Utente 496XXX
Scusate ho bisogno di aiuto ho 15 anni mia mamma ha avuto un cancro al seno operato dopo chemioterapia a marzo 2017. In questi ultimi mesi dopo vari controlli ( ecografia, risonanza magnetica etc) i dottori a pisa le hanno detto che ha una metastasi al fegato, da quello che ho capito varie macchie ovunque nel fegato.(scusate la mia ignoranza non sono riuscita ad essere presente a tutte le visite). Comunque ha fatto la TAC e i dottori hanno detto che da quello che ha non si guarisce, nonostante sia curabile. Ecco il testo nella TAC
Esame eseguito in condizioni basali e dopo somministrazione di MDC EV per rivalutazione di paziente con etp mammella trattata con CT neoadiuvante e chirurgia a marzo 2017 + RT terminata ad agosto e ormonoterapia terminata una settimana fa e posto a confronto con la precedente indagine del 27 02 2017. Al controllo odierno nel contesto di un parenchima epatico marcatamente steatosico si documenta la comparsa di multiple focalita secondarie diffuse a carico di entrambi i lobi la maggior parte delle quali con porzione centrale necrotica il reperto di maggiori dimensioni risulta localizzato in corrispondenza S6 con diametri massimi di 32 x 26 mm colecisti regolare non dilatazione delle vie biliari intra ed extraepatiche pervio l'asse spleno-portomesenterico. Indenni i restanti organi parenchimatosi addominali stabile l'aspetto dell'utero presenza di linfoadenomegalie ha sede Inter porto cavale con diametri massimi di 23 x 30 mm cui si associano multipli altri subcentimetrici linfonodi nel legamento epatogastrico a sede intercavoaortica paraortica sinistra e nel contesto del ventaglio mesenteriale. Non versamento ascitico in ambito toracico Si segnala Inoltre la comparsa di alcuni sporadici micronoduli parenchimali polmonari a destra dove Peraltro si rileva la comparsa di un esile ispessimento dell'interstizio in sede apicale omolaterale. Sì segnalano Inoltre multiple linfoadenopatie di aspetto parzialmente colliquato che dalla regione sovraclaveare a destra si estendano a colata in sede mammaria interna omolaterale e mediastinica si associano altre tumefazioni a sede paratracheale destra ilare sinistra e paracardiaca sopra diaframmatica. Si associano alcuni sub centri mici linfonodi anche in regione ascellare destra.
FINE.
ecco dottori se gentilmente potete dirmi meglio di cosa si tratta perfavore, quali sono le strade migliori da seguire e cosa si potrebbe fare. Mia mamma non mangia più non so come fare sono sola con lei. Consigliato andare all' IEU?

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Cara ragazza
dovrei respingere la sua richiesta di consulto perche' minorenne.
Ma infrango volentieri (echissenefr...) tutte le linee guida e Le rispondo lo stesso per smentire i colleghi che Le hanno comunicato che "). Comunque ha fatto la TAC e i dottori hanno detto che da quello che ha non si guarisce, nonostante sia curabile."

Mai perdere la Speranza.
Un abbraccio e mi dispiace ma non possiamo piu' procedere per regioni legali ( Lei ha 15 anni !).

Un abbraccio !
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com