Utente 101XXX
buogiorno,in seguito ad un'ipergamma scoperta per caso lo scorso anno,ho eseguito altri esami dai quali e' risultato che oltre all'ipergamma stabile a 22,4 con A/G 1,15, ho anche ANA positivo speckled 1/320 ENA sm/rnp positivo,una tiroidite autoimmune con valori TG ab 135,4 TPO ab 2744,8, VES 27,ASO 310,ed anemia mediterranea,come disturbi avverto fortissimi dolori al bacino sia lato destro che sinistro che purtroppo non mi danno tregua e che non rispondono a terapie con antinfiammatori (brufen 600),dolori articolari alla scapola sx,artrosi cervicale,la prego dottore vorrei una risposta certa,cosa sono gli ana ed ena positivi? ho davvero paura il mio medico di famiglia mi ha indirizzato da un ematologo che pero'non ha saputo darmi risposta alcuna.la ringrazio anticipatamente

[#1] dopo  
Dr. Riccardo Ferrero Leone

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
i valori di laboratorio ed il quadro clinico che riferisce sono indicativi di un impegno anomalo del sistema immunitario; oltre ai colleghi consultati deve certamente rivolgersi ad uno specialista in Reumatologia.
Cordiali saluti.
Dr. Riccardo Ferrero Leone
Omeopatia-Omotossicologia-Nutrizione clinica

[#2] dopo  
Utente 101XXX

buongiorno dott.Leone,la ringrazio di vero cuore per la risposta,ho gia prenotato la visita presso un reumatologo,volevo solo chiederle ,se e' possibile,se come ho letto su internet,potrebbe trattarsi di connettivite o altro,la ringrazio anticipatamente.simona

[#3] dopo  
Dr. Riccardo Ferrero Leone

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Cara Simona,
dagli elementi a disposizione è possibile presumere un quadro di connettivite aspecifica; mi riporti il referto (e gli eventuali approfondimenti diagnostici) della prossima visita reumatologica ed allora le potrò dire di più.
Cari saluti.
Dr. Riccardo Ferrero Leone
Omeopatia-Omotossicologia-Nutrizione clinica

[#4] dopo  
Utente 101XXX

dottore la ringrazio nuovamente per la sua cortese risposta,volevo solo porle un'altra domanda,sapere cioe' se c'e' differenza fra connettivite aspecifica e quella indifferenziata,la ringrazio nuovamante e le auguro una buona giornata.saluti simona

[#5] dopo  
Dr. Riccardo Ferrero Leone

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Nessuna, mi perdoni, avrei dovuto preferire la dicitura 'indifferenziata'.
Dr. Riccardo Ferrero Leone
Omeopatia-Omotossicologia-Nutrizione clinica

[#6] dopo  
Utente 101XXX

buongiorno dottore,finalmente ho avuto i nuovi risultati delle analisi effettuate,scusi per il ritardo ma mi ci son voluti 2 mesi di prenotazione per il prelievo e poi i tempi tecnici che per gli ena arriva a 20 gg.comunque ecco i nuovi risultati VES 49, ASO 294 (valori rif0-200),anemia mediterranea ovviamente riconfermata,ipergamma 21,8(valori rif 11,1- 18,8), ANA e' rimasto invariato cioe' speckled 1/320 invece gli ENA SM/RNP ora risultano negativi,tutti gli altri valori sono nei limiti,analisi urine peso specifico 1030 (valori rif 1010_1020)e valori di proteinuria 10 (val rif 0-10)urobilinogeno 0.2 (valori rif 0-0.2)HO inoltre eseguito lupus anticoagulant tutti negativi e anticardiolipina igG 3(val rif 0-14) igM 2 (valori rif 0-10).per quanto riguarda il mio stato generale i dolori sono peggiorati,soprattutto alle piccole articolazioni,oltre al fatto che ora ho spesso una febbricola che non va oltre i 37.3.ora sono in cura con deltacortene 5 mg e plaquenil 200 e spidifen 600 2 volte al giorno.inoltre ho una sopsetta entesoartrite,da verificare con una RM,ed il reum mi ha parlato di una sospetta connettivite ad impronta lupica????oltre al fatto che a fine settembre dovro' ripetere il tutto soprattutto per verificare il valore degli ena...ed e' proprio a questo proprosito che volevo chiederle dottore come e' possibile che prima gli ena erano positivi ed ora no,anche perche' il mio stato di salute e' uguale se non peggiorato,e poi se dopo un ulteriore controllo continuassero a risultare negativi,la mia diagnosi rimarrebbe connettivite o diventerebbe altro?secondo lei potrebbe trattarsi di un errore,o di una sorta di "remissione" della malattia?mi scuso dottore per essermi prolungata troppo e per averle posto tante domande,ma mi creda ora sono confusa piu' che mai....le auguro una buona giornata simona

[#7] dopo  
Utente 101XXX

buongiorno dottore ecco finalmente i risultati delle ultime analisi effettuate,scusi per il ritardo ma mi ci son voluti 2 mesi di prenotazione per il prelievo e poi i tempi tecnici che per gli ena arriva a 20 gg.comunque ecco i nuovi risultati VES 49, ASO 294 (valori rif0-200),anemia mediterranea ovviamente riconfermata,ipergamma 21,8(valori rif 11,1- 18,8), ANA e' rimasto invariato cioe' speckled 1/320 invece gli ENA SM/RNP ora risultano negativi,tutti gli altri valori sono nei limiti,analisi urine peso specifico 1030 (valori rif 1010_1020)e valori di proteinuria 10 (val rif 0-10)urobilinogeno 0.2 (valori rif 0-0.2)HO inoltre eseguito lupus anticoagulant tutti negativi e anticardiolipina igG 3(val rif 0-14) igM 2 (valori rif 0-10).per quanto riguarda il mio stato generale i dolori sono peggiorati,soprattutto alle piccole articolazioni,oltre al fatto che ora ho spesso una febbricola che non va oltre i 37.3.ora sono in cura con deltacortene 5 mg e plaquenil 200 e spidifen 600 2 volte al giorno.inoltre ho una sopsetta entesoartrite,da verificare con una RM,ed il reum mi ha parlato di una sospetta connettivite ad impronta lupica????oltre al fatto che a fine settembre dovro' ripetere il tutto soprattutto per verificare il valore degli ena...ed e' proprio a questo proprosito che volevo chiederle dottore come e' possibile che prima gli ena erano positivi ed ora no,anche perche' il mio stato di salute e' uguale se non peggiorato,e poi se dopo un ulteriore controllo continuassero a risultare negativi,la mia diagnosi rimarrebbe connettivite o diventerebbe altro?secondo lei potrebbe trattarsi di un errore,o di una sorta di "remissione" della malattia?mi scuso dottore per essermi prolungata troppo e per averle posto tante domande,ma mi creda ora sono confusa piu' che mai....le auguro una buona giornata simona

[#8] dopo  
Dr. Riccardo Ferrero Leone

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile Simona,
questo genere di patologie manifesta frequentemente tanto possibili variazioni del quadro clinico (segni e sintomi) quanto variazioni di alcuni paramentri di laboratorio;
il fatto che gli ena si siano negativizzati non permette al momento di modificare la diagnosi.
Il suo stato generale è ugale o peggiorato e per ora non può far altro che seguire le indicazioni dello specialista.
Le formulo i miei più sentiti auguri.
Cordialmente.
Dr. Riccardo Ferrero Leone
Omeopatia-Omotossicologia-Nutrizione clinica

[#9] dopo  
Utente 101XXX

buongiorno,la ringrazio vivamente per la sua cortese risposta,volevo inoltre porle altre domande,so di approffittare della sua cortesia ..ma in questo periodo sono davvero giu'anche perche' mi e' stato riscontrato un soffio al cuore,ho gia prenotato un ecocardiogramma,ed inoltre ho frequentissimi attacchi di colite,ecco quindi il mio quesito,possono queste nuove due patologie rientrare nel quadro clinico della connettivite?.le auguro una splendida giornata cordiali saluti simona

[#10] dopo  
Dr. Riccardo Ferrero Leone

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
E' probabile che il soffio al cuore fosse presente prima che si manifestassero i disturbi connettivitici, l'ecocardio comunque sarà d'aiuto per la diagnosi cardiologica; per gli attacchi di colite chieda al suo curante una terapia sintomatica che dovrebbe risolvere il quadro.
Cari saluti.
Dr. Riccardo Ferrero Leone
Omeopatia-Omotossicologia-Nutrizione clinica

[#11] dopo  
Utente 101XXX

dottore lei e' come al solito gentilissimo,grazie per tutta la pazienza avuta nei miei riguardi con i miei mille quesiti,se vuole posso tenerla aggiornata sull'evolversi della situazione.La ringrazio vivamente cordiali saluti simona

[#12] dopo  
Dr. Riccardo Ferrero Leone

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gradirò tutti gli aggiornamenti (speriamo positivi!).
Saluti.
Dr. Riccardo Ferrero Leone
Omeopatia-Omotossicologia-Nutrizione clinica

[#13] dopo  
Utente 101XXX

buonasera dottore,finalmente ho avuto i risultati del day hospital eseguito in data 3 settembre,mentre gli ana sono rimasti stabili,e cioe'1/320 gli ena e' per la seconda volta che risultano negativi,questa volta pero' sono positivi p-ANCA,la proteinuria delle 24h e' 133,7(val rif 0-119) e leucociti 75(VAL RIF 0-25),la ves e' rimasta alta 35,immunoglobuline G ed M sono fuori range rispettivamente 21,7 (VAL RIF 7-16) ED 2,8 (VAL RIF 0,40- 2,3),TEST DI SCHIRMER NEGATIVO,rx sacroiliache lombarizzazione di S1 con anterolistasi di S1 S2 ( si consiglia una tac),spirometria tutto regolare idem per capillaroscopia e sia ecocardiogramma che elettrocardiogramma.la diagnosi parla di connettivite indifferenziata e tiroidite autoimmune,la cura pero' mi e' stata raddoppiata e cioe' deltacortene 5 mg x 2 anche il plaquenil 200 due volte al di' solo lo spidifen al bisogno,volevo chiederle dottore cosa ne pensa alla luce di questi nuovi risultati,mi spaventa la proteinuria e cosa sono questi p-anca?io cerco di prendere tutto allegramente,ma a volte non ci riesco anche perche' i mal di testa sono sempre piu' frequenti e i dolori soprattutto al bacino a volte sono molto forti...e a volte mi chiedo a cosa mi portera' questa mia malttia tra qualche anno,che qualita' di vita avro?scusi per lo sfogo saluti simona

[#14] dopo  
Dr. Riccardo Ferrero Leone

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Cara Simona,
perdoni il ritardo nella risposta ma alla luce di quanto riferisce non ravvedo particolari variazioni del quadro laboratoristico.
Siamo in ambito evidentemente connettivitico, alcuni parametri rimarranno tali, altri si modificheranno alternativamente nel tempo; il rinforzo della terapia mira proprio a ridurre i sintomi ed a fermare l'evoluzione del quadro clinico.
Cosa le hanno detto in merito ai dolori al bacino, quanto dipende dalla compromissione 'ortopedica'?

Cari saluti.
Dr. Riccardo Ferrero Leone
Omeopatia-Omotossicologia-Nutrizione clinica

[#15] dopo  
Utente 101XXX

buonasera dottore,mi scuso davvero tantissimo per non averLa aggiornata prima ,e che purtroppo,sto facendo degli esami in merito,a causa di un forte e persistente dolore al fianco dx e di una diarrea che non e' passata del tutto,la reumatologa mi ha parlato di un probabile inizio del morbo di chron,inutile dire che questo mi ha demoralizzato un bel po'...ritornando ai dolori al bacino,faro' una tac e successivamate un' elettromiogarfia degli arti inferiori,in quanto ultimamente ho un dolorino all'alluce sx e un leggero formicolio ai piedi....qui partono le mie domande,il morbo di chron e' collegato alla connettivite o e' una patologia a se,e poi perche' devo fare quest'ulteriore esame alle gambe,l'elettromiografia,cos'altro potrebbe essere?quale altra sorpresa puo' riservarmi questa mia malattia?la ringrazio e mi scuso nuovamente per l'enorme ritardo.simona