia che descrive si può attribuire ad un'infiammazione delle articolazioni sacro-iliache (problema di interesse reumatologico) ma, più probabilmente, ad una radicolopatia, ossia una sofferenza neurologica conseguente per esempio ad una discopatia della zona lombo-sacrale della colonna vertebrale. In questo caso, tipicamente il dolore è ben localizzabile ma riguarda strutture apparentemente distinte e situate più in basso come l'anca, il gluteo, l'inguine. Inoltre, la carenza di vitamina B che lei cita, può rendere più acuto il dolore derivante dal tessuto nervoso periferico. Quindi, non trascuri di prendere in considerazione anche la colonna vertebrale tra le indagini che nel tempo effettuerà.
Di contro, alla luce dei fastidi migranti a carico di altre articolazioni, è molto importante escludere che si tratti di un problema infiammatorio, e questo si chiarirà sicuramente con gli esami che le ha richiesto il suo curante.
Quanto all'osteoporosi, certamente la terapia ormonale sostitutiva per la tiroide può favorirla, ma si tratta di una patologia che colpisce più frequentemente donne più grandi di lei. Inoltre, l'osteoporosi difficilmente si manifesta col dolore, a meno che non abbia già raggiunto il grave stadio delle fratture vertebrali, ma non credo proprio sia il suo caso. In ogni caso può fugare qualsiasi dubbio eseguendo una MOC lombare e femorale che misurerà la consistenza delle sue ossa.
Quanto al Lupus, non si agiti perchè nessuno dei sintomi che ha nominato fa pensare a questa malattia. Vedrà che questi preliminari esami del sangue chiariranno molti aspetti e le consentiranno di stringere il campo sulla diagnosi.
Dr.ssa Gioia Di Muzio

[#2] dopo  
Utente 518XXX

grazie mille Dr.ssa Di Muzio lunedi ritirerò gli esami poi vedrò il da fare in accordo con la dottoressa. Grazie ancora è stata esauriente e mi ha tranquillizzata le auguro buon lavoro e la ringrazio per la disponibilità.

[#3] dopo  
Utente 518XXX

Gentile dottoressa Di Muzio oggi ho ritirato gli esami e tutti i valori relativi il fattore reumatismi sono a posto quindi il mio medico di base escludendo i reumatismi mi ha consigliato di eseguire un rx bacino e successivamente prendere in esame di eseguire un ciclo di ginnastica con manipolazioni in un centro apposito perchè secondo lei a questo punto visti i dolori anche alla schiena e in basso sulla fascia lombare ,si potrebbe trattare di un problema muscolo scheletrico tensivo. Venerdi eseguirò l'rx poi chiamerò il centro secondo lei è giusta la strada o devo cmq recarmi da un ortopedico?

[#4] dopo  
Dr.ssa Gioia Di Muzio

20% attività
0% attualità
0% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,
mi fa piacere che non ci sia un processo infiammatorio sistemico alla base dei suoi disturbi!Questo però non significa che per lei il problema non sia molto fastidioso. Condivido in pieno il suggerimento del suo curante, la terapia fisica e riabilitativa, se eseguita correttamente e da personale esperto, le farà sicuramente bene. Poi, con la radiografia, sarete in grado di chiarire ulteriormente le cause del dolore. Per il momento aspetterei a sentire l'ortopedico soprattuto se riesce ad organizzare velocemente questo percorso. Provi con fiducia perchè nell'eventualità che il beneficio non fosse definitivo, sarà sempre in tempo per contattare uno specialista che sicuramente le farebbe fare altri e più approfonditi accertamenti.
Un caro saluto
Dr.ssa Gioia Di Muzio
Dr.ssa Gioia Di Muzio

[#5] dopo  
Utente 518XXX

Gentile dott.ssa Di Muzio sono in attesa dell'esito dell'RX , ma mi è sorto un dubbio atroce secondo lei può trattarsi di tumore osseo? Visto che il dolore va e viene ed è più avvertito al tatto e visto che 5 anni fa ho eseguito radioterapia dopo l'intervento alla tiroide?
Sono in piena crisi di panico

[#6] dopo  
Utente 518XXX

Ho ritirato l'esito RX :
NON SIGNIFICATIVE ALTERAZIONI OSTEOSTRUTTURALI ED ARTICOLARI A CARICO DEI CAPI OSSEI ESAMINATI.
Quindi da cosa può dipendere il dolore avvertito?
Devo recarmi da un ortopedico o eseguire ginnastica e manipolazioni?
O in alternativa mettermi il cuore in pace (come dice mio marito) e sopportare i doloretti che vanno e vengono perchè purtroppo sono dovuti anche all'età che avanza?
Grazie mille per la l'attenzione che vorrete darmi e buon lavoro.

[#7] dopo  
Dr.ssa Gioia Di Muzio

20% attività
0% attualità
0% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2008
Gentile Signora
purtroppo non ho potuto risponderle prima d'ora e mi dispiace non aver potuto tranquillizzarla sulla questione "tumore osseo". Comunque, come ha constatato, la radiografia non ha mostrato nulla di preoccupante!Come le avevo già detto il suo dolore potrebbe essere l'irradiazione di un'algia della colonna o la conseguenza di una scorretta postura. A mio giudizio può rivolgersi ad un centro di terapia fisica e riabilitativa:normalmente c'è in sede un collega ortopedico o fisiatra che la visiterà e guarderà i radiogrammi da lei effettuati. Poi, stabilirete insieme le terapie più adatte al suo problema. Se invece il collega non sarà soddisfatto della radiografia, potrebbe richiederle una RMN di alcuni segmenti ossei (per esempio del rachide o delle articolazioni sacroiliache o coxofemorali). Quanto all'idea di mettersi il cuore in pace, lei mi sEmbra decisamente TROPPO GIOVANE per rassegnarsi e convivere con dei "doloretti"....lo dica a suo marito!!!!!
Un caro saluto
Dott.ssa Gioia Di Muzio
Dr.ssa Gioia Di Muzio