Utente
Buonasera, ho 61 anni e cammino 5 giorni alla settimana a piedi per circa 5 km al giorno, ma a causa del coronavirus sono stato costretto al riposo.
Dopo circa 10 giorni al mattino mi sono svegliato con un dolore molto forte al piede dx, in particolare all'altezza dell'alluce e dal metatarso fino alle altre dita che erano rigide, gonfie e doloranti e il solo sfiorare le lenzuola mi creava un fastidio enorme.
Dopo un paio di settimane il dolore e'' quasi scomparso ma piano piano si e' spostato al piede sx con uguale intensità durando piu' o meno un altro paio di settimane.
Ora sto molto meglio ma il dolore leggero persiste.
Finalmente ho potuto fare le radiografie e le analisi del sangue.
Dalla rx e' risultata un'artrosi ad entrambi i piedi e la spina calcaneale, dalle analisi di REUMATEST, PCR, VES, REAZ.
DI WAALER ROSE, EMOCROMO ED ACIDO URICO, IL REUMATEST E' RISULTATO 25, 60 INVECE DI 22 E L' ACIDO URICO 10, 20 INVECE DI 7, 00, MENTRE TUTTE LE ALTRE SONO RISULTATE NEI LIMITI O NEGATIVE.
Per escludere o confermare un' eventuale artrite reumatoide, posso fare qualche altra analisi o accertamento?
Grazie! Roberto

[#1]  
Dr. Giuseppe Muccari

24% attività
16% attualità
0% socialità
CATANZARO (CZ)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2018
Buonasera , le consiglio una visita reumatologica ,gli esami sono sufficienti per fare diagnosi , la visita medica con la clinimetria chiarirà la sua patologia . Cordialità . Giuseppe Muccari
Dr. giuseppe muccari