Utente 686XXX
Gentili dottori, vi scrivo in merito ad un problema che mi affligge non poco.
Sono una donna di 32 anni.
Sono alla 30 settimana di gravidanza.
Da un mese oramai le areole di entrambe le mammelle hanno cominciato a secernere un liquido acquoso, trasparente-giallognolo, del tutto spontaneamente, tanto che la notte sporco camicia da notte e lenzuolo.
Il capezzolo non è interessato.
Le areole sono molto desquamate e mi prudono assai.
Sono andata dal ginecologo e da un dermatologo; il primo, non sapendo cosa dirmi, mi ha dirottato sul dermatologo.
Il secondo mi ha prescritto una crema mista antibiotico-cortisonica .
Purtroppo nessun miglioramento.
Sono davvero molto in pensiero.
Potete darmi qualche consiglio?
Grazie infinite.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Ma che diagnosi ha formulato il dermatologo ?
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 686XXX

Ha parlato di "lesione simil-eczematosa", ma mi ha manifestato non poche perplessità. Ha detto di provare con la crema di cui sopra, lavare solo con acqua e indossare indumenti di cotone bianco, prescrizioni che ho seguito alla lettera.
Data però l' assenza di miglioramento, o anche solo di mutamento dei sintomi, non saprei a chi altro rivolgermi....cosa posso fare? Cosa potrebbe essere?

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Quindi nulla di sospetto in senso oncologico ed in tutta serenità cercherei di risolvere in ambito DERMATOLOGICO il problema anche perché alla sua età un Paget bilaterale (unica lesione di interesse oncologico) è pressoché inesistente.

Stia assolutamente tranquilla-
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#4] dopo  
Utente 686XXX

Grazie infinite Dott. Catania per la sua premurosa risposta; già escludere in buona parte il fattore oncologico mi fa tirare un sospiro di sollievo.
A questo punto chiederò un altro consulto dermatologico.
Grazie ancora!