Utente 249XXX
Salve!

il mio fidanzato ha eseguito un'urinocultura, pur non accusando particolari sintomi. L'esame è stato giustificato dal fatto che io nella prima metà di agosto ho avuto una cistite (con disturbi anche vulvo-vaginali) da Escherichia coli, curata con Ciproxin, e che mostro adesso segni di una ricaduta (aspetto il risultato del tampone vaginale). Volevamo toglierci ogni dubbio di un possibile contagio nella coppia.
Il risultato dell'urinocultura del mio ragazzo è infezione da Proteus Mirabilis (1 milione). Ora mi chiedo quale sia l'approccio medico più corretto da seguire. Lui si recherà dal suo medico di famiglia con il risultato delle analisi. Secondo Voi, oltre alla terapia antobiotica, è necessario anche consultare un urologo che possa controllare che non ci siano altre infezioni e in generale lo stato del suo apparato urinario? Ho notato da sempre che lui urina poco rispetto a quanto beve e da un po' di tempo accusa un dolore all'addome più o meno all'altezza dell'ombelico verso sinistra a cui corrisponde dolore lombare e alla gamba sinistra. Ovviamente questi sintomi possono non avere nulla a che vedere con un problema urinario, ma da profana chiedo a Voi.

Grazie mille e scusate la lunghezza.

[#1] dopo  
Cara signorina, in assenza di sintomi e di leucociti nelle urine o nello sperma, avrei qualche difficoltà a credere nella giustezza di quell' esame.
Porti il fidanzato da un collega che quel dato buttato li non ha molto significato, poichè alcunti tipi di Proteus non fanno nulla ed altri invece sono rognosi assai.
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org

[#2] dopo  
Utente 249XXX

Grazie della risposta, dottore!
In realtà, nelle urine sono risultati "leucociti alcuni". Non so cosa possa significare. Inoltre, il mio fidanzato non ha eseguito alcun esame dello sperma. Secondo Lei sarebbe necessario nella sua situazione analizzare lo sperma e magari controllare anche la prostata? Purtroppo il mio fidanzato è molto pauroso, avendo perso la madre e due zii per tumore, e quindi ho serie difficoltà a portarlo presto da uno specialista. Per ora è voluto andare solo dal medico di famiglia che gli ha prescritto Ciproxin 500 (una compressa per 6 giorni. Mi consiglia di insistere ad andare al più presto presto da un urologo? C'è da preoccuparsi?

Cordiali saluti.



[#3] dopo  
Se ha trovato qualche leucocita nelle urine allora lo porti da colle4ga al volo. Che è il caso di controllare per benino prima che magaqrsi si cronicizzi qualche cosa, che poi spono dolori.
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org

[#4] dopo  
Utente 249XXX

Grazie dottore!

Farò il possibile per convincerlo. Speriamo bene.

Cordiali saluti.