Utente cancellato
gentili dottori, ho fattogli esami preconezionali ed è risultato, dall'esame delle urine, ph 5.5, tutte le altre cose assenti, urobilinogeno a 0, ma mi hanno segnalato ALCUNI BATTERI, CELLULE PAVIMENTOSE. Che significa?Ho un infezione in corso?Devo prendere l'antibiotico, o è un referto senza significato?A volte ho prurito o bruciore. Inoltre dall'esame del cmv, è risultato igG 87, IGm 28, significa che 'infezione da cmv sta passando?Grazie

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora,
se lei non ha disturbi ad urinare in questo periodo, le consiglieremmo unicamente di bere molta acqua e ripetere l'esame delle urine tra qualche settimana. In caso contrario, dovrebbe eseguire subito l'urocoltura. Le raccomandiamo di non assumere assolutamente antibiotici alla cieca. L'altro suo quesito non rientra nelle nostre competenze.

Saluti
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
342932

dal 2014
Graziedella risposta!Saluti

[#3] dopo  
342932

dal 2014
entile dottore alla fin sono incinta alla 11 settimana e ho fatto, x prassi, l'urocoltura ed il mio dottore mi ha agitato dicendomi che rischiavo l'aborto, perchè purtroppo ho fatto gli esami il 24 giugno ma non l ho ritirati prima perchè ero in vacanza, mi hanno trovato l'urocoltura positiva e il batterio è acinetobacter baumannii ed è RESISTENTE a amoxicillina MIC 4, ampicillina mic 16, cefotaxime mic 16 ed etrapenenm mic 4, ed è SENSIBILE a ciprofloxacina 0.5, GENTAMICina(minore di 1), imipenem(minore o uguale a 0.2) e trimetoprim (minore o uguale a 20). Vorrei capire da lei se davvero la gravidanza è a rischio con questo batterio in circolo o che rischi corro. Lui dice che l'antibiotico a cui è sensibile non me lo può prescrivere senza il suo consenso perchè anche esso è pericoloso.Vorrei capire 1)se davvero è a rischio la gravidanza e 2)se sono a rischio io,3) il batterio è più pericoloso degli altri perchè causa più danni o solo perchè è piu resistente agli antibiotici?
Grazie e scusi

[#4] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Gentile Signora,
se lei non ha disturbi ad urinare, come parrebbe, non si tratta di una vera infezione delle vie urinarie, ma di una "batteriuria asintomatica", che si presenta con una certa frequenza in gravidanza ed è consuetudine trattare con antibiotici (cosa che perlopiù non si farebbe in condizioni normali). Considerato che codesto Acinetobacter non è affatto fra i batteri più frequentemente coinvolti nelle infezioni delle vie urinarie, prima di farsi eccessivi scrupoli nella scelta dell'antibiotico, senz'altro le consiglieremmo di bere moltissima. acqua e ripetere subito l'esame delle urine e l'urocoltura.

Saluti
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#5] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
In ogni caso, qualsiasi decisione deve essere presa inderogabilmente di comune accordo con il suo ostetrico/ginecologo.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#6] dopo  
342932

dal 2014
ma x lei la carica di 100 000 è tanta?potrei averlo espulso da solo o essere una contaminazione? E una cosa importante, può rendermi a rischio vita?O non è periccoloso x l'uomo?E' più pericoloso del suo "collega" E.coli che hanno tin tanti?Grazie

[#7] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
100 000 (centomila) è la carica più bassa che fa considerare l'urocoltura positiva. Mentre il Coli bene o male arriva delle urine, questo Acinetobacter è molto meno tipico, pertanto prima di scatenare la battaglia antibiotica (ovviamente in assenza di febbre o sintomi) è opportuno essere certi e ripetere esame urine e coltura. Entro pochissimi giorni ci sarà il responso e si potrà decidere con maggiore appropriatezza il da farsi. Nel frattempo non ravvediamo un rischio così importante, raccomandiamo comunque alla noia l'importanza di bere molta acqua. Questa condotta deve essere però condivisa dai nostri Colleghi che la stanno seguendo.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#8] dopo  
342932

dal 2014
Ok rifarò l esame, anche la ginecologa l'ha consigliato ma vorrei solo capire una cosa, viene detto batterio killer perchè provoca infezioni peggiori rispetto ad altri batteri, malattie più gravi o solo perchè è difficilmente curabile(in quanto resistente) ma provoca complicazioni come gl altri batteri.Se può drmelo, è importante grazie

[#9] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Gentile Signora,
le pessime qualità di questo batterio vengono a galla solo in situazioni molto particolari, quando va a complicare. situazioni cliniche già compromesse (depressione immunitaria, età avanzata, malattia tumorale, eccetera). In questi casi si possono presentare manifestazioni molto acute di infezione generalizzata, febbre elevata, ovvero uno stato setticemico. Non deve stupire se invece lo stesso batterio si trovi in individui sani in condizioni di ospite opportunista sulla pelle dell'area genitale e che contamini le urine al loro passaggio. È quanto vorremmo chiarire facendole ripetere gli esami delle urine.

Saluti
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing