Utente 224XXX
SALVE DOTTORE, sono un pz diabetico nid ,da circa 18 anni , ho una lieve insufficienza renale , filtrato glumurale stimato 60 . 2 . HO UNA ipb da circa 10 anni in attuale trattamento con cps tamsulosina , ho una calcolosi rene vescicale . AVENDO EFFETTUATO UNA VS UROLOGO, circa due anni fa , il medico mi consigliava un intervento di turp .IN VERITA ho esitato un po' UN ECO di un anno fa , si evidenziava una sclerosi del collo vascicale piu microcalcoli in viscica e tre calcoli renali di 4 6 e 7 mm .HO EFFETTUATO POCHI GG FA un eco addome ,. VESCICA ampia e ben distensibile,con diverse formazioni iperecogene da calcoli nel lume , il maggiore di 9 mm ,assenza di formazioni di tipo diverticolare ,dimensioni prostatiche.. DIAMETRO AP MM 52 diametro ll mm 42 diametro long mm 46 volume cc 52l' ecostruttura ghiandolare è disomogenea i limiti capsulari sono conservati , non si rilevano definite immaggini con carattere di lesioni infiltrative , il residuo post minzionale è lievemente superiore alla norma.IL RESTO DEL ADDOME NEI LIMITI ,STAMANE mi hanno effettuato una vs urologo con eco . MICROCALCOLI RENE VESCICALE LOBO MEDIO prostatico prostata aumentata di volume di consistenza come per adenoma . DRE ,PSA 2 ,. continuare terapia in atto , a settembre eco prostatico transrettale , e psa .IL DOTTORE MI SCONSIGLIAVA un intervento di turp dal canale poichè si poteva ledere il muscolo che è situato sulla viscica non ricordo il termine clinico , ed avere in seguito un rilassamento urinario comunque mi consigliava un intervento tradizionale , da concordare il tutto sempre col chirurgo urologo che mi segue . VOLEVO CHIEDERE un consiglio gentilmente in merito , RINGRAZIO ANTICIPATAMENTE CORDIALI SALUTI .

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Gentile Signore,
la sua descrizione non è prorpiamente chiarissima, d'ogni modo ... La calcolosi vescicale è una delle complicazoni più frequenti dell'ingrossamento prostatico benigno. Raramente i calcoli si formano in vescica. Più spesso si tratta di piccoli calcoli scesi dai reni (anche in modo inavvertito) che non hanno la possibilità di passare oltre, proprio per l'ostruzione eserciatta dala prostata ingrossata. I calcoli potrebbero essere rimossi molto facilmente per via endoscopica, ma continuando a persistere l'ostruzione causata dall'ingrossamento prostatico, il rischio di formazione resterebbe molto elevato, anche a breve termine. Da questo dipende la comune indicazione a voler risolvere contemporaneamente con la calcolosi anche l'ostruzione prostatica che ne è la causa indiretta. Oggigiorno questi interventi vengono eseguiti brillantemente per via endoscopia, soprattutto utilizzando le tecniche laser, che permettono sia la frammentazione dei calcoli, che la asportazione/vaporizzazione del tessuto prostatico.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 224XXX

SALVE GENTILE DOTTORE , la ringrazio molto del suo consiglio,infatti il chirurgo urologo mi consiglio' l'intervento di turp con il laser come lei ha descritto per via endoscopica frantumando anche i calcoli in vescica,mi dovro' affidare al chirurgo urologo che mi ha' seguito poichè l' altro urologo che ho consultato ieri mi ha un po intimorito , spero che tutto andra' per il meglio , . LA RIGRAZIO , CORDIALMENTE LA SALUTO .