Utente 158XXX
mia moglie di anni 58 -con diabete di tipo mellito (valore 130/140 senza alcun medicinale - con lieve ipertensione curata con mezza pastiglia di atenololo 50 mg al giorno: e gia stata curata con Salazopyrin 500 mg (tre volte al giorno) con nessun miglioramento; ma e stata ricoverata in ospedale a gennaio con transami nasi a 680. Siccome non ha avuto nessun miglioramento, gli esami del sangue sono
nella norma - dai raggi si evidenziano modesti e diffusi segni di spondiloartrosi steofitosica con scoliosi sinitra convessa a corto raggio del rachide lombare e curva di compenso in sede dorsale a caricio del bacino si evidenziano iniziali segni degenerativi delle articolazioni sacro iliache.
Siccome persiste il dolore alla schiena e anca destra spece a salire e scendere i gradini sia di giorno che di notte richiede un consulto ed un consiglio su come intervenire.
Si ringrazia anticipatamente

[#1] dopo  
3903

Cancellato nel 2010
Dato che la paziente è affeta da diabete forse si trata di una DISH ci spiegerebe la scarsa efficacia del trattamento e perwsistenza della sintomatologia algica.
Comunque va verificato Radiografie in mano.
Cordialmente Dott. Latinakis

[#2] dopo  
3903

Cancellato nel 2010
Dato che la paziente è affetta da diabete forse si tratta di una DISH ci spiegherebbe la scarsa efficacia del trattamento e persistenza della sintomatologia dolorosa.
Comunque tutto ciò va verificato radiografie in mano.
Cordialmente Dott. Latinakis

[#3] dopo  
Utente 158XXX

Vi ringrazio sentitamente per l'interessamento e la
serieta da Voi dimostrata.
Vi comunico che ieri 4 luglio,dietro consiglio e
richiesta dello specialista reumatologico che ha
in cura mia moglie,o fatto rileggere i raggi effettuati
(il cui referto era da me specificato nella richiesta
di consulenza) dal Primario di radiologia dell'ospedale
si Savona,che ha riscontrato "un cedimento vertebrale
a cuneo anteriore medio dorsale (DP=15 mm. DA 11 mm:).
Vorrei, se possibile,approffitare della Vs.gentilezza
per avere un consiglio sulla terapia od altri accerta=
menti da effettuare.
Vi ringrazio ancora e porgo i piu cordiali saluti.

[#4] dopo  
Dr. Giuseppe Germanò

24% attività
0% attualità
12% socialità
()

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2003
E' verosimile che si tratti di un quadro di osteoporosi con cedimento vertebrale. Ciò determina sintomi dolorosi simili a quanto descritto. A questo punto la terapia deve essere rivolta all'osteoporosi. Nel caso vi fosse concomitanza di spondilo-artrite o DISH i bisfosfonati sembrano avere un buon effetto anche in tali casi (pamidronato soprattutto per la spondilite).
Saluti
GG
CIAO Ionnais!
Giuseppe Germanò