Utente 235XXX
Salve a tutti. Ho 21 anni e l'ipersensibilità mi condiziona da tempo. Mi spiego bene: il pene appare perfettamente normale, il glande si scopre senza troppe difficoltà per cui non si tratta propriamente di fimosi. Il problema è che si scopre SOLO manualmente, durante l'erezione nemmeno un millimetro di glande si scopre autonomamente, resta circa un cm di pelle in eccesso (sempre in erezione) e ciò ha come naturale conseguenza il fatto che io non riesco a toccare il mio glande con nulla, non riesco a lavarmi bene, non riesco ad avere rapporti sessuali attivi (sono omosessuale), nè tantomeno orali, perchè ciò mi provoca un intensissimo dolore al solo contatto. Ho fatto una visita urologica e mi è stato detto che c'era pelle in eccesso e sarebbe stata indicata una circoncisione.
Oggi ho fatto la visita "chirurgica" impaziente di risolvere finalmente questo problema che mi affligge e mi imbarazza da così tanto tempo, tant'è che ad ogni nuovo partner devo spiegare che deve stare attento a come e cosa tocca (capirete che non sia il massimo nella "foga" della prima volta). Il medico mi fa una visita A DISTANZA dicendomi di scoprirlo, dopo di che silura tutto con un semplicistico "è tutto a posto, anche a me fa male il glande se è scoperto nelle mutande! Ed a tutti si scopre solo manualmente" (??). Io gli ho spiegato che so come funziona e credo non sia normalissimo il non riuscire a sfiorarlo con nulla. Lui mi risponde che la vagina è lubrificata a posta, e io chiaramente gli dico che sono omosessuale e che comunque la sessualità non si ferma al rapporto sessuale in senso stretto (come se dovessi spiegare io queste cose ad un medico). Insomma, mi dice che si rimetterà tutto a posto da solo e mi sconsiglia la circoncisione dicendo che non risolverà il mio problema. Così, senza magari consigliarmi un tipo di esercizio che mi permetterebbe di risolverlo "da solo", dato che ho 21 anni e non 14, età in cui ai miei coetanei si è messo a posto "da solo". Ora sono abbastanza mortificato, e mi piacerebbe capire se davvero io non possa risolverlo in nessun modo, se è vero che la circoncisione o la frenulotomia (mi hanno detto che è probabilmente il frenulo ad essere un po' corto) non possano servire a niente e devo portarmi questo disagio per sempre, oppure mi consigliate di farmi vedere da uno più preparato. Perchè sto iniziando a pensare che sono io quello matto :-) Grazie mille!

[#1] dopo  
Dr. Patrizio Vicini

44% attività
16% attualità
16% socialità
ALBANO LAZIALE (RM)
GROTTAFERRATA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Caro lettore,
concordo con quanto detto e rilevato nella visita chirurgica e cioè l'ipersensibilità del glande è legata all'eccesso di cute prepuziale per cui un'eventuale circonsione le gioverebbe garantendo oltretutto un'igiene migliore.
Cordiali saluti.
Dott. Patrizio Vicini
www.patriziovicini.it
www.chirurgia-plasticaestetica.com
Roma

[#2] dopo  
Utente 235XXX

Questo mi è stato detto nella visita urologica, in quella chirurgica mi hanno smentito tutto ciò... Quindi mi consiglia di farmi vedere da qualcun altro visto che il chirurgo mi ha praticamente detto che la circoncisione è sconsigliata perché non risolverebbe niente?

Scusi se insisto, ma vorrei chiarire per bene :-D

La ringrazio davvero
Cordiali saluti.

[#3] dopo  
Dr. Patrizio Vicini

44% attività
16% attualità
16% socialità
ALBANO LAZIALE (RM)
GROTTAFERRATA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Concordo con la visita urologica, il suo urologo di riferimento che l'ha visitata può effettuare l'intervento di circoncisione, non capisco perchè effettuare un'ulteriore visita chirurgica.
Cordiali saluti.
Dott. Patrizio Vicini
www.patriziovicini.it
www.chirurgia-plasticaestetica.com
Roma

[#4] dopo  
Utente 235XXX

Io studio a Perugia, per cui provo direttamente a farmi vedere lì, dato che si avvicina il periodo lezioni. Confido nel fatto che siano un po' più seri ed accurati!

La ringrazio di nuovo!
Cordiali saluti.