Utente 446XXX
Gentili dottori, da circa 13 anni effettuo ogni anno/anno e mezzo una eco al seno per il follow up di alcune piccole cisti benigne che ho su entrambi i seni. Ho 37 anni ( quasi 38). Tre giorni fa dopo circa 19mesi effettuo l'ennesima ecografia al seno e il mondo mi cade addosso. A parte le solite cisti, più o meno immutate, l'oncologo segnala la presenza di una formazione che 19mesi fa non c'era e che ha messo subito in allarme il medico. Se n'è accorto semplicemente visitandomi prima ancora di effettuare l'ecografia. Formazione ipo-anecogena bilobata di 0.99 mm con spot (uno.. singolo!) iperecogeno al margine, meritevole di approfondimento prima tramite mammografia, poi eventualmente con esame FNAC e/o istologico (il medico già mi ha detto che lo farà anche in caso di mammografia negativa). Il giorno dopo ho fatto subito la mammografia, il cui referto mi verrà consegnato fra 5 giorni. Ora conosco molto bene il mio medico e so che la sua espressione non prometteva nulla di buono. So che un fibroadenoma non si forma molto spesso a 37 anni. So che uno spot iperecogeno al margine non depone a favore di una diagnosi negativa. non riesco a smettere di piangere, oltretutto ho sempre effettuato controlli e mi sento profondamente amareggiata. Vorrei sapere se c'è almeno una piccola possibilità (il medico dice che lo spot iperecogeno proprio al margine lo preoccupa) che non si tratti di cancro. Grazie mille

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Qualche piccola possibilità ? Ci sono molte probabilità che si tratti di una lesione BENIGNA da quanto allega e comunque anche nella peggiore delle ipotesi siamo di fronte ad una lesione di piccole dimensioni che suggerirebbe un cauto ottimismo.

Tanti saluti
Salvo Catania
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 446XXX

La ringrazio, dottor Catania. Purtroppo rimanere sereni in situazioni così è difficile. Conosco il mio medico e mi è sembrato molto allarmato. Mercoled^ sera dovrei avere il referto della mammografia e recarmi poi (spero il giorno successivo se disponibile) dal mio senologo per portargliela in visione. Se non la disturbo troppo vorrei tenerla aggiornata. Purtroppo da pi§ di 3 anni ho una situazione di salute abbastanza precaria e questo ulteriore problema non ci voleva proprio. inoltre, vorrei farle una domanda. io ho quasi 38 anni e il mese scorso (dopo un annetto e mezzo di ciclo prima abbondante poi sempre più scarso) ho fatto delle analisi e ho una scarsa riserva ovarica. ho effettuato dosaggi ormonali in 20esima giornata e risulta progesterone molto molto basso. ora dovrò effettuare altri dosaggi in terza giornata, non appena avrò il ciclo. Il mio ginecologo parla di menopausa precoce. Tutto questo potrebbe essere legato in qualche modo alla possibilità che io abbia un tumore al seno? Sa com'è, mi sembra impossibile che tanti problemi fisici mi stiano capitando tutti insieme e ho timore di una correlazione. grazie mille ancora e la aggiornerò nei prossimi giorni

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non c'è alcuna correlazione. Ci aggiorni pure
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#4] dopo  
Utente 446XXX

Grazie dottore, ma nel primo messaggio ho sbagliato a scrivere... Il nodulo in questione non è di 0,99 mm ma di 9.90 mm, quindi molto più grande... che ne pensa?

[#5] dopo  
Utente 446XXX

Gentile dottore, ho appena ritirato la mammografia, domani mattina la vedrà il mio senologo. Nel frattempo la aggiorno.
Tomosintesi (Mammografia 3D): esame eseguito con apparecchiature digitale diretta (hologic Dimension 8000D) con notevole riduzione della dose radiante, con studio 3D.
Profilo cutaneo regolare. Struttura parenchimo _stromali solo in parziale involuzione adiposa (le ricordo che ho quasi 38 anni), con componente ghiandolare raccolta ed addensata a sede retroareolare ed ai QQSSEE con struttura fibronodulare. Allo studio 3d con tomosintesi al QSI destro si rileva centimetrica opacità (il nodulo visto anche in ecografia dal senologo)a margini lobulati ma ben definibili compatibile con patologia displasica benigna e meritevole (visto il reperto ecografico) di FNAC ecoguidato. Dopo inversione digitale ed analisi digitale delle immagini non si rilevano microcalcificazioni a carattere patologico e/o lesioni a carattere infiltrante in atto. non segni di significative linfoadenopatie a sede ascellare bilaterale.
Le paure comunque rimangono. Io ho 37 anni, so che con una mammella giovane di solito fanno fare una eco, quindi questa mammografia negativa potrebbe non avere nessuna valore? Un po' mi preoccupano quei margini lobulati, mi preoccupa anche il fatto che fino a 36 anni questa formazione non c'era e mi chiedo cosa possa essere mai quello spot iperecogeno trovato dal senologo nell'ecografia di cui non c'è traccia nella mammografia. Ho letto molti suoi consulti, mi può far capire ora cosa fare? Ne referto della eco il mo senologo diceva che mi avrebbe fatto fare una FNAC o un esame istologico. qui nella mammografia mi si richiede un fnac ecoguidato. Quale esame è più affidabile? io vorrei un esame che mi dia la certezza che ho qualcosa o che non ho nulla, non voglio avere situazioni dubbie. Gradirei tanto un suo suggerimento, anche se non so come farò a dire no al mio medico che conosco da una vita se mi proporrà una fnac ( dai suoi consulti mi sembra di aver capito che l'esame istologico è l'unico attendibile al 100%) mi scusi se mi sono dilungata. grazie ancora della sua disponibilità
PS inoltre io ho varie cisti (per questo effettuo da 13 anni eco al seno). come mai nella mammografia non ve ne è traccia? la mammografia non le rileva? oppure sono cisti quelle che nella mammografia vengono definite "componente ghiandolare raccolta ed addensata a sede retroareolare ed ai QQSSEE con struttura fibronodulare"?

[#6] dopo  
Utente 446XXX

Qualche medico di buon cuore può dirmi che ne pensa? Il mio senologo stamattina ha detto che faremo un agoaspirato dopo il ciclo... io sono al quindicesimo giorno, ho chiesto se posso farlo martedì così mi tolgo il pensiero...ha detto No meglio farlo dopo il ciclo visto che martedi è già il ventesimo giorno e lei ha cicli brevi... io però avendo prime avvisaglie di menopausa precoce, in questo periodo ho il ciclo irregolare..alcune volte di 25giorni altri di 30 altri oltre... quindi l'oncologo mi ha detto: appena ti viene il ciclo mi chiami e te lo fisso per qualche giorno dopo... così però corro il rischio di farlo fra 20/30giorni. che senso ha aspettare tanto?Ha anche ribadito che quello che lo preoccupava erano i margini lobulati e la recente insorgenza del nodulo data la mia età ma che si sente rassicurato dalla mammografia completamente negativa. ok, ma allora si fida più di un radiologo e della mammografia che di sé stesso e di quello che aveva visto nell'ecografia? posso aspettare 3 settimane? io vorrei intervenire subito e togliermi un pensiero. Poi dottor Catania, è vero che bisogna fare l'agoaspirato NECESSARIAMENTE dopo il ciclo così la mammella è più sgonfia?