Utente 396XXX
Gentili medici,
Gradirei un vostro parere riguardo agli esiti della PET, ecografia mammaria ed ecografia collo eseguiti da mia madre 70 anni operata 10 anni fa di tumore bilaterale al seno.
In questi 10 anni non ha avuto particolari problemi ed ha sempre svolto i suoi controlli, da circa 6 1 anno riscontra gonfiore al braccio destro che ha fatto valutare al chirurgo vascolare.

Ecco gli esiti:
Tomo scintigrafia PET total body
Glicemia 94 mg/dl
Valutazione globale
L'analisi delle immagini documenta fisiologica distribuzione del tracciante con visualizzazione del parenchima cerebrale renale e dei calici renali bilateralmente e della vescica. Tali distretti non sono quindi indagabili in maniera attendibile per ricerca di eventuali sottostanti lesioni iper metaboliche
Valutazione distrettuale
Distretto cervico facciale non reperti significativi in senso oncologico
Distretto toracico
Si evidenziano intense focali ipercaptazioni a carico di adendo patire in sede sovraclaveare destra ed ascellare/ retro pettorale omolaterale
Lieve accumulo in sede ilare polmonare sinistra di incerto significato
Si rilevano due micro noduli polmonari a destra nel lobo superiore non tipizzabili metabolicamente in relazione alle piccole dimensioni , reperti meritevoli di controllo evolutivo
Distretto addomino pelvico
Fegato stomaco milza pancreas e surreni indenni da patologiche captazioni
Distretto muscolo scheletrico
Non reperti significativi in senso oncologico
Conclusioni
Quadro PET/ct indicativo di localizzazioni di malattia metabolicamente attiva nelle sedi linfonodali descritte

Ecografia collo per linfonodi
Unicamente in fossa sovraclaveare dx si osserva una adenopatia piccola ma con caratteristiche sospette per significato oncologico diametro max 7mm forma tondeggiante con inversione del roud index ecostruttura marcatamente ipoecogena piccoli segnali vascolari solo in periferia indice di stiffness patologico al nodulo elastosonografico share wave
Abbiamo parlato con l'oncologo che ci farà sapere qualcosa dopo la riunione di equipe anche se non ci è parso così preoccupato
Gradirei una vostra valutazione

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
A distanza è impossibile (oltre che vietato) aggiungere ulteriori contributi al sospetto di "Unicamente in fossa sovraclaveare dx si osserva una adenopatia piccola ma con caratteristiche sospette per significato oncologico "
Ovviamente il rilievo riscontrato merita un approfondimento

Mi dispiace ma non si può dire di più senza una visita.
Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 396XXX

Grazie per la puntuale risposta,
La cosa che non ci spieghiamo è come mai dalla visita con palpazione del collo ( e li possiamo capire) e nemmeno dalla PET è stato evidenziato questo nodulo.....attendiamo la nuova visita con l'oncologo

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Ci aggiorni se lo desidera dopo la visita
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#4] dopo  
Utente 396XXX

Gentili medici,
La situazione appare a mio avviso più che mai confusa.
Dopo la visita fatta con l'oncologa viene prescritta una nuova ecografia mammaria con focalizzazione alla parte alta del seno dx.....in corrispondenza della cicatrice del primo intervento vengono riscontrate 'due adenopatie' per un diametro totale di tre cm complesdivamente.
L'oncologa con il radiologo richiedono agoaspirato....ci rechiamo una settimana dopo in reparto e l'operatore che doveva eseguire il prelievo ci dice che essendo in prossimità dei vasi sanguinei 'non si fida a fare l'agoaspirato' per evitare ematomi interni ecc.
Mercoledì nuovo incontro con l'oncologa per delineare il tutto.
Le mie perplessità sono tante :
Dopo un mese dagli esami eseguito non sappiamo ancora la situazione clinica del paziente a distanza di una settimana prima l'ecografia al seno non rivela niente poi invece queste adenopatie ci sembra un approccio molto confuso e stiamo valutando di contattare un altro ospedale specializzato in patologie mammarie per avere una seconda valutazione