Utente 442XXX
Salve, mia madre ,52 anni, si è sottoposta ad un esame che prevedeva mammografia ecografia e visita senologica, da questa visita è emerso il seguente referto:”Esame clinico nella norma.Mammelle a componente strutturale mista,fibro-adiposa e fibro-ghiandolare.Non si apprezzano bilateralmente aspetti riferibili a neoformazioni di microcalcificazioni sospette.In de equatoriale esterna destra presenza di radiopacità ovalare a morfologia reniforme(edimatro circa 10 mm),a limiti netti nei particolari in compressione e ingrandimento mirati,al momento di tipo non sospetto,non fornita di chiara correlazione ecografica.L’esame ecografico eseguito a completamento diagnostico non ha dimostrato aspetti riferibili a patologia focale delineata con connotazioni dubbie/sospette.Non linfonodi di aspetto ecografico patologico in entrambi i cavi ascellari.Si richiede, secondo linee guida (reperto BIRADS 3), monitoraggio radiologico monolaterale destro ed ecografico tra sei mesi, salvo mutamenti del quadro clinico.” Vorrei avere gentilmente chiarimenti in merito a tale referto, per capire in parole più semplice cosa dice e come mai è stata richiesta la ripetizione dell’esame tra sei mesi invece che tra un anno come succede normalmente.Grazie e cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Il problema e' sapere se l'immagine rilevata e definita benigna sia di recente insorgenza o fosse presente nei precedenti controlli. Perche' se recente a 52 anni merita un approfondimento precauzionale subiti e non tra 6 mesi.
A distanza e' difficile (oltre che vietatissimo) aggiungere ulteriori contributi.

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 442XXX

Salve dottore e grazie per la risposta. Purtroppo si trattava della prima mammografia per mia madre quindi non si può avere un confronto con esami precedenti. Comunque ci siamo subito attivati e ha fatto un’altra ecografia e mammografia in un centro privato che non evidenziato nulla di rilevante(testuali parole del referto) e poi è stata visitata a Bari da un senologo di fama della nostra zona che guardando la mammografia ,l’ecografia e i referti e visitandola non ha rilevato nulla di sospetto e le ha spiegato che ha un seno grumoso dato dal fatto che è abbastanza prosperoso.Ha concluso dicendole di prendere Rovigon per un mese ora per poi sospendere e riprendere nel mese di settembre sempre per un mese, e le ha fissato un appuntamento ad ottobre dove dovrà portare un’altra ecografia e mammografia.Diciamo che ora siamo più poichè comunque è stata visitata da un esperto che non ha rilevato nulla, lei cosa ne pensa? La ringrazio ancora e la saluto.