Utente 199XXX
Salve a tutti medici, è da circa 3 giorni che ho il testicolo destro dolorante, è il classico rumore sordo che si sente quando ad esempio il testicolo assume posizioni strane. Ovviamente se lo tocco specie in corrispondenza della vena sento dolore, e anzi sento proprio un piccolo bozzo, come un grumulo nella vena, che è l'epicentro del dolore. Aggiungo che il testicolo destro è quello piu in alto, e anzi in questi tre giorni lo sento ancora piu in alto, quasi come se fosse ingombrante per il pene. Ho visto qualche foto di testicolo con varicocele, e io ho quelle pieghe della pelle che ho notato nelle foto, mi chiedevo se si tratta di questo tipo di problema. Cosa ne pensate?
Ho prenotato già una visita urologica, ma all'ospedale è per il 3 Giugno, quindi volevo iniziare a tastare il terreno, perchè se posso risolvere magari con un antinfiammatorio, ben venga.
Grazie mille per la disponibilità!

[#1] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
considerata la giovane età deve immediatamente farsi visitare da un urologo.
Cordiali saluti
Gino Scalese

[#2] dopo  
Utente 199XXX

grazie per la risposta, cosa pensa possa essere?

[#3] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Gentile utente,
non potendo valutare l'entità del problema confermo il consiglio di farsi vedere quanto prima da un medico soprattutto per escludere la presenza di torsione testicolare specie per il fatto che ha notato che il testicolo oltre ad essere dolente è più in alto e retratto al canale inguinale.
Quanto detto ovviamente va interpretato con le limitazioni del mio giudizio derivato dalla semplice interpretazione di quello che si riferisce via Web (potrebbe ad esempio anche trattarsi di una semplice infiammazione, ma specie nei giovani non bisogna mai superficializzare): in ogni modo è sicuramente una situazione che va chiarita nell'immediato.
Cordiali saluti
Gino Scalese

[#4] dopo  
Utente 199XXX

Grazie mille, vedrò di recarmi in pronto soccorso allora, dato che la visita urologica piu vicina in ospedale l'ho già prenotata per il 3 Giugno, ma è meglio non aspettare cosi tanto.
Cordiali saluti, la ringrazio ancora!

[#5] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Penso che sia giusto così e togliersi subito il dubbio!
Mi faccia sapere.
Cordiali saluti
Gino Scalese

[#6] dopo  
Utente 199XXX

Gentile dottore, oggi sono stato in ospedale. L'urologo mi ha visitato e fatto un'ecografia, la diagnosi è orchialgia dx.
Se l'interpretazione dei geroglifici che ha scritto non erra, continua dicendo "...no idrocele o significative alterazioni strutturali di didimi ed epididimi; a destra superiore segnale vascolare (modico).
Consigli:
1- Levoxacin compresse 500 mg una volta al giorno per 8 giorni.
2-riposo con minima attività fisica per 1 settimana
3-termoterapia(borsa acqua calda sulla parte interessata)
4- Antinfiammatori al bisogno
5-Controllo tra una settimana.

E mi ha dato al momento una compressa di Ciproxin da 500 mg.

Una cosa non ho detto al medico, cioè che sono allergico all'amoxicillina. Questi antibiotici la contengono?
E poi che mi dice lei della diagnosi? Posso stare tranquillo? può peggiorare? A cosa è dovuto?
Grazie mille per la disponibilità, mi scuso per le eccesive preoccupazioni!

[#7] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Gentile utente,
1) Come ha visto la causa non era il varicocele; questo consulto in questa fase è stato utilissimo innanzi tutto per escludere la presenza di torsione del testicolo e poi per eseguire una cura immediata necessaria in questo caso ad accellerare i processi di guarigione senza esiti.
2) Il Ciproxin o Ciprofloxacina è un antibiotico della famiglia dei fluorochinolonici che è completamente diversa da quella della amoxicillina che appartiene alle penicilline, quindi se non è allergico agli eccipienti può stare tranquillo.
3)Con la terapia difficilmente peggiorerà dovrebbe avere dei lievi miglioramente progressivi, la guarigione può richiedere anche 2-3 settimane
4)Non è possibile definire la causa con precisione ma formulare solo delle ipotesi (batteri, virus ecc.), l'mportante è che si giunga alla guarigione.
Cordiali saluti
Gino Scalese

[#8] dopo  
Utente 199XXX

Bene, io in ogni caso la ringrazio cordialmente per la disponibilità e per l'invito a non prendere la cosa sottopiede mai.
Per il resto anche se è prematuro dirlo, sarà che questi 4 giorni non ho preso neanche un aulin, ma aver preso l'antibiotico mi ha dato grande sollievo, il dolore si è minimizzato di molto, spero vivamente che la cosa sarà progressiva fino al ritorno alla normalità!
Ancora cordiali saluti, è stato gentilissimo!

[#9] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Credo proprio di si!
Ricambio i saluti.
Cordiali saluti
Gino Scalese

[#10] dopo  
Utente 199XXX

Sono passati 7 giorni la terapia oggi finisce. Il problema è che quando prendo l'antibiotico il dolore si attenua e quasi scompare se aggiungo anche l'antinfiammatorio. Ma fondamentalmente quando finisce l'effetto inizio a risentire il fastidio, e per di piu tastandomi sento ancora il bozzetto piccolo, causa del dolore. Perchè?

[#11] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Quando si fa diagnosi di orchilagia specie se infiammatoria la sintomatologia può anche persistere in maniera lieve per qualche tempo dopo il termine della terapia; comunque è utile programmare una visita di controllo.
Cordiali saluti
Gino Scalese