Utente 447XXX
Salve, mia madre è stata operata 2 mesi fa al seno, dove le sono stati tolti 2 noduli. Ora ha fatto la visita oncologica con il risultato istologico,che di seguito vi scrivo. Vorrei sapere se è giusto secondo voi la terapia che le hanno dato da fare, e se è veramente necessario fare una chemio.

Carcinoma duttale G3 con caratteri di tipo midollare della mammella sx bifocale operato pT1bnNO(mol-)
RE:negativo RPg : negativo , KI-67:80% her2: negativo
Protesi anca dx per artrosi
Ipercolesterolemia in trattamento

28.02.2017: Quadrantectomia SE sx con esame estemporaneo del linfonodo sentinella (Neg) :Macroscopico: a 1 cm dal margine interno nodulo di cm. 0.7 che dista 2.5 cm dal margine areolare, 1 cm dal margine superficiala, 2 cm dal margine profondo. A 1 cm da suddetta neoplasia secondo nodulo neoplastico di cm 0.9 che dista 1 cm dal margine superficiale, cm 1 dal margine superiore,cm 2.5 dal margine aereolare, cm 1 dal margine profondo, c, 1.4 dal margine esterno.
I due noduli sono Carcinoma duttale inflitrante G3 con caratteri di tipo midollare. Pattern di accrescimento prevalentemente espansivo,marcato infiltrato linfoplasmocitario intra ed perilesionale, scarsa differenziazione tubulare, marcato pleomorfismo citonucleare, elevato indicice mitotico. tessuto adiposo e un piccolo linfonodo esenti da localizzazione neoplastica
pT1bpNo (mol-)
RE: negativ. RPg: negativ., ki-67: 80% her2:negativo
Stadiazione preoperatoria con eco addome:neg(cisti epatiche) e rx torace:negat.
paziente: 57 anni in PS 0
e.o. esiti regolari di quadrantectomia SE sx
Vista la stadiazione della malattia e l'assetto biomolecolare paziente candidata a trattamento CT adiuvante con schema EC X 4 >seguito da 12 Paclitaxel settimanali (KI.67:80%, G3). A seguire trattamento RT su mammella residua.
Completare stadiazione di malattia con Scintigrafia ossea.

Aspetto presto una vostra risposta, per capire se chi mi rispondera' in base agli esami che leggete, farebbe il trattamento che faranno a mia madre. Grazie in anticipo.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Sì è condivisibile perché si tratta di un triplo negativo e va trattato adeguatamente.

Adeguatamente vuol dire che sia curabile, ma al suo posto (e in tal modo aiuterà anche la sua mamma) occorre occuparsi della
seconda e più grave malattia : LA PAURA DEL TUMORE.

C'è la possibilità di curarsi e riprendersi in mano la vita

https://www.medicitalia.it/news/senologia/6986-blogterapia-ragazze-fuoridiseno-rfs-bilancio-anniversario.html

se Le fa piacere può raccontarci presentandosi con un nome (anche fasullo) la sua interessante storia per sommi capi e le sue compagne di avventura sapranno indicarle come fare. Molte di queste sono "tripli negativi" (e diverse figlie scrivono per le madri) e sicuramente potranno darle numerosi consigli pratici nel corso delle cure

Scriva pure che l'ho invitata io e così evita i preamboli della presentazione
https://www.medicitalia.it/spazioutenti/forum-rfs-100/come-si-calcola-il-rischio-reale-per-il-tumore-al-seno-44-709.html

Tanti saluti
L'aspettiamo
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 447XXX

Grazie mille per la sua risposta, e per il suo aiuto..