Utente 480XXX
Buonasera medici, credo di avere un problema legato all'alimentazione, al momento ne ho parlato solo con mia madre ma sto pensando di prendere un appuntamento con uno psicologo.

La mia "storia" inizia a novembre 2016, ho 22 anni, sono alto più o meno 175 cm e pasavo 101. Ho deciso di mettermi a dieta e (sbagliando) non mi sono mai rivolto ad un dietologo o ad uno specialista. Passavo il mio tempo su tapis roulant e cyclette e mangiavo veramente poco tant'è vero che a Maggio ero gia 68 kg. Passa l'estate e a novembre 2017, dopo circa un anno pesavo 65 kg e stavo bene con me stesso. Sono uno studente fuori sede e il fatto di fare la spesa in autonomia e decidere quindi cosa (e quanto) mangiare di sicuro mi ha aiutato. Ora a dicembre 2017 sono tornato a casa dato che ho finito le lezioni e sto preparando gli esami, a casa ho la cyclette e questo non mi aiuta, succede infatti sempre più spesso che inizio a mangiare tutto quello che trovo in casa in maniera incontrollata: biscotti, formaggi, cioccolato, gelati, yogurt, ecc. Ad esempio ieri sera dopo aver cenato con hamburger e patatine fritte in compagnia di amici rientrato a casa ho mangiato cioccolato, mezzo filetto di toscano con ragù, formaggi, oggi nuovamente una stecca intera di cioccolato, 1 kg di yogurt, gelato, formaggi, due pizze surgelate più altri "stuzzichini" vari. Prima succedeva che mi concedessi questi "sgarri" una volta ogni due settimane o poco più, ultimamente sta succedendo sempre più spesso e non riesco a controllarmi. Ho provato a chiedere a mia madre di nascondere tutte le schifezze che ci sono in casa ma questo mi aiuta relativamente dato che 1) non può mica togliere cose dal frigo o congelatore 2) mangio veramente tutto quello che trovo senza qualcosa di specifico 3) in casa siamo in 4 e gli altri mangiano quindi la tecnica "non compro nulla" non può funzionare...
Per mantenermi in forma facevo circa 45' di allenamento con la cyclette ogni mattina, ora quando mangio senza misura e ben oltre il senso di sazietà penso "tanto ormai oggi è andata" oppure "dopo faccio un altro allenamento sulla cyclette" ed ecco che continuo a mangiare senza misura, specialmente se sono in casa da solo o se nessuno mi vede. Così mi vengono i sensi di colpa ed ecco che passo il mio tempo sulla cyclette, sono arrivato anche ad allenamrni 3 ore al giorno con conseguenti perdite di tempo di studio e esami non passati.

Ovviamente questo mi succede anche quando magari mi concedo quella pizza con gli amici il sabato sera, il mio peso la domenica non è ovviamente 65 ed ecco di nuovo cyclette e tempo perso.

Quello che vorrei fare è fregarmene di quei 3/4 chili che ho messo su nell'ultimo mese dedicandomi agli esami e tornando al peso che voglio raggiungere dopo la sessione ma non ci riesco e continuo a mangiare e di conseguenza ad allenarmi.

Spero di essere stato abbastanza chiaro, devo recarmi da uno psicologo? ormai sono abbastanza certo di avere un disturbo...

[#1]  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
MANFREDONIA (FG)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Salve.

Dopo aver letto con attenzione il Suo racconto confermo la necessità di confrontarsi in diretta con lo specialista psicologo/psicoterapeuta della Sua zona.

Auguroni per tutto!
Dott. Serafino Pietro Marcolongo
Dietologia - Medicina Estetica

IL CONSULTO ONLINE NON SOSTITUISCE LA VISITA DIRETTA!