Utente cancellato
Salve un anno fa è stato diagnosticato a mia madre di aa 79 un adenocarcinoma intraduttale del seno sn(diametro sui 5 cm) con linfodenopatia ascellare omolaterale.
Il tumore è risultato positivo ai markers ormonali(sopratutto estrogeni) e il metodo fish
x il gene HER2/ neu risulta non ampilificato(+).
Ha anche un nodulo polmonare sinistro di 1 cm (metastasi)
Ha iniziato da tre mesi una chemioterapia in aggiunta della terapia ormonale
con anastrazolo,in quando la massa tumorale sembra in leggera crescita.
In un primo momento la terapia ormonale stava da sola facendo regredire il tumore,ma poi ha ripreso lentamente a ricrescere,Quindi ora fa anche chemioterapia x via orale.
I markets tumorali esame ematico di novembre (lieve anemia,e live leucopenia):
-antigene CAE su 23,5 e sta aumentando mese dopo mese
-antigene CA 15.3 su 53 3 sta diminuendo
Preciso che mia madre è bronchitica cronica ed valori alti di uremia(7.7)
Vorrei sapere come mai sta dimunuendo antigene CA 15.3 ed aumentando
antigene CAE?
Probabilmente inizierà una radioterapia x i linfonodi ascellari sono ancora ingrossati.

Grazie

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Farei controllare i dati ovviamente dall'oncologo.

Un incremento dei valori come quello che allega non vuol dire che ci sia una evoluzione sfavorevole della malattia, perché questi valori possono incrementarsi anche per cause NON tumorali.

Legga
https://www.medicitalia.it/minforma/oncologia-medica/75-marcatori-tumorali-tumor-markers.html

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com