Utente 257XXX
Salve, ho 34 anni e di professione faccio il militare da diversi anni, per l'esattezza il paracadutista militare, tendo a specificare il mio mestiere proprio per arrivare a far capire cosa mi disturba in questi giorni.

Praticamente martedì mattina, dopo aver corso su asfalto per cirac 40 minuti, mi sono fermato e ho effettuato alcuni esercizi di streccing e altri esercizzi per la schiena, in particolare per i lombari, inarcando più volte la schiena all'indietro. Dopo circa 5 ore dall'allenamento, verso le 15,30 ho cominciato ad avvertire dei dolori alla colonna vertebrale, nella zona lombale, mentre camminavo avvertivo proprio delle fitte che man mano diventavano sempre più forti, fino al punto che verso le 17,30 ho vovuto prendere un antidolorifico che prontamente mi ha fatto passare il dolore, ma con mia amara sorpresa ho notato anche che avevo la febbre, circa 37,5. Alle 2 di notte ho dovuto riprendere un'altro antinfiammatorio perchè il dolore non mi faceva dormire.
La mattina alle 7 stavo benissimo, mi musarai la febbre e non ne avevo.
Vado a lavoro regolarmente, pur cominciando ad avvertire nuovamente un leggero dolore, arrivo a casa verso le 17 e il dolore incomincia a farsi piu forte, fino al punto di dover riprendere un'altro antinfiammatorio, che prontamente mi fa passare il dolore, ma non la febbre che si ripresenta dinuova a 37,5.
Un'altro sintomo che mi preoccupa è una leggera nausea, ma probabilmente è dovuta ad una quantità d'acqua che sto assumento fuori dalla mia normale assunzione.
Non capisco se sono i reni che mi fanno male o i muscoli lombali o magari una lesione alla colonna vertebrale che era latente e che io ho sollecitato durante gli esercizi.
Facendo il paracadutista diverse volte mi è capitato di prendere botte alla schiena.

[#1]  
Caro signore,
per capire la differenza fra dolore renale e muscolare lombare serve assolutamente una visita, nemmeno la febbre è dirimente: può accopmagnare dolori muscolari lombari nel corso di fenomeni influenzali, oppure essere una vera e propria infiammazione del rene. Consiglierei vista l' importanza della diagniostica differenxziale di andare al più vicino pronto soccorso per cominciare a capire quanto accade.
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org

[#2] dopo  
Utente 257XXX

La ringrazio per la risposta celere e le chiedo scusa se non sono uno scrittore e quindi mi sono espresso per quelle che sono le mie possibilità.
Ad ogni modo ho contattato il mio medico curante, il quale mi ha detto di prendere l'OKI o tachipirina da 1000.

Quello che non capisco è che se dovessero essere i reni il problema non dovrei provare dolori lancinanti sempre?
L'antiinfiammatorio farebbe effetto per qualche ora? Come mai anche per quasi 20 ore non ho avuto dolori?
Ho notato in oltre che se faccio degli sforzi, non sento dolore mentre li faccio, ma dopo poco comincio ad avvertire il dolore che pian piano aumenta fino ad essere insopportabile?
Perchè la sera mi viene la febbre?
E sopratutto perchè in concomitanza di un'allenamento?
Coincidenza oppure causa scatenante? (ovviamente parlo se il problema dovessero essere i reni)

[#3]  
Caroi signore,
la cosa non è risolvibile via e.mail., che ci perdiamo in disquisioni lunghe, quando basta una visita specialistica per capuire in un attimo come stanno le cose. Vista la persistenza della febbre consiglio di nuovo pronto soccorso.l
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org