Utente 472XXX
GENTILI DOTTORI,
HO EFFETTUATO PER LA PRIMA VOLTA A 44 ANNI UNA MAMMOGRAFIA DI PREVENZIONE, SEBBENE IN PASSATO ABBIA SEMPRE EFFETTUATO ECOGRAFIE( MIA MADRE HA AVUTO PER BEN DUE VOLTE IL TUMORE MAMMARIO.. ..)
COSì RECITA IL REFERTO"MAMMELLE SIMMETRICHE PER FORMA E VOLUME, CUTE REGOLARE, REGOLARE POSIZIONE DEI CAPEZZOLI, CORPI GHIANDOLARI IPOTROFICI CON DISCRETA QUANTITA' DI TESSUTO ADIPOSO.
PRESENZA IN ENTRAMBI GLI ORGANI DI ALCUNI ADDENSAMENTI PARENCHIMALI IN PARTE CON ASPETTO PARVINODULARE,CON RIFERIMENTO ALLA REGIONE PARAAREOLARE DELLA MAMMELLA SX.
ASSENZA DI MICROCALCIFICAZIONI PATOLOGICHE. IN CONSIDERAZION DELLA DENSITA' GHIANDOLARE,SI CONSIGLIA IL PROSEGUIMENTO DELLE INDAGINI CON ETG"
TENUTO CONTO CHE NELL'ULTIMA ECOGRAFIA MI ERA STATA DIAGNOSTICATA UNA "MASTOPATIA MICROCISTICA BILATERALE", TALI ADDENSAMENTI SONO COMPATIBILI CON LA PRECEDENTE DIAGNOSI ECOGRAFICA? NELLE MORE DELLO SVOLGIMENTO DELL'ESAME, POSSO RITENERE IL RESPONSO DELLA MAMMOGRAFIA PRIVO DI IMPLICAZIONI ONCOLOGICHE? GRAZIE PER LA CORTESE RISPOSTA CHE VORRETE DARMI.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
E' un referto di normalita' e l'integrazione ecografica viene richiesta non perche' esistano dubbi diagnostici ma per la persistenza di tessuto ghiandolare (normale per l'eta') che determina una parziale densita' alla mammografia.

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 472XXX

Egregio dottore Catania,
grazie per il parere tempestivo ed esauriente:le Sue parole mi hanno oltremodo rincuorata e rasserenata!!! Grazie per l'attenzione e l'ascolto che mi ha rivolto. Il Suo sapere e la Sua esperienza rappresentano un faro di sapienza e un riferimento imprenscindibile per migliaia di donne!

Cordiali saluti