Utente 504XXX
Buongiorno, oggi ho fatto la mia prima visita senologica - su consiglio del mio ginecologo - visto che fino ad aprile ho allattato per oltre due anni e mezzo, ed è emerso che non vi sono noduli solidi né liquido a carico di entrambe le mammelle, ma vi sono linfonodi reattivi del diametro massimo di 3 cm nell'ascella destra, da rivalutarsi dopo 6 mesi.
Dolori al tatto non ne ho, tranne settimana scorsa, ma ero in fase pre-ciclo.
Il dottore mi ha chiesto se ho familiarità di tumori al seno in famiglia ma non ne ho e quando sono uscita di lì mi sono preoccupata perché non so se è grave il fatto che siano così grossi di volume e non riesco ad aspettare sei mesi, per cui ci sono esami che Lei mi consiglia di fare per essere più tranquilla​?
Il dottore mi ha detto che a volte i linfonodi si infiammano in seguito a cerette ecc.ma io uso il rasoio, invece utilizzo tanto il deodorante, potrebbe forse dipendere da quello?!
C'è anche da dire che sono asplenica dal 2007 per malattia autoimmune ( morbo di Welhof ) e ho due noduli di natura benigna al collo, come rilevato da agoaspirato.
La ringrazio anticipatamente per l'attenzione.
Cordiali Saluti.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Da quanto descrive starei assolutamente tranquilla ed i linfonodi reattivi hanno scarso significato patologico.
Nel suo caso tuttavia in ragione delle dimensioni del linfonodo farei il controllo ecografico a 3 mesi e non a 6 mesi

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 504XXX

Gent.mo, ho fatto emocromo e altri valori specifici su consiglio del mio ginecologo, solo che c'è un valore ( anti ebv vca Igg ) che è >20, pari a 138.0, cosa potrebbe significare? Grazie ancora