Utente 325XXX
Salve, sono stata operata di recente per un carcinoma al seno di circa 2 cm con quadrantectomia e con linfonodi negativi (sono in corso gli accertamenti definitivi). Il nodulo è comparso improvvisamente e dopo 5 mesi da una mammografia negativa. Dall'agobiopsia risulta negativo ai recettori ormonali e positivo her2 +++, tutti gli esami preoperatori per il rischio di metastasi sono risultati negativi, cea 2.2, ca 15.3 22.2. Sono molto preoccupata perchè ho letto che her2 positivo e negatività ai recettori ormonali vuol dire che il cancro è aggressivo e ad alto rischio di recidive. Mi è stato già detto che dovrò fare un anno di terapie (chemio, radio e terapia biologica) ma ho paura di non farcela. Questo tipo di cancro sviluppa sempre recidive? La ringrazio

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Le sue poche domande richiedono molte risposte.

Il cancro non c'è più : ora c'è la "paura della paura", malattia ancora più insidiosa, ma per fortuna curabile.

Segua il mio consiglio molto più semplice :
legga (a puntate perché lunghissima) questa discussione

https://www.medicitalia.it/salvocatania/news/44/Come-si-calcola-il-rischio-reale-per-il-tumore-al-seno

Non se ne pentirà perché troverà moltissime risposte ai tanti dubbi che la mettono in ansia.

E se vuole intervenga pure come hanno fatto tante sue compagne di avventura.

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 325XXX

La ringrazio per la risposta rasserenante ma vorrei chiederle ancora una cosa. Il valore ki-67 è 35% (da quel che ho capito ancora un altro fattore negativo) e mi chiedevo: questi sono i dati dell'agobiopsia mammaria, i risultati dell'esame istologico (tuttora in corso) del nodulo tolto durante l'intervento chirurgico di solito si avvicinano a quelli dell'agobiopsia o possono risultare peggiori o migliori? La ringrazio in attesa di intraprendere questo duro percorso.

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Se con l'agobiopsia è stato eseguito un esame istologico non dovrebbe discostarsi da quello.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#4] dopo  
Utente 325XXX

Scusi se la disturbo ancora ma ormai penso solo al peggio.
E ho anche sensi di colpa per non essere andata prima a fare l'ecografia: il nodulo l'ho sentito già grande a inizi luglio (a giugno avevo fatto stimolazione ormonale per fivet, a inizi luglio gravidanza finita a fine mese con aborto spontaneo) ma sia il mio medico che quello del centro fivet mi avevano rassicurata dicendomi di aspettare a farla. Dall'autopalpazione del nodulo alla prima ecografia son passati 2 mesi circa: questo ritardo porterà gravi conseguenze trattandosi di her2 positivo? Se dalla biopsia dopo l'intervento non risulterà invasione vascolare significa che probabilmente non avrò recidive e/o metastasi?
Scusi per la poca chiarezza ma sono molto confusa.
La ringrazio molto e buona giornata

[#5] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Mi dispiace ma dei fattori prognostici completi se ne può parlare solo dopo l'istologico definitivo. 2 mesi di ritardo non dovrebbero amplificare in senso di gravità la prognosi. Stia tranquilla.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#6] dopo  
Utente 325XXX

Mi è stato consegnato l'esito dell'esame istologico definitivo dal quale risulta:
- linfonodo sentinella indenne da metastasi
- carcinoma infiltrante di tipo non speciale (duttale, NAS) G3 (formazione di tubuli 3, grado nucleare 3, mitosi 2, score = 8). L'esame microscopico del restante quadrante dimostra la presenza di multipli focolai di carcinoma (dimensione massima del focolaio maggiore di cm. 0,8)
- evidenza di angioinvasione multifocale
- si associa carcinoma intraduttale di tipo comedonico di grado nucleare 3 con colonizzazione lobulare
- margini indenni
- pT2(m) - pN0(sn)

Fenotipo:
- proteina recettore estrogenico assente
- proteina recettore progestinico assente
- marcatore di proliferazione Ki67 positivo nel 25% degli elementi neoplastici
- HER2 positivo score 3+

A breve sarò chiamata per la visita con l'oncologo per definire la terapia.

Vorrei il suo parere e soprattutto riguardo l'angioinvasione multifocale.

La ringrazio e la saluto cordialmente.

[#7] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
E' vero che siano registrati fattori prognostici sfavorevoli [(G3, Ki 67 e Her2 (score 3+), recettori negativi], ma ce ne sono altri favorevoli (linfonodo sentinella negativo). Per i fattori sfavorevoli mi aspetterei l'indicazione ad una terapia adiuvante + RadioTerapia (se ha subito una quadrantectomia: non è specificato)
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#8] dopo  
Utente 325XXX

E' stata fatta quadrantectomia:
- linfonodo di 2 cm. Si include in toto
- quadrante mammario destro delle dimensioni di cm 7x6x5 comprendente losanga di cute di cm 4,5x1, con neoformazione di cm 2,5 che dista 0,7 dal margine craniale (china verde:margine craniale; china rossa:margine caudale; china nera:margine profondo/fascia muscolare).

Da quel che posso capire ci son tutti fattori prognostici sfavorevoli e soprattutto l'angioinvaione multifocale che credo significhi che le cellule si sono immesse nel circolo sanguigno.

La malattia avanzerà e io sono disperata.

Saluti

[#9] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Ma la smetta di arrivare a conclusioni così fuorvianti e assolutamente non giustificate.

Ad esempio io Le ho scritto

>>ma ce ne sono altri favorevoli (linfonodo sentinella negativo)>>

e Lei conclude

>>Da quel che posso capire ci son tutti fattori prognostici sfavorevoli >>

quando lo stato linfonodale è il parametro forse più importante !!!!!

Mentre aspetta i controlli e trascorre il tempo aspettando il peggio con le sue paure ingiustificate, provi a leggere con calma questa discussione

https://www.medicitalia.it/salvocatania/news/44/Come-si-calcola-il-rischio-reale-per-il-tumore-al-seno

e scommetto che ne troverà giovamento

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#10] dopo  
Utente 325XXX

La ringrazio molto e posso capire quanto sia difficile per Lei e i suoi colleghi rispondere a domande così delicate.
E per questo vi ammiro molto.
Ho seguito il suo consiglio, mi ha fatto bene raccontare la mia storia e mentre scrivevo mi hanno chiamato per la visita oncologica.
Sono più serena e "disponibile" a cominciare il percorso terapeutico.
Saluti e a presto

[#11] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Che brava !! (^____^)

Legga questo consulto simile (parentela con G3, Her 2....)

https://www.medicitalia.it/consulti/Senologia/387190/Neoplasia-nata-a-distanza-di-10-anni
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#12] dopo  
Utente 325XXX

Salve, sono stata dall'oncologo che mi ha visitata e illustrato le terapie.
Dopo avermi elencato i "pochi" fattori negativi (G3, recettori ormonali negativi, angioinvasione multifocale, ki67 e her2 positivo e soprattutto questo!) mi ha detto che farò le seguenti terapie a scopo adiuvante:
- trattamento chemioterapico con schema FEC x 4 seguito da
- Taxotere (???) + Herceptin (???) x 4 seguito da
- Herceptin x 14 volte (18 somministrazioni totali)
- radioterapia


Penso sia corretto come ho scritto perchè la scrittura è arabica :-) comunque sono 8 cicli di chemioterapia (la prima più pesante della seconda), poi herceptin e radioterapia.

Quando le ho fatto notare che ho tutti fattori negativi mi ha risposto che per her2 adesso c'è un trattamento mirato e che alla fine della cura sarò nelle stesse condizioni di chi ce l'ha negativo e che non si può essere certi al 100% che non ci sia ripresa di malattia.

Beh Le devo dire che adesso non penso al peggio ma comincio a pensare ai miei folti capelli che cadranno e che ricresceranno ancora più ricci :-((

Un caro saluto








[#13] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non riesco a vedere i suoi capelli, ma la metafora ...mi è molto piaciuta.

Anche quella del suo oncologo che >>alla fine della cura sarò nelle stesse condizioni di chi ce l'ha negativo >>

Ovvero da paziente "interessante" per un semplice Her 2 a score elevato, Le toccherà far posto a "paziente poco interessante"....
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#14] dopo  
Utente 325XXX

Le sarei grata se potesse dare un'occhiata alle mie prime analisi del sangue di controllo da portare alla visita di venerdì.

EMOCROMO
Piastrine 300 (140 - 440)
Globuli Bianchi 8.88 (4.00 - 11.00)
Globuli Rossi 4.82 (4.00 - 5.40)
Emoglobina 13.6 (12.0 - 16.0)
Ematocrito 42.1 (38.0 - 47.0)
Volume Cellulare Medio 87.3 (82.0 - 98.0)
Contenuto Cellul.medio Hb 28.2 (25.0 - 34.0)
Concentraz.Cellul. Media 32.3 (32.0 - 36.0)
Ampiezza Media Distrib.G.R. 12.5 (11.5 - 14.5)
Volume Medio Piastrinico 9.6 (7.2 - 11.1)
Emazie Ipocromiche 1.3 (0.0 - 2.5)

FORMULA LEUCOCITARIA
%Granulociti Neutrofili 71 * (40 - 70)
N.Granulociti Neutrofili 6.30 (1.80 - 8.00)
%Linfociti 22 (22 - 44)
N.Linfociti 1.95 (1.00 - 4.50)
%Monociti 5 (4 - 11)
N.Monociti 0.44 (0.10 - 1.00)
%Granulociti Eosinofili 2 (0 - 8)
N.Granulociti Eosinofili 0.18 (0.00 - 0.80)
%Granulociti Basofili 0 (0 - 2)
N.Granulociti Basofili 0.00 (0.00 - 0.20)

ACIDO URICO 2.9 mg/dL (2.4 - 5.7)
AZOTEMIA 14 mg/dL (6 - 20)
CREATININA 0.77 mg/dL (0.50 - 0.90)
BILIRUBINA DIRETTA 0.2 mg/dL (0.0 - 0.3)
BILIRUBINA INDIRETTA 0.3 mg/dL
BILIRUBINA TOTALE 0.5 mg/dL (0.1 - 1.0)
GLICEMIA 86 mg/dL (70 - 110)
SODIO 137 mEq/L (136 - 145)
POTASSIO 4.3 mEq/L (3.5 - 5.1)
CALCIO 9.0 mg/dL (8.6 - 10.2)
FOSFATASI ALCALINA 55 U/L (35 - 104)
GAMMA GLUTAMIL-TRANSFERASI 22 U/L (5 - 36)
AST (SGOT) 12 U/L (4 - 40)
ALT (SGPT) 16 U/L (4 - 40)
LATTICODEIDROGENASI 304 U/L (240 - 480)

ANTIGENE CARBOIDRATICO 15.3 19.3 U/mL (0.0 - 25.0)
ANTIGENE CARCINO-EMBRIONARIO 2.5 ng/mL (0.0 - 4.3)

Prima dell'intervento il CA15.3 era 21.8 e il CEA era 2.2: il primo è diminuito e il secondo aumentato, è normale?
So che tutti i valori sono nella norma ( a parte i Granulociti Neutrofili ?) però vorrei un suo parere.

Grazie e buona giornata


[#15] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Vada tranquilla alla visita di controllo
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#16] dopo  
Utente 325XXX

Caro Dottore,
ho cominciato i miei cicli di chemioterapia e credo che sarà abbastanza dura.
L'altro giorno pensavo a come potesse essere cresciuto così tanto il nodulo e a formare focolai (e spero niente altro!) in soli 9 mesi (data dell'intervento e ad essere diventato palabile in soli 5 mesi.
E allora ho guardo i cd con le due diverse mammografie (di settembre 2013 e di gennaio 2013) e ho notato che il nodulo era già presente anche in quella di gennaio nello stesso punto solo un pò più piccolo (e per notarlo io penso sia molto evidente).
Ora le chiedo: se fosse così, è possibile fare un errore così grave dal momento che si vede benissimo?
Le farò esaminare da un altro medico e, anche se mi sembra scorretto, le potrei inviare anche a Lei (un documento word perchè anche da lì è visibile se è quello che penso io).
Sono molto giù perchè se davvero c'era già magari la situazione sarebbe stata meno grave.
La ringrazio
Saluti

[#17] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
A distanza è difficilissimo comparare i due esami. Li farei vedere ad altro radiologo della sua città.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#18] dopo  
Utente 325XXX

Salve,
ho inziato il mio primo ciclo FEC da una settimana e fino ad oggi non ho avvertito nessun sintomo particolare, tranne a volte sonnolenza e qualche brivido di freddo. Da ieri però avverto strani dolori alla testa, tipo brividi o formicolii e qualche fitta: è normale?
Ho letto delle proprietà del curcuma e vorrei sapere se può essere assunto durante la chemioterapia.

Grazie

Saluti

[#19] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Si certo. Legga

http://www.senosalvo.com/curcuma.htm

Per il resto stia tranquilla
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#20] dopo  
Utente 325XXX

Salve,
oggi ho fatto le analisi del sangue per fare la chemio tra 3 giorni ma i volari sono alterati:
EMOCROMO
Piastrine 327 10³/mm³ 140 - 440
Globuli Bianchi 2.84 * 10³/mm³ 4.00 - 11.00
Globuli Rossi 4.54 10^6/mm³ 4.00 - 5.40
Emoglobina 12.7 g/dL 12.0 - 16.0
Ematocrito 38.9 % 38.0 - 47.0
Volume Cellulare Medio 85.5 microm³ 82.0 - 98.0
Contenuto Cellul.medio Hb 28.0 pg 25.0 - 34.0
Concentraz.Cellul. Media 32.7 g/dL 32.0 - 36.0
Ampiezza Media Distrib.G.R. 14.2 % 11.5 - 14.5
Volume Medio Piastrinico 9.5 microm³ 7.2 - 11.1
Emazie Ipocromiche 1.9 % 0.0 - 2.5
FORMULA LEUCOCITARIA
%Granulociti Neutrofili 16 * % 40 - 70
N.Granulociti Neutrofili 0.45 * 10³/mm³ 1.80 - 8.00
%Linfociti 62 * % 22 - 44
N.Linfociti 1.76 10³/mm³ 1.00 - 4.50
%Monociti 20 * % 4 - 11
N.Monociti 0.57 10³/mm³ 0.10 - 1.00
%Granulociti Eosinofili 1 % 0 - 8
N.Granulociti Eosinofili 0.03 10³/mm³ 0.00 - 0.80
%Granulociti Basofili 1 % 0 - 2
N.Granulociti Basofili 0.03 10³/mm³ 0.00 - 0.20

I globuli bianchi e i granulociti neutrofili sono bassi, mentre i linfociti e i monociti alti: è normale in corso di terapia chemioterapica?
So che i primi si abbassano, ma come mai i linfociti e i monociti sono alti?
Sempre in ansia :-(

La ringrazio e buona serata

[#21] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Stia tranquilla : li faccia consultare ovviamente al suo oncologo.

Non è normale, nel senso che in corso di chemioterapia può accadere anche....di peggio (^___^)
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#22] dopo  
Utente 325XXX

Salve, il terzo ciclo di chemioterapia mi ha messa al tappeto e ora dopo una settimana va un pò meglio (non oso pensare a cosa mi succederà dopo la quarta e ultima FEC ....).
Sin dai primi giorni dopo l'operazione avevo notato una piccola pallina dura di fianco alla cicatrice e ai controlli mi è stato detto che a volte si formano dopo l'intervento. All'ultimo controllo l'ho fatto notare ancora una volta all'oncologo dal momento che son passati 3 mesi dall'intervento. Mi ha detto che la terremo sotto controllo e, se è il caso, di fare un'ecografia.
Ormai mi son abituata al fatto che tutto può accadere ma mi chiedo (e Le chiedo): è possibile che si presenti una recidiva sin dall'intervento?

La ringrazio della sua disponibilità e del suo prendersi cura di tutte noi.

Saluti

[#23] dopo  
Utente 325XXX

Ho capito che ha fatto meglio a non rispondermi, ho fatto l'ecografia ed è solo una tumefazione riferibile ad esiti chirurgici.
La ringrazio della sua pazienza e professionalità.

[#24] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Da quanto scrive è probabile che si tratti di esiti legati all'intervento.
Ma comprenderà bene che senza una visita è difficile apportare il contributo che si aspetterebbe.

Io l'aspetto sempre sul

https://www.medicitalia.it/salvocatania/news/44/Come-si-calcola-il-risch

l'aiuterà a non interpretare sempre tutti i nuovi segnali come un allarme inquietante.


Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#25] dopo  
Utente 325XXX

Salve, alla fine di giugno ho terminato le sedute di radioterapia e per ora continuo con l'herceptyn. Fin dalle ultime sedute di radio ho accusato dolori al braccio del lato irradiato che sembra essersi alleviato.
Dalle ultime analisi di controllo fatte alcuni valori sono elevati o in aumento:

CALCIO 9.8 mg/dL (8.6 - 10.2)
FOSFATASI ALCALINA 108 * U/L (35 - 104)
GAMMA GLUTAMIL-TRANSFERASI 51 * U/L (5 - 36)
AST (SGOT) 23 U/L (4 - 40)
ALT (SGPT) 30 U/L (4 - 40)
LATTICODEIDROGENASI 410 U/L (240 - 480)
ANTIGENE CARBOIDRATICO 15.3 19.2 U/mL (0.0 - 25.0)
ANTIGENE CARCINO-EMBRIONARIO 3.7 ng/mL (0.0 - 4.3)

Il calcio e il latticodeidrogenasi sono aumentati da novembre scorso, come anche il Cea e la fosfatasi alcalina :-((

Anche se l'oncologo mi ha detto che non sono valori preoccupanti, io continuo ad avere dolori alle mani e formicolio soprattutto appena sveglia.

Insomma non sono così forte e coraggiosa come le altre RFS

Un saluto e un grazie per tutto quello che fa per noi

Lucia

[#26] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
I valori cui fa riferimento sono tra i meno specifici e quindi la penso come il suo oncologo. (^____^)

Saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com