Utente 298XXX
Gentile dottore,
vorrei chiedere per cortesia un suo parere sul referto di un agospirato al seno che ho ritirato oggi. Fra una settimana compio 40 anni. Premetto che da alcuni anni soffro di mastopatia fibrocistica e ho un paio di piccoli fibroadenomi e alcune cisti, di cui una di 6 cm ( che è quella che è stata aspirata, il liquido era scuro )
Ecco il referto: " Negativa la ricerca delle cellule tumorali. Numerosi istiociti a citoplasma schiumoso, cellule apocrine. Cellule epiteliali duttali talora in cluster e talora con focali aspetti di iperplasia epiteliale florida. Emazie e granulociti ".
Il medico mi ha detto che, a scopo preventivo, mi consiglia di asportare chirurgicamente la cisti, perchè non è del tutto escluso che possa degenerare.
Io le confesso che ho un pò di paura dell'intervento ( anche se semplice) e dell'anestesia totale. Lei cosa mi consiglia?
La ringrazio in anticipo per la sua risposta e la saluto cordialmente.
Maria

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Le cisti solitamente NON si asportano.

Dovrebbe allegarci maggiori informazioni. Referto ecografico e perchè sia stata posta l'indicazione all'agobiopsia.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 298XXX

La ringrazio molto per la sua risposta e per la sua disponibilità.

Il senologo mi ha consigliato l'agobiopsia perchè la cisti era molto grande (6 cm), era aumentata di molto nel giro di poco tempo, e talvolta mi causava un lieve dolore.
Le scrivo il referto dell'ecografia: " Mammelle normoconformate ad ecostruttura fibroghiandolare, irregolare per la presenza di numerose formazioni cistiche bilaterali del diam massimo di circa 60 mm in sede e sotto periareolare sn (QSE) e di 31,7 mm sottoareolare e 21 mm tra i QE a dx. Presenza di 2 formazioni nodulari solide riferibili in prima ipotesi a fibroadenomi del diam di 9 mm tra i QS di sn e 5 mm tra i QSE sempre a sn. Non linfoadenopatie ascellari apprezzabili.

Aggiungo che ho fatto anche la mia prima mammografia dalla quale non è emerso niente di sospetto.

Il senologo ha detto che preferirebbe asportare la cisti perchè hanno trovato cellule che tendono a moltiplicarsi velocemente, anche se attualmente benigne ( credo si riferisse al'iperplasia florida ) e per prevenire eventuali complicazioni.

Se decido di non sottopormi all'intervento potrebbe esserci qualche rischio in futuro? Secondo lei, vista la mia situazione clinica, c'è il rischio che possa formarsi un tumore? E l'ultima domanda per cortesia dottore: per questo genere di interventi (per la cisti) potrei richiedere l'anestesia locale anzichè totale?

La ringrazio ancora per la sua disponibilità e la saluto cordialmente.

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
L'iperplasia florida è un fattore di rischio modesto che va aggiunto ad altri personali e familiari.

Un intervento in anestesia locale taglierebbe la testa al toro in fatto di diagnosi e forse sarebbe il caso che accettasse la proposta.

Poi però sarebbe il caso di dare una svolta al suo stile di vita almeno alimentare

PREVENZIONE PRIMARIA (= stile di vita)
(Alimentazione + attività fisica)
https://www.medicitalia.it/salvocatania/news/2253/FERMI-TUTTI-La-dieta-a
http://www.senosalvo.com/terapia_metronomica.htm
http://www.senosalvo.com/tutti_abbiamo_un_tumore.htm
http://www.senosalvo.com/vero_falso_dieta.htm
https://www.medicitalia.it/salvocatania/news/90/L-attivita-fisica-riduce
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#4] dopo  
Utente 298XXX

Grazie mille per i suoi preziosi consigli e per gli allegati.

Io sto abbastanza attenta all'alimentazione, non fumo, e sono pure astemia. Talvolta assumo degli integratori (Multicentrum, non so se faccio bene). Dovrei sicuramente fare più attività fisica, a causa del mio lavoro conduco una vita piuttosto sedentaria.

Precedentemente ho dimenticato di dirle che non ci sono casi di tumore al seno tra le parenti di primo grado ( mamma, nonne, zie ) solo una delle mie tante cugine ( che per fortuna è sopravvissuta ).

Mi scusi dottore non ho capito bene una cosa, per tagliare la testa al toro dovrei accettare un intervento in anestesia totale? ( non locale?)

Comunque se ci fosse un principio di tumore trasparirebbe qualcosa dall'ecografia, mammografia e soprattutto dall'ago aspirato, vero dottore?

Mi scusi se l'ho tediata con altre domande, è che sono preoccupata, non insisterò più comunque. Lei è veramente molto gentile e disponibile.

Nuovamente grazie, e buona giornata.