Utente 462XXX
Gentile Dottore,
a seguito di ecografia con conseguente scoperta di un nodulo sospetto di 3 cm, dagli ulteriori accertamenti (mammografia, agoaspirato, biopsia e RMN) mi è stato diagnosticato un carcinoma mammario infiltrante. Si rileva inoltre una concomita linfoadenopatia (12 mm). Riporto i dati del referto istologico: NST, G3, ER45%, PgR5%, Mib1: 60%, HER2: score 3+. Si tratta di un tumore aggressivo, mi è stato detto, che necessita di terapia neoadiuvante prima dell'intervento chirurgico. Le valutazioni sin qui espresse le sembrano corrette? è possibile prevedere che tipo di terapia mi sarà proposta nei prossimi giorni?ci sono realistiche speranze di guarigione?
Grazie per l'attenzione.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Se si parla di neoadiuvante ci si riferisce a chemioterapia.

http://www.senosalvo.com/iuvante.htm


Un tumore insorto prima dei 50 anni vuol dire che non si può pensare che il primitivo tumore sia stato provocato dall'invecchiamento delle cellule, ma da cause verosimilmente genetiche. Noi con l'intervento rimuoviamo il tumore, ma non le cause che continuano ad agire.

Le suggerisco un differente approccio alla malattia, perché di cancro si guarisce, ma è più difficile guarire dalla seconda e più grave malattia che si accompagna ad esso : la paura del cancro !


Di questo ci occupiamo da anni nel mio blog RAGAZZE FUORI di SENO, cui partecipano anche molte utenti che hanno o stanno praticando una terapia neoadiuvante e potrebbero aiutarla nelle varie fasi dell'iter diagnostico terapeutico solitamente vissute come prive di nesso tra loro

https://www.medicitalia.it/news/senologia/6986-blogterapia-ragazze-fuoridiseno-rfs-bilancio-anniversario.html


Se lo desidera (si presenti con un nome, anche fasullo) e dica pure che l'ho invitata io, cosi' puo' saltare tutti i preamboli ed entri nel nostro blog delle RAGAZZE FUORI DI SENO e Le prometto che non la lasceremo sola durante tutta la terapia ed anche in previsione dell'intervento

RIASSUMA LA SUA STORIA (VA BENE ANCHE IL COPIA INCOLLA DI QUESTO CONSULTO E PARLI DELLE SUE PAURE senza remore.....

https://www.medicitalia.it/spazioutenti/forum-rfs-100/come-si-calcola-il-rischio-reale-per-il-tumore-al-seno-44-854.html

Tanti SALUTI
L'aspettiamo
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 462XXX

Dottore,
grazie per avermi risposto; senz'altro seguirò i suoi consigli. Come aveva previsto, mi è stato confermato che si tratterà di chemioterapia e durerà circa 5 mesi...in relazione alle caratteristiche istologiche del mio tumore, anche lei suggerirebbe una terapia di questo tipo?