Utente 379XXX
Gentilissimi, ho 48 anni una settimana fa in seguito al controllo senologico di routine, il senologo radiologo ha voluto farmi agoaspirato su un nodulo già presente mammografiicamente,ed eco graficamente nel 2012, quindi nel 2014, ricontrollato ad intervallo di sei mesi, fino alla data del controllo completo di prevenzione annuale. Il tipo di nodulo descritto come formazione nodulare ipoecogeno con i caratteri della benignità. Ora attendò con molta ansia l'esito del citologico, eseguito perché il senologo non riesce a distinguerne il contenuto. Posso dire che mi ha effettuato due prelievi, di cui il primo pare siero ematico, il secondo non saprei. Sono chiaramente in uno stato d'animo molto preoccupato. Penso al contenuto ematico del nodulo come un presupposto di malignità. Se qualcuno fosse così gentile da rispondermi sarei grata, questo pensiero accompagnato dal l'attesa dell'esito mi sta angosciando.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
E cosa potremmo aggiungere se non ci allega la diagnosi formulata sul nodulo nel 2012 e nel 2014, né ci scrive perché sia stato sottoposto ad agobiopsia (quali caratteristiche si sarebbero modificate ?).

Non resta che aspettare l'esito dell'esame.

>>Penso al contenuto ematico del nodulo come un presupposto di malignità>> non è affatto vero perché un materiale ematico si può riscontrare sia in una lesione maligna che benigna e può essere prodotto dal trauma dell'ago.

Tanti saluti

Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 379XXX

Dottor Catania, speravo tanto che fosse Lei a rispondermi, credo di aver divorato in questi giorni centinaia di sue risposte ai consulti, riuscendo a strapparmi diversi sorrisi, leggendo la pazienza e ironia che ha avuto con l'utente in cura psichiatrica. Purtroppo i referti mammografici ed eco grafici dell'ultimo anno sono stati trattenuti dal centro in cui ho fatto agoaspirato.
Nel 2004 iL'ecografia effettuata parlava di cisti al seno destro (ma credo si sia sbagliato a scrivere destro invece di sinistro ) perché le formazioni erano di misura e posizione identiche a quelle rilevate poi al sinistro nel 2012, in cui la senologa parla di noduli ipoecogeni con caratteri di benignità, ricontrollo invariato sei mesi dopo. In quest'ultimo anno il senologo non ha visto cambiamenti ma ha solo avuto dubbi sul contenuto delle formazioni.
Mi riservo di aggiornarla sull'esito dell'ago aspirato avendo avuto modo di apprezzare la sua competenza, professionalità e sopratutto, come ho già detto, la sua pazienza dote davvero unica.

[#3] dopo  
Utente 379XXX

Gentilissimo Dott. Catania, le trascrivo il referto complessivo e definitivo comprensivo dell'ago aspirato.
Spero non lo riceva trascritto due volte per problemi tecnici.

Quadro clinico mammo-ecografico di seno fibroghiandolare.
A sinistra nella regione al confine con QSE e QIE ad ore 2-3 si evidenzia formazione nodulare ipoecogena a margini piuttosto regolari e netti compatibile in prima istanza con fibroadenoma.
Essa appare pressoché invariata rispetto alle precedenti, salvo un lieve aumento della ipoecogeni cita.
In accordo con la paziente e' stato eseguito agoaspirato eco guidato per conferma della benignità.
" materiale ematico con rari e minuti lembi di cellule duttalli coese e isomorfe e qualche raro tralcio fibroreticolare (C2)"
Il quadro nel suo complesso depone per lesione nodulare solida benigna.
Si consiglia controllo clinico ecografico tra sei mesi.

[#4] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Bene !
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com