Utente 477XXX
Gentili dottori, mi è stata diagnosticata fibromialgia da una reumatologa, mi ha però targato solo un tender point di fianco,allo sterno e ho sentito dolore, gli altri no...vorrei sciogliere qualche dubbio...ho fatto cpk Reuma test indici di flogosi protidogramma e ho esami perfetti.I sintomi sono tensione alla schiena, dal collo in giù e difficoltà a stare seduta per molto tempo...più che dolore forte è proprio come una contrattura, Alfie crampiformi ogni tanto alle gambe ma soprattutto tensione alle gambe e fitte tipo stilettate a caviglie polsi avambraccio dita mani e muscoli gluteo, bicipite etc . Ho anche dolore mandibolare da un anno puntorio che la dottoressa ha detto spesso si associa con fibro. Se faccio un bagno caldo sto da dio...ma al mattino ricomincia tutto.
Ho anche spasmi muscolari qua e La' , miochimie palpebra superiore occhio destro e parestesie qua e la' ma di un secondo...tipo ora labbro , poi mento e spasmi nell'orecchio che danno un acufene...tipo mitraglietta...ogni tanto
Ora...il mio dubbio sorge perché mi hanno detto che la fibromialgia dia dolori lancinanti...io per ora ho molto fastidio questo si...ma il dolore riesco a gestirlo con bagni caldi e alzandosi ogni tanto dalla sedia...e' normale?
Potrei avere anche spasmofilia, sono molto pallida , a mare non vado praticamente mai e non bevo latte...ho dimenticato di risale la vitamina D
Cosa mi consigliate e cosa ne pensate della diagnosi?

[#1] dopo  
Dr. Pier Francesco Leucci

24% attività
16% attualità
12% socialità
MAGLIE (LE)
LECCE (LE)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2004
La fibromialgia è una diagnosi a cui si arriva valutando la sintomatologia ed escludendo altre patologie, ma soprattutto per l'assenza di indici di infiammazione ed in generale per una negatività degli usuali esami bioumorali, tranne vitD e magnesio che spesso risultano bassi. I sintomi da lei denunciati ed i dati bioumorali propendono verso una diagnosi di Fibromialgia, tuttavia le sconsiglio il bagno caldo che può dare un sollievo momentaneo ma ha un effetto "rimbalzo" perpetuando la sintomatologia. E' opportuno eseguire il controllo dei due esami indicati (vitD e Mg) e valutare l'eventuale presenza di una tireopatia misconosciuta che spesso contribuisce al peggioramento dei sintomi. Definita la diagnosi dovrà impostare una adeguata terapia e successivamente associare attività fisica di allungamento e recupero dell'elasticità muscolare (Pilates, Yoga...) per mantenere nel tempo gli effetti benefici del trattamento farmacologico.
Cordiali saluti
Pier Francesco Leucci
REUMATOLOGO
Coordinatore Responsabile Reumatologia per l'AUSL LE - LECCE -

[#2] dopo  
Utente 477XXX

Gentile dottore, intanto grazie...Volevo aggiornarla sugli altri esami, profilo tiroideo nella norma a parte una disomogeneità ecografica lieve, anticorpi negativi. Magnesio nella norma, sto attendendo il dosaggio della vitamina D.
Detto questo, avverto anche altri disturbi che non so se rientrano nel quadro fibromialgico e vorrei sottoporglieli...in pratica a parte le scossette muscolari qua e la' , ho sensazioni di formiche sulla pelle ora su una gamba ora sul viso ora su un dito e anche alla testa, che durano un istante e sono estremamente migranti...parestesie tipo sensazione di bruciore a qualche dito di mano o piede a volte sopra il labbro o in altri punti sempre migranti. Delle fitte e punture di spilli ho già detto nell'altro messaggio. Bruciore ogni tanto mi capita anche alla lingua e alla gola, soprattutto al mattino. Per il bagno caldo ha ragione,dopo qualche giorno ho avuto di nuovo dolore e cobtrattura.

[#3] dopo  
Dr. Pier Francesco Leucci

24% attività
16% attualità
12% socialità
MAGLIE (LE)
LECCE (LE)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2004
Stia tranquillo, da come li espone, anche questi sintomi appaiono correlabili con una diagnosi di Fibromialgia. Aspettiamo il dosaggio della vitD eppoi dovrà iniziare una terapia specifica.
Saluti
Pier Francesco Leucci
REUMATOLOGO
Coordinatore Responsabile Reumatologia per l'AUSL LE - LECCE -

[#4] dopo  
Utente 477XXX

Gentile dottore, la aggiorno sulla mia situazione, la vitamina D è leggermente inferiore al range, mentre la calcemia è nella norma.A questo punto devo impostare una terapia, la reumatologa è una mia docente ( studio medicina) e mi ha detto di prendere cymbalta e flexiban ma non mi ha scritto posologia etc...non potendolo fare, essendo stato un consulto " informale"...mu ha visitata na non poteva prescrivermi farmaci senza impegnativa.
Ho mal di schiena fastidioso da qualche giorno e l'altra volta ho dimenticato di scrivere che ho preso cipralex per 6 anni per la gestione di un disturbo di panico, sembra che il tutto si sia acuito da quando l'ho sospeso...è una coincidenza o può essere che il farmaco avesse mascherato la sintomatologia che ora invece si fa sentire marcatamente? Cosa mi consiglia?
Grazie.

[#5] dopo  
Dr. Pier Francesco Leucci

24% attività
16% attualità
12% socialità
MAGLIE (LE)
LECCE (LE)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2004
Buongiorno, sia la sospensione del Cipralex che la carenza di vit D possono aver agito come fattore scatenante ed è anche possibile che il Cipralex abbia funzionato da copertura negli anni precedenti.
Ora che ha chiarito i vari punti, deve iniziare la terapia ma per questo deve consultare il suo Medico di Base oppure approfondire i dettagli con la sua docente perchè per me non è possibile andare oltre.
Cordiali saluti
Pier Francesco Leucci
REUMATOLOGO
Coordinatore Responsabile Reumatologia per l'AUSL LE - LECCE -

[#6] dopo  
Utente 477XXX

La ringrazio, è stato molto esaustivo, mi rivolgero' a breve al mio medico di base per pianificare la terapia.
Ci tengo a ribadire che il suo intervento è stato chiarificatore e che questo servizio funziona in maniera eccellente.
Ad malora.
Lia