Utente 377XXX
Salve a tutti, questa mattina ho fatto "finalmente" la circoncisione, forse poco cosciente di ciò che sarebbe potuto accadere nel post operazione. Lasciando stare la coscienza, avrei dovuto farlo. Ero in degenza con altri 2 pazienti, i quali subito appena finita la flebo, dopo l'operazione, sono andati via normalmente. Io sono rimasto in ospedale, poiché subivo un dolore e bruciore davvero atroce, sono andato anche in bagno facendo un casino.. Il dottore intanto, ha dato a tutti appuntamento a domani per vedere come sta andando la medicazione, recitando "ci vediamo domani, e poi, buonanotte sognatori". Ciò vuol dire che non mi chiameranno più periodicamente per controllare l'andamento della cura, e ciò mi rende davvero ansioso.
Parlando dei problemi, ho un bruciore continuo al glande davvero schiacciante, che per fortuna un po' si calma con la medicazione, con un dolore che mi fa avere paura di scoprire il glande per medicarlo. Quando stamattina il dottore mi ha medicato, l'ha fatto con una scioltezza allucinante, e per questo ho avuto davvero tanto dolore!
Per questo ai Signori medici, volevo semplicemente chiedere se questa fosse una situazione nella norma, e se questa storia di dolori e paura nello scoprire il glande, dovuti sicuramente anche dall'ipersensibilità, dovrà protrarsi nel tempo, premettendo anche che ho davvero una notevole perdita di sangue. È ancora il primo giorno, ma ho molta paura dei prossimi, poiché da giugno devo iniziare una stagione lavorativa per tutta l'estate.
Ringrazio in anticipo tutti, sperando in una risposta. Grazie ancora!

[#1] dopo  
Dr. Roberto Mallus

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
16% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
APRILIA (LT)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2003
Purtroppo l'intervento per fimosi per quanto banale e'alquanto fastidioso ma con in alcuni giorni diminuiranno i fastidi.
Riguardo ai controlli , a meno che non siano state complicazioni, non va certo controllato dal medico tutti i giorni.
Cordialmente
Dott.Roberto Mallus

[#2] dopo  
Utente 377XXX

Grazie mille Dottore!
Volevo chiedere infine, per quanto riguarda l'ipersensibilità, se fosse meglio iniziare a curarla (lasciando il glande a contatto con l'aria e tutto) quando i problemi post operatori, cioè taglio e punti, sarebbero finiti. Provo infatti ancora un po' di dolore per scoprirlo quando mi devo medicare. Infine volevo fare una domanda, forse stupida, sull'aspetto del pene che è orribile. Con la guarigione guarirà anche l'aspetto?
Con il passare dei giorni posterò i miglioramenti, grazie mille ancora!

[#3] dopo  
Dr. Roberto Mallus

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
16% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
APRILIA (LT)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2003
Per quanto delicato , un intervento chirurgico e' un trauma accompagnato da edema e ecchimosi .Aspetti che guarisca prima di giudicare
Cordialmente
Dott.Roberto Mallus

[#4] dopo  
Utente 377XXX

Quindi Dottore è soltanto un problema di gonfiore dovuto sia ai punti che dal sangue a quanto ho capito. Intanto il mio medico, per fortuna, ha detto che la situazione è per ora normale, ma per evitare complicazioni tipo infiammi mi conviene far uscire il glande fino alla fine, per poi medicare. Il blocco, a questo punto, credo sia nella mia testa, e vedrò dalla prossima medicazione di far meglio. Inoltre mi ha dato appuntamento al prossimo mese per vedere le condizioni in cui mi trovo. La ringrazio per la cordialità, posterò un nuovo messaggio appena ci saranno novità, grazie mille ancora!

[#5] dopo  
Utente 377XXX

Buonasera, posto la situazione dopo 14 gg dalla circoncisione. L'aspetto è decisamente migliorato, quasi praticamente alla normalità, e quindi su questo punto mi sento abbastanza sollevato. Per quanto riguarda i punti sembra ne sia caduto soltanto uno, e per questo non so valutare la normalità della cosa, anche se in giro leggo che ci vogliono più di 14 gg. L'unico problema che davvero mi preoccupa è l'ipersensibilita del glande, che non sembra essere migliorata se non per un minimo quasi impercettibile. Come mi dovrei comportare per questo problema? Grazie in anticipo!

[#6] dopo  
Dr. Roberto Mallus

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
16% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
APRILIA (LT)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2003
Con il tempo tutto si normalizzerà eventualmente per accelerare la guarigione veda se contattando il chirurgo riesce a farsi levare i punti non caduti, che sono cmq un corpo estraneo
Dott.Roberto Mallus

[#7] dopo  
Utente 377XXX

Quindi dottore, vorrebbe dire che ora come ora i punti non servono più? Perché il mio chirurgo disse, il giorno dopo l'operazione, che si sarebbero tolti dopo due settimane, che sono già passate. Lo chiamerò in questi giorni per informazioni, premettendo che il 10 giugno avrò l'altra visita. Grazie mille per la disponibilità!

[#8] dopo  
Dr. Roberto Mallus

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
16% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
APRILIA (LT)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2003
Una ferita dopo una settiamna e' cicatrizzata ed i punti non servono piuù in quanto hanno esaurito la loro funzione che e' solo quello di accostare tessuti che madre natura fa cicatrizzare.
Una volta si usava il catgut sostituito poi dal vicryl rapid che risulta il materiale di sutura attualmente prima riassorbibile..
Capita molte volte anzi moltissime volte che si debbano rimuovere.
Dott.Roberto Mallus

[#9] dopo  
Utente 377XXX

Si dottore, a quanto ho capito si tratta infatti di materiale sintetico. Chiamerò domani il mio medico per chiedere, e posterò qui il seguito. Grazie mille ancora per il supporto!

[#10] dopo  
Utente 377XXX

Buonasera, mi ripresento per aggiornare la situazione che non sembra molto positiva. Succede infatti che, in erezione, il glande non si scopre del tutto, mostrando poi nella circonferenza solo un pochino di pelle interna sulla parte posteriore, sulla parte laterale pelle esterna, e nella parte sottostante è invece tirata giù al massimo. Ho provato a far scendere giù essendo ormai indolore la pelle, che tira e non scende. Infine, ho a che fare con una specie di "cunetta" sempre lì, che è dura come se ci fosse tipo qualcosa all'internIo. Io ho sinceramente paura che il mio dottore non mi abbia tolto abbastanza pelle, che abbia insomma sbagliato l'operazione. Cosa dovrei fare? Grazie mille in anticipo

[#11] dopo  
Dr. Roberto Mallus

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
16% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
APRILIA (LT)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2003
Francamente a me sembra un po presto per trarre conclusioni.
Attenda una guarigione piu avanzata
Dott.Roberto Mallus

[#12] dopo  
Utente 377XXX

Allora attenderò dottore. Intanto il mio medico, nel giorno in cui mi ha consegnato l'esame istologico, ha riscontrato un'infezione, rassicurandomi del fatto che sia tutto normale. Mi ha quindi detto di rifare la medicazione una settimana sia di questo mese che del prossimo. Il 3 luglio ho la "vera" visita e gli esporrò il problema. Grazie mille dottore, riaggiornerò non appena mi farò visitare

[#13] dopo  
Utente 377XXX

Salve Dottore! Finalmente mi sono fatto visitare dall'urologo che mi ha operato. Il problema che ora riscontro è che, in poche parole, la pelle del glande che scopro da flaccido non si "arrotola" o raccoglie come dovrebbe, ma si stende completamente. Mentre invece, da eretto, il glande si scopre non fino alla fine. Precisamente, nella parte inferiore si tira giù fino al massimo, ma in quella superiore no, non facendo a punto scoprire il glande per bene. Circa 20 giorni fa ho provato ad avere un rapporto, il primo dopo l'operazione fatta il 10 maggio, ma ho dovuto smettere subito perché la pelle del glande tirava al punto di provocarmi molto dolore. Il mio urologo dice che è tutto normale, e che ci vorrà ancora un po' di tempo perché questo problema sparisca. Ma mi spaventa il fatto che comunque siano passati esattamente due mesi dall'operazione. Secondo Lei dottore, è una situazione normale?
Grazie in anticipo!

[#14] dopo  
Dr. Roberto Mallus

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
16% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
APRILIA (LT)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2003
Il collega ha potuto visitarla , francamente dalla mia postazione non Le posso dire null'altro se non che ci sono casi che occorre ancora un po di tempo ma se a 3 mesi dall'intervento la difficoltà continua riparlerei con il collega.
Cordialmente
Dott.Roberto Mallus

[#15] dopo  
Utente 377XXX

Capisco benissimo, e spero che il mio sia un caso in cui ci voglia più tempo del normale. Vedremo verso metà agosto come si evolverà la situazione e, nel caso in cui non dovessero esserci miglioramenti, ne parlerei con il dottore che mi ha operato. Credo che procedere ad una seconda circoncisione totale magari possa essere l'ultima via, ma spero di no. La ringrazio ancora una volta Dottore, e Le chiedo di rimanere ancora in questo post attivo in modo da poterLe comunicare gli esiti. Grazie mille!

[#16] dopo  
Dr. Roberto Mallus

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
16% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
APRILIA (LT)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2003
Ok sono qui, lavoro permettendo!
Dott.Roberto Mallus

[#17] dopo  
Utente 377XXX

Salve dottore! Mi sono fatto rivisitare, ma il medico che mi ha operato non è riuscito a rispondere alle mie domande, dicendomi che fosse tutto a posto. Effettivamente è tutto a posto, perché cercando su internet ho scoperto che il mio è un problema di frenulo che non mi è stato rimosso durante l'intervento. Questo mi blocca totalmente, e non ho la benchè minima idea di come possa fare per risolvere. Mi può dare qualche consiglio? Se è bene che mi faccia rivedere o meno? La ringrazio ancora una volta dottore!

[#18] dopo  
Utente 377XXX

Salve dottore. Purtroppo le riscrivo dicendole che, a distanza di quasi 4 mesi dall'operazione, il prepuzio da pene eretto non si "scappella" (non so che termine usare in alternativa) completamente, ma diciamo all'80%. Da pene non eretto si, si scappella molto facilmente. Per spiegarmi meglio, il pene eretto risulta scappellato tutto solo nella zona del frenulo, e poi risulta non scappellato sulla parte superiore. Durante il rapporto provo dolore e devo smettere. Cosa dovrei fare? Non ne ho più idea! Avrei bisogno di una mano.
P.S.: Aggiungo anche che, durante l'erezione, il prepuzio non si scopre tutto da solo, ma solo per metà. La restante metà devo scoprirla io manualmente, ed è una pratica un pò dolorosa. Non so più dove mi devo sbattere

[#19] dopo  
Dr. Roberto Mallus

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
16% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
APRILIA (LT)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2003
Da quello che descrive parrebbe tratarsi di una brevità del frenulo ma capirà bene che solo con una visita si puo fare diagnosi.
Nel caso vi fosse brevità del frenulo l'intervento banalissimo in anest locale, con l'aiuto quindi di pomate anestetiche, e' ambulatoriale.
Ne pali con il suo urologo
Dott.Roberto Mallus

[#20] dopo  
Utente 377XXX

Salve dottore. Mi sono fatto visitare dal mio medico di base, il quale si è limitato a visitarmi non in erezione. Comunque, avendogli spiegato il problema, secondo lui è questione di elasticità. Dovrei fare della ginnastica prepuziale con dei lubrificanti (anche quelli che vendono in farmacia della durex). Se non dovesse funzionare, mi prenoterà una nuova visita dove chiederò all'urologo di controllarmi in erezione. Frenulo corto non esiste, poichè mi è stato tolto durante l'operazione.
Grazie mille ancora, Le farò sapere nel corso di questa prova