Utente 413XXX
Buongiorno,
ho 47 anni e sono stata operata un anno fa per carcinoma duttale in situ.
Terapia ormonale con Tamoxifene + Enantone.
La mia domanda è questa: ho letto con interesse i suggerimenti per una corretta dieta che aiuti nella prevenzione dei tumori al seno.
Purtroppo chi, come me, è cresciuto in anni nei quali c'era poca attenzione alla correlazione tra alimentazione e salute, potrebbe essere stato maggiormente esposto a rischi: chi non ricorda la scoperta dei pericoli di coloranti e conservanti consumati da noi, allora bambini, in dolci tanto accattivanti quanto dannosi? E chi non è cresciuto bevendo acqua del rubinetto "aromatizzata" con quelle terribili bustine che la rendevano frizzante? Per non parlare dei pesticidi...
Oggi però, nonostante si ricordi continuamente il valore della dieta mediterranea, i nostri figli crescono con un'offerta di alimenti decisamente superiore a quella che avevamo noi genitori, e, per di più, di alimenti conservati e ricchi di grassi e zuccheri, complici anche la mancanza di tempo (e di voglia) delle mamme e la tendenza dell'industria alimentare ad "educare" il palato dei bambini verso la ricerca di cibi ogni volta più ricchi e più dolci.
Si assiste ad uno sviluppo sempre più precoce delle bambine e mi chiedo se questo, unito ai fattori della familiarità e dell'alimentazione eccessivamente ricca, possa aumentare il rischio di sviluppare, da adulte, un tumore al seno.
Lo chiedo perché, nella mia famiglia, sono stata la prima ad aver avuto questo genere di problemi ed ho una bambina di 9 anni, anche lei con una crescita precoce.
Grazie e buona giornata

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Concordo con le sue considerazioni e senz'altro già a 9 anni si devono dare le raccomandazioni di PREVENZIONE PRIMARIA, non solo riguardo alla educazione alimentare, ma soprattutto (studi 2014 ,2015) riguardo alla costante ATTIVITA' FISICA.

Legga

Prevenzione
https://www.medicitalia.it/blog/oncologia-medica/2253-fermi-dieta-anticancro-rimangia-regole.html

http://www.senosalvo.com/vero_falso_dieta.htm

https://www.medicitalia.it/news/oncologia-medica/5739-franco-berrino-nuovo-libro-cibo-uomo.html

https://www.medicitalia.it/blog/oncologia-medica/90-attivita-fisica-riduce-rischio-morire-prematuramente-tumore.html

Verissimo che il rischio zero non esiste, ma lo si può ridurre di molto.

Tanti saluti
Salvo Catania
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com