Utente 395XXX
Buonasera Egr.Dottori,
sono una ragazza di 32 anni, a settembre 2015, attraverso la palpazione del seno durante una visita ginecologica, ho scoperto di avere un "nodulo" al seno. Sotto indicazione della Dott.ssa, ho effettuato subito un'ecografia, la quale ha evidenziato la presenza di più fibroadenomi, in particolare uno di dimensioni più rilevanti nel seno sinistro di circa 20mm. Tutte le formazioni nodulari apparivano "ad ecogenicità omogenea con pareti ben definite e prive di attenuazione del fascio acustico e negative al Power Doppler." Inoltre il referto si concludeva con "il quadre depone per la presenza di fibroadenomi mammari" e mi veniva indicato di ripetere l'esame dopo circa 3 mesi per monitorare il tutto e verificare se sarebbero cresciuti o meno questi fibroadenomi.
Il risultato della seconda ecografia, effettuata questa volta non presso un ospedale, a fine gennaio 2016, parla di "alcune formazioni nodulari ipoecogene a margini regolari di verosimile natura fibroadenomatosa localizzate a livello del:
-QSE destro, una di 10mm;
-QSI destro, una di 7mm di DM;
-regione parareolare inferiore destra una di 18mm di dm;
-QSE/S/ sinistro una di 22mm di dm;
- QSE sinistro di 7mm di dm;
- QSE/IE sinistro una di 9mm di dm;
Presenza di alcune formazioni cistiche subcentimetriche. "
Mi è stata consigliata una visita senologica, effettuata il mese scorso. La Dott.ssa che ha visionato entrambe le ecografie, mi ha detto che devo operarmi per asportare il fibroadenoma al seno sinistro, pur rassicurandomi sul fatto che non si tratta di nulla di grave e che il rischio che si trasformino in tumori maligni è del tutto trascurabile. Ho consultato un secondo medico,per avere un secondo parere, il quale invece non mi ha parlato di operazione, a suo avviso non necessaria, ma solo di rifare un'ecografia tra 3 mesi per una nuova valutazione e nel caso in cui i fibroadenomi restino più o meno invariati, di non preoccuparmi assolutamente.
Ora non so cosa fare, se sottopormi a intervento per rimuovere il fibroadenoma più grande, cosa che, sinceramente, eviterei molto volentieri se non fosse del tutto necessaria, continuando a monitorare gli altri; oppure tenerli sotto controllo e prendere in considerazione il fatto di rimuoverlo, solo nel caso in cui continui a crescere sempre di più.
Voi cosa mi consigliate? devo operari o no?non togliendolo, a quali rischi vado incontro? potrei avere problemi per l'allattamento ? premetto che non ho nessun fastidio, nessun dolore e ad occhio nudo non si vede nulla...
Mi scuso per le numerose domande ma non so davvero quale decisione prendere perchè ho avuto pareri contrastanti...
Vi ringrazio infinitamente!

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Stia assolutamente tranquilla. Se la possibilità di degenerazione è "trascurabile" , e concordo, perchè tanta ossessività nei monitoraggi (ogni 3 mesi ?) o nell'indicazione chirurgica ???

Lei ha 32 anni e intorno ai 35 anni i fibroadenomi in fatto di crescita tendono a stabilizzarsi. Se non necessario e se non ci sono dubbi diagnostici a 35 si potrà fare il punto della situazione.

Legga

https://www.medicitalia.it/minforma/senologia/68-fibroadenoma-devo-operare.html

Tanti saluti
Salvo Catania
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 395XXX

La ringrazio molto Dr. Catania per avermi risposto e per avermi tranquillizzata...
quindi Lei mi consiglia di aspettare e monitorare si, ma senza essere troppo ossessivi...
non credo possa crescere in maniera spropositata in poco tempo, quindi qualora continuasse a crescere ,farei sempre in tempo a rimuoverlo; mentre nel caso in cui restasse più o meno di queste dimensioni, potrei tenerlo senza che mi crei danni o problemi, giusto? mi è stato detto che potrebbe dar problemi per un eventuale e futuro allattamento, è vera questa cosa?

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Monitorare senza ossessività...a meno di variazioni del quadro clinico-strumentale.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com