Utente 326XXX
salve,
circa 7 mesi fa strizzando il mio capezzolo dolorante ho scoperto che dal capezzolo sx usciva una secrezione scura. collegai quella secrezione con delle piccole crosticine dello stesso colore che mi era capitato di togliere dal capezzolo (a cui molto ingenuamente non avevo dato peso). un po' allarmata mi sottoposi a un'eco mammaria il cui referto fu:
"cute e capezzoli regolari. strutture parenchimo- stromali a prevalente componente ipoecogena con visibilità a sx al QCS di area ipoecogena a margini netti e contorni policiclici di 8,6mm, e di 5,1 mm, a sx al QC inferiore si evidenzia area ipoecogena a margini netti e contorni regolari di 7,5 mm, situato in prossimità di dilatazione sacciforme duttale. a dx al QCS e QSI interno presenza di aree ipoecogene a margini netti e contorni sfumati. utili ulteriori indagini"
. il senologo dal quale mi recai mi prescrisse una mammografia dalla quale non risultarono calcificazioni.questo il referto:
" cute e capezzoli regolari. strutture parenchimo- stromali in evoluzione adiposa con addensamento delle strutture retroareolari specie a sx ove in sede retroareolare si evidenzia un addensamento parenchimale"
il senologo mi consigliò di premere il seno per ripulire il dotto e di ritornare dopo tre mesi con una nuova eco. ho torturato il mio seno fino a quando le secrezioni non sono diventate giallastre... talvolta da un diverso foro strizzando sono uscite secrezioni trasparenti.
ho ripetuto l'eco il mese scorso e il referto è stato:
".a sx in sede para-areolare esterna tre nodulazioni solido omogenee ( di 5, 7 e 8,6 mm) a disposizione intraduttale compatibili con papillomi"
il senologo non mi sembra propenso ad intervenire (ma ciò contraddice quanto ho letto sulla papillomatosi). non so che fare anche perchè le secrezioni scure sono ricomparse e continuano quelle acquose.
dimenticavo... ho 35 anni e due bambini... ho allattato per un anno solo il secondo che ora ha 4 anni e nella mia famiglia non ci sono stati casi di cancro al seno.
mi farebbe piacere tanto avere un vostro parere
grazie, Melania.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non ho ben compreso quale sia la diagnosi conclusiva per decidere se intervenire o non intervenire.

Poiché mi pare di aver compreso che le secrezioni siano pluriorifiziali (o da un solo poro ? Sono abbondanti ? Continue ? SPONTANEE ? )
Non provochi più le secrezioni se vuole verificare questa caratteristica.
Legga

https://www.medicitalia.it/minforma/senologia/77-secrezioni-seno.html

Se fosse una mia familiare farei un esame citologico della secrezione e una Risonanza Magnetica CON mezzo di contrasto (ne parli con il suo curante)

Legga

http://www.senosalvo.com/approfondimenti/quando_perche_fare_RMM.htm

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 326XXX

Iscritto dal 2013
gentile dott. Catania,
la ringrazio per la repentina risposta.
in realtà le prime secrezioni erano monolaterali e monorifiziali e del color cioccolata di cui lei parla nell'articolo, che peraltro io ho riletto spesso negli ultimi mesi. le secrezioni sono diventate pluriorifiziali solo dopo che ho cominciato a strizzare il capezzolo e quelle scure e le lattiginose sempre provocate... ogni tanto però, soprattutto quando sono in libertà e indosso solo una t- shirt mi capita di ritrovare una macchiolina simile ad acqua sulla magliettain prossimità del capezzolo e anche quando strizzo il capezzolo mi sembra che esca sempre dallo stesso punto ... ed è questa secrezione che adesso mi crea un po' di ansia anche se ho letto che secrezioni pluriorifiziali non devono preoccupare.
per la diagnosi, il senologo mette per iscritto displasia ma mi dice che si tratta sicuramente di papillomi di natura benigna che non creano problemi e che per il momento non vanno tolti.
aggiungo che ho sempre fitte al capezzolo e al braccio dall'ascella al gomito ( ma non so se relazionati ai noduli).
grazie ancora

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non provochi più la secrezione . Metta su entrambe le areole due dischetti (anche quelli che si usano per struccarsi) e ci faccia sapere dopo una ventina di giorni

Mi scusi Lei scrive da Caserta e non da Lampedusa (^____^), ma se non si vuole fare una Risonanza è così difficile a Caserta far fare un semplice esame citologico della secrezione , quella più significativa ? Quella che Lei descrive così bene come inizialmente MONORIFIZIALE.

NON PROVOCHI PIU' LA SECREZIONE
>>il senologo mi consigliò di premere il seno per ripulire il dotto e di ritornare dopo tre mesi con una nuova eco. ho torturato il mio seno fino a quando le secrezioni non sono diventate giallastre>>

Se quello che ha fatto Lei lo facessi io...avrei ANCHE IO LE SECREZIONI MULTIORIFIZIALI BILATERALI

Se continua a provocare la secrezione non si capirà più nulla !
NON PROVOCHI PIU' LA SECREZIONE
NON PROVOCHI PIU' LA SECREZIONE
NON PROVOCHI PIU' LA SECREZIONE
NON PROVOCHI PIU' LA SECREZIONE
NON PROVOCHI PIU' LA SECREZIONE
NON PROVOCHI PIU' LA SECREZIONE

Ora è chiaro (^____^) ????
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#4] dopo  
Utente 326XXX

Iscritto dal 2013
CHIARISSIMO!!!! in realtà io ho solo seguito le indicazioni di un medico!
ora seguirò li suo consiglio e metterò i dischetti... nel frattempo mi sottoporrò alla Risonanza ( non ho mai pensato di non volerla fare!!!) e le farò sapere! :-)
ma, tutto sommato, posso stare tranquilla... vero?
grazie e complimenti per la simpatia!!!

[#5] dopo  
Utente 326XXX

Iscritto dal 2013
Gentilissimo dott. Catania,
mi rivolgo nuovamente a lei per avere un parere sul risultato dell'esame istologico in seguito a duttogalattoforectomia totale cui sono stata sottoposta dopo altri esami (citologico e duttogalattografia) che pare abbiano confermato la presenza di papillomi.
questo l'esito:
PARENCHIMA MAMMARIO DI PERTINENZA RETROAREOLARE SEDE DI ECTASIA DUTTALE CON INTENSA FLOGOSI E FIBROSI STROMALE, CON IPERPLASIA DUTTALE ORDINARIA ANCHE PAPILLARE. SI REPERTA UN FIBROADENOMA INTRA E PERICANALICOLARE.

la ringrazio.

[#6] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Tutto benigno !!
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#7] dopo  
Utente 326XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio tanto! Lei è davvero tanto disponibile! mi scusi ancora: se non mi fossi sottoposta all'intervento, quali rischi avrei corso? potrebbe in futuro presentarsi lo stesso problema anche al seno destro?
grazie ancora

[#8] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
[#9] dopo  
Utente 326XXX

Iscritto dal 2013
Gentilissimo dott. Catania, eccomi di nuovo a chiedere un Suo parere.
Qualche giorno fa mi sono sottoposta, come da prescrizione del medico che mi ha operato, a un'ecografia di controllo. Ecco il referto:
" A sinistra in QCS presenza di area ipoecogena di 5,5 mm di diametro massimo con vascolarizzazione periferica al color doppler; altra area ipoecogena anch'essa con vascolarizzazione al color doppler evidente al QCS inferiormente alla precedente. al QI sinistra ed al QCE altre arree ipoecogene di 5,5 mm di diametro con vascolarizzazione periferica. a destra al QCS ed al QCE aree ipoecogene a margini sfumati con vascolarizzazione periferica al color doppler; altra area ipoecogena senza vascolarizzazione al QCE di destra. utili ulteriori indagini."

La dottoressa del Centro presso cui ho fatto l'eco mi ha parlato di una "situazione molto delicata" dato il precedente intervento e considerata la presenza della vascolarizzazione, consigliandomi una risonanza magnetica con mezzo di contrasto ( che farò in tempi brevi).
Perché non si parla di noduli con forma definita ma di aree? La vascolarizzazione è indice di qualcosa? A sinistra sembra difficile stabilire confronti con la situazione precedente l'intervento... al seno destro invece è presente la vascolarizzazione laddove un anno fa non c'era....è normale? Vorrei avere anche un Suo parere al riguardo.

[#10] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Stia tranquilla : vascolarizzazione non vuol dire tumore e forse la dottoressa si è espressa male. Non è una situazione delicata, forse voleva dire complessa ed in questi casi è corretto approfondire con la Risonanza.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#11] dopo  
Utente 326XXX

Iscritto dal 2013
Dott. Catania, grazie per la celerità nella risposta.
Sarebbe così gentile da chiarirmi il senso di situazione "complessa"?
perchè la Rm?
la ringrazio ancora

[#12] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Complessa alle indagini che ha eseguito. Per questo è richiedere l'approfondimento con RM

http://www.senosalvo.com/approfondimenti/quando_perche_fare_RMM.htm
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#13] dopo  
Utente 326XXX

Iscritto dal 2013
Gentile dott, Catania ,
questo è il referto della RMM:
"Bilateralmente diffuse iperintensità di segnale in T2-SPIR per cisti bilaterali, più evidenti ai quadranti esterni.
a destra all'UUQQSS formazione nodulare di 13x11 mm che appare iperintensa in T2- SPIR e mostra enhancement omogeneo e progressivo (fibroadenoma)
a sinistra omologhe nodulazioni fribroadenomatoidi a margini regolari a sede retroareolare di 9mm ed all'apice del QSE di 5 mm.
pericentimetriche adenopatie a sede ascellare costantemente ipointese in tutte le fasi dinamiche".

Leggere di fribroadenomi mi tranquillizza ma attendo con ansia un Suo parere!

[#14] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Se la diagnosi è di fibroadenoma la sua interpretazione tranquillizzante è condivisibile.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#15] dopo  
Utente 326XXX

Iscritto dal 2013
In realtà non ho ancora una diagnosi perché ho ritirato il referto solo oggi e ho la visita dal senologo mercoledì ... Speravo in un'interpretazione più specialistica della mia 😓. O meglio, la mia situazione ora è ancora "complessa"? Le farebbe altri esami?
La ringrazio!