Utente 315XXX
Gentili dottori,
approfitto ancora di questo meraviglioso servizio che ci offrite online in quanto qui ho sempre riscontrato grande professionalità e gentilezza.
Scrivo per mia madre, 65 anni, in quanto nello scorso mese di maggio fece una visita senologica dalla quale le diedero il seguente referto:" ESAME CLINICO NEGATIVO. SI SEGNALA UNA NODULARITA' (LIPOMA?) SUL PILASTRO ASCELLARE ANTERIORE DESTRO PER IL QUALE E' UTILE UNA MAMMOGRAFIA."

effettuata mammografia, ci hanno consegnato l'esito che ora vi trascrivo che però ha lasciato molto perplesso il nostro medico di famiglia, ragione per cui mi piacerebbe avere al riguardo un vostro autorevole parere. Il referto della mammografia dice ciò:
"NON IMMAGINI FIGURATE SOSPETTE NE MICROCALCIFICAZIONI PATOLOGICHE. QUADRO RADIOLOGICO INVARIATO RISPETTO AL PRECEDENTE CONTROLLO DEL 01/02/2012.
LINFONODI LUNGO IL PROLUNGAMENTO ASCELLARE".
Ecco, l'ultima frase di questo esito, sui linfonodi, ha fatto infuriare il medico di base, il quale sostiene che non si capisce di che natura siano i suddetti linfonodi e che detta così tale frase non significa nulla. Lo stesso medico di base consiglia di ripetere la mammografia tra 5-6 mesi per sicurezza. Secondo voi ha ragione lui? ci dobbiamo preoccupare di tale situazione?
Vi ringrazio in anticipo.

[#1] dopo  
Dr. Andrea Annoni

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
4% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2008
Se li segnala con i termini che allega Lei non ravvedo alcuna ragione per preoccuparsi, perché evidentemente non presentano caratteristiche sospette.

Saluti
Annoni Andrea, MD

[#2] dopo  
Utente 315XXX

la ringrazio per la cortese risposta dottore.
Ha ragione, solo che il nostro medico di base ci ha un bel po spaventati, secondo lui tale mammografia è da ripetere poichè non ci dice, nello specifico, di che natura sono questi linfonodi e sentendo lui così, mia madre si sta molto spaventando....