Utente
Salve, da circa 20 giorni ho avuto una tonsillite batterica risolta con augmentin per 8 giorni. Da alcuni giorni ho un lieve fastidio e il linfonodo destro poco poco gonfio. Premetto che spesso sono soggetto per lavoro a sbalzi di temperatura tra caldo e aria condizionata. Adesso noto sulla tonsilla destra specialmente, delle macchioline piccole bianche che sembrano più caseum che placche, ma di più noto aprendo molto la bocca proprio sotto dalla tonsilla destra in giù si dipartono delle macchiette bianche similplacche. Possono essere loro il motivo dei linfonodi poco gonfi, e se si possono le placche interessare la parte inferiore della tonsilla? Mai le avevo notate così basse quasi altezza linfonodi collo. In assenza di dolore importante e febbre cosa mi consiglia? Grazie.

[#1]  
Dr. Simone Spagliardi

24% attività
8% attualità
4% socialità
VERBANIA (VB)
CUNARDO (VA)
CORNAREDO (MI)
NIBBIOLA (NO)
SAN NAZZARO SESIA (NO)
SAINT-CHRISTOPHE (AO)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2018
Buonasera,
Le placche possono essere disseminate su tutta la tonsilla e sicuramente questa infiammazione può essere la causa dell’ipertrofia linfonodale. Visto che ha appena effettuato un ciclo antibiotico, prima di eventualmente iniziare un secondo ciclo le consiglierei di effettuare un tampone faringeo, a distanza di almeno una decina di giorni dall’ultimo antibiotico assunto. In base ai risultati si valuterà cosa fare.
Un cordiale saluto.
Dr. Simone Spagliardi

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille dottore quindi se sarà positivo userò antibiotico altrimenti antinfiammatorio. le volevo chiedere in presenza come la mia di una tonsillite cronica, che esami del sangue mi consiglierebbe per valutare e tenere sotto controllo sia l’aspetto infiammatorio/batterico e sopratutto reumatico?
Grazie mille.

[#3]  
Dr. Simone Spagliardi

24% attività
8% attualità
4% socialità
VERBANIA (VB)
CUNARDO (VA)
CORNAREDO (MI)
NIBBIOLA (NO)
SAN NAZZARO SESIA (NO)
SAINT-CHRISTOPHE (AO)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2018
Inizierei facendo il tampone per escludere infezioni in corso. Per quanto riguarda eventuali pregresse infezioni, che potrebbero aver dato problematiche come quelle da lei indicate, sono necessari sia esami del sangue sia eventualmente analisi strumentali come l’ecocardiogramma, ma sarà il Suo medico curante ad indirizzarla.
Un cordiale saluto.
Dr. Simone Spagliardi

[#4] dopo  
Utente
Grazie mille buona giornata.