Utente 437XXX
Salve, in seguito a dolore persistente sotto ascella sinistra mi è stata prescritta ecografia mammaria con risultato: seno a struttura fibroghiandolare nel cui contesto non si evidenziano alterazioni ecostrutturali di tipo focale. A carico della qse della mammella sn si segnala area tenuemente ipoecogena a contorni sfumati riferibile verosimilmente ad area di imbibizione edematosa. Presenza a carico di entrambi i cavi ascellari di qualche linfonodo ipereplastico del diametro massimo di 18 mm. dopo circa due settimane, ho notato la fuoriuscita di liquido giallino solo da capezzolo sinistro che poi per 4/5 giorni è diventato sangue e ora sembrerebbe trasparente ma con tracce di sangue (solo dal capezzolo di sinistra e solo da un buchino) In questi giorni provo leggero fastidio anche sotto l'ascella di destra. Il medico mi ha ordinato una visita senologica chirurgica che effettuerò il 14 febbraio ed esame della prolattina a 0' 15' 30' il cui risultato è stato: primo prelievo 24,40 ng/ml su valore di riferimento da 2.10 a 29, il secondo prelievo 20,00 ng/ml su valore di riferimento da 2,80 a 17,70, e il terzo prelievo 16,10 ng/ml su valore di riferimento sempre da 2,80 a 17,70. Aggiungo inoltre che soffro di un lieve ovaio policistico e prendo inofert plus da ottobre e dovrò continuarlo fino ad aprile. Cosa dovrei aspettarmi? Dovrei essere preoccupata? Due sorelle di mia madre hanno avuto tumore al seno e anche una mia prima cugina, per questo sono un po' agitata, spero inutilmente.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Comprendo che vorrebbe lenire la sua ansia con le nostre anticipazioni che però sono parziali perché a distanza.

Forse dovremmo rinviare un approfondimento, se lo desidera, dopo la visita senologica intanto Le raccomando di non provocare la secrezione prima della visita e di leggere

https://www.medicitalia.it/minforma/senologia/77-secrezioni-seno.html

Tanti saluti
Salvo Catania
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 437XXX

La ringrazio dottore, articolo davvero molto chiaro. Le scriverò senz'altro per approfondimenti dopo la visita senologica.

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
D'accordo
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#4] dopo  
Utente 437XXX

Buonasera dottor Catania, le avevo detto che le avrei fatto sapere come sarebbe andata la visita, ed ecco cosa la senologa che mi ha visitata ha concluso: "Paziente di 19 anni in apparente buona salute. Riferisce da qualche mese il dosaggio della prolattina ai livelli alti della norma e secrezioni siero-lattea da entrambe le mammelle da più orifizi" Cosa che si è praticamente inventata perché io la curva della prolattina l'ho fatta una decina di giorni fa, e il 'qualche mese' che è uscito dalla mia bocca era riferito al dolore sotto l'ascella sinistra e non alla prolattina nè alle secrezioni che invece sono iniziate da qualche settimana, che tra l'altro sono tutto il contrario di quello che ha descritto la dottoressa e cioè fuoriescono da una sola mammella e da un solo orifizio, e dall'articolo che lei mi ha allegato, da quello che leggo sulle secrezioni siero-lattiginose, non c'entrano nulla con quelle che ho io, che poi tra l'altro la dottoressa non ha visto perché anche se ha spremuto il capezzolo non è uscito nulla, mentre se lo faccio io si. Dopo che le ho fatto notare che in realtà la secrezione esce solo da mammella sn e da un solo orifizio ha continuato a scrivere " fuoriuscita di secrezioni siero-ematiche a sinistra, associate a turbe del ritmo mestruale. Già in cura da endocrinologo non ritengo al momento si debba fare altre indagini o cure essendo l'esame clinico delle ghiandole mammarie e delle ascelle al momento negativo per lesioni francamente patologiche." (Mi ha visitato il seno si, ma credo abbia visitato solo superficialmente Le ascelle, non ha nemmeno toccato il punto in cui sento dolore.) "nel caso i livelli di prolattina dovessero rimanere alti nella norma e le secrezioni siero-ematiche dovessero perdurare,consiglio l'assunzione di Bromeda capsule 1al giorno per tre mesi. Ma attualmente inutile sovrapporre alla cura endocrinologia (inofert plus)" poi, a voce, ha aggiunto che pensa che il dolore sotto all'ascella sia dovuto o a problemi appunto delle mestruazioni, o a problemi posturali o al fatto che abbia fatto pallavolo per 5 anni, abbia abbandonato per tre e ora abbia ricominciato a fare sport (palestra). Ora, io non sono una senologa nè ho studiato medicina, ma a me questa dottoressa non ha convinta. Secondo lei, dovrei stare tranquilla così o mi consiglia di chiedere un'altro consulto?

[#5] dopo  
Utente 437XXX

Questa mattina parlando con un'amica mi è venuto in mente che qualche settimana, forse un mese, prima che iniziassi a sentire questo fastidio sotto l'ascella ho avuto un' infezione di micosi a causa di un gattino con cui giocavo, manifestatasi con dei segni circolari sul braccio (il braccio di sinistra, come l'ascella) curata poi con la crema micostop. Potrebbe centrare qualcosa con tutto questo?

[#6] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Si è possibile ma, senza poter vedere, di più non saprei cosa dire
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#7] dopo  
Utente 437XXX

Ma per quanto riguarda quello che le ho detto della visita, cosa ne pensa?

[#8] dopo  
Utente 437XXX

Ho dimenticato in precedenza di aggiungere che le secrezioni sono iniziate circa tre settimane prima del ciclo mestruale e sono continuate anche dopo La fine di esso. Non so, magari c'entra anche questo. La prego dottore mi dica cosa ne pensa di ciò che le ho detto riguardo alla visita. Dovrei stare tranquilla così e tenermi il dolore all'ascella e la secrezione, o dovrei contattare il mio endocrinologo, o magari un altro senologo?