Utente 258XXX
Spermiogramma:
giorni astinenza:3
liquefazione a 10 minuti completa
viscosità regolare
volume 1,6 ml
spermatozoi 6.000.000 ml
motilità progressiva rapida 0%
motilità totale 11%
forme normali 1%
dopo capacitazione recuperati 200.000 spermatozoi con 50% di motilità debolmente progressiva e 50% mobili in situ.

Nel referto della icsi di bruxelles c’è scritto
Volume 2.2 ml
Concentrazione 2.11 per ml
Motilità 61% (non specifica di che tipo)
Dopo capacitazione recuperati 0,040 motilità na 19%


LH 3,87 mIU/ml
FSH 7,35 mU/ml
PRL 5,7 ng/ml
testosterone 7,8 ng/ml
TESTOSTERONE FREE 12,2 pg/ml

Cariotipo normale- assensa di microdelezione Y – e fibrosi cistica negativa

Prima visita andrologica gennaio 2007

Paziente anni 37
esame obiettivo: asta, scroto e sistema pilifero nei limiti.deferenti e epididimi bilateralmente apprezzabili.ipotrofia testicolare.varicocele sx di 2° grado
espllorazione rettale:prostata aumentata di volume (5-10gr)parechimatosa,molliccia, dolente. presenza di abbondante secreto dopo massaggio prostatico.
esame del secreto prostatico: lieve riduzione delle goccette lipoide.rare cellule di sfaldamento.leucociti 3-4 per campo microscopico.
ecografia apparato urinario:reni di normale morfovolumetria. a sx calcolo del gruppo celiceale medio di circa 6mm.vescica normorepleta esente da lesioni ecograficamente apprezzabili. R.p.m. assente
ecografia prostatica transrettale:vescicole seminali nei limiti.prostata V=24.75 cc(45*24*41mm) ad ecostruttura disomogenea per presenza di vasta area sclero-calcifica.capsula regolare.notevole congestione venosa.
ecografia doppler testicolare:ipotrofia testicolare bilaterale:vol dx 8 cc vol.sx 7.7 cc ad ecostruttura uniformemente ipoecogena. dilatazione di plesso pampiniforme con reflusso sopratesticolare dopo valsalva (varicocele sx di II° grado)
uroflussometria:regolare i valori di flusso massimo e medio.tracciato nei limiti.
diagnosi: prostatite abatterica in pz con variccocele sn di II°grado, ipotrofia testicolare bilateralle, severa astenospermia e calcolo del gruppo celiceale medio del rene sx.
terapia:
serenoa repens 2 compresse al dix 60 gg
flaminase 3 compresse al di per 15 gg
levoxacin 500 mg 1 compressa p

la cura non ha mai prodotto miglioramenti. lo spermiogramma è rimasto pressoché identico.

Seconda visita da un altro andrologo a settembre 2008

paziente anni 38

testicoli in sede scrotale, normoconformati, del volume di 7ml a dx e 9 ml a sx. parenchima omogeneo normoecoico. trama arteriosa intraparenchimale normorappresentata. epidimi regolari per forma, dimensione ed ecopattern. ectasia delle vene del plesso pampiniforme sinistro(diametro in clinostatismo 5,7 mm)al cui interno, in ortostatismo, si registra reflusso venoso continuo ad altissima velocità, non incrementato dalla manovra di valsalva. risalendo lungo il canale inguinale si conferma la presenza di due vene spermatiche al cui interno si registra reflusso basale. idrocele assente.
per quanto concerne le vie seminali distali si segnala prostata normoconformata del volume di 29 cc, ad ecopattern sdisomogeneo per piccole calcificazioni. capsula non interrotta. vescicole seminali presenti, simmetriche con diametro AP di 9mm, entrambe con ecopattern omogeneo.
indicata correzione di varicocele sinistro.


ci consiglia quindi l'intervento che farebbe lui stesso con tecnica mini-invasiva di sclerotizzazione anterograda del varicocele, metodo tauber.


1 icsi italia solo un embrione di 2 cellule
2 icsi italia nessun embrione
3 icsi bruxelles 3 embrioni trasferiti

È consigliabile l’operazione? Non ai fini di una speranza in una gravidanza naturale ma per un eventuale miglioramento del dna spermatico che con questo varicocele è sicuramente compromesso?
L’operazione sarà eseguita il 10 ottobre, è possibile fare poi una icsi a dicembre-gennaio?
di che grado è questo varicocele?

grazie mille

[#1]  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
SALERNO (SA)
BENEVENTO (BN)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Cara Utente,la mia personale opinione e' che l'intervento di varicocele,in un uomo di circa 40 anni,non porti a variazioni significative dei parametri seminali.Inoltre,per poter apprezzare gli eventuali benefici,si dovrebbe attendere circa 6 mesi/1 anno...Credo che la correzione del varicocele non conduca ad un ...miglioramento del DNA...Sono convinto che la soluzione piu' indicata sia la PMA.Cordialita'
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it

[#2] dopo  
Utente 258XXX

egregio dott. izzo la ringrazio per la risposta.
quello che non ho ancora capito è , considerando che noi faremo comunque una icsi a gennaio, se l'operazione può contribuire a migliorare la qualità del seme visti i problemi di fertilizzazione.

[#3] dopo  
Utente 258XXX

egregio dott. izzo la ringrazio per la risposta.
quello che non ho ancora capito è , considerando che noi faremo comunque una icsi a gennaio, se l'operazione può contribuire a migliorare la qualità del seme visti i problemi di fertilizzazione.

[#4]  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
SALERNO (SA)
BENEVENTO (BN)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...Le ho già risposto che,personalmente,non farei operare un Paziente di 40 anni con un'olisospermia spiccata ed in procinto di eseguire una ICSI.Cordialità ed auguri.
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it