Utente

Salve, vorrei chiedere gentilmente un consulto medico specialistico per ulteriori chiarimenti.
Riassumendo brevemente la mia storia clinica, ho iniziato a soffrire di disturbi all'apparato genito-urinario due anni fa dopo un attacco di cistite che curai con un antibiotico, senza successo, e poi ho eseguito un esame delle urine (Urinocoltura Negativa, aspetto delle urine torbido, scarsa presenza di batteri, ma alta presenza di emazie,leucociti, cellule epiteliali,esterasi leucocitaria).
I sintomi avuti due anni fa non sono mai cambiati ad oggi. Per un anno e mezzo ho avuto attacchi di cistite ogni 10-12 giorni.
Medici consultati: 8 urologi e ginecologi.
In due anni ho assunto circa 40 farmaci di diversa natura.

I MIEI SINTOMI ATTUALI:
Urologici:
-Bruciore all'inzio, durante e al termine della minzione (Ogni volta all'atto della minzione il bruciore varia di intensità, il sintomo è costante);
-Difficoltà ad espellere immediatamente le urine con forte bruciore (Il sintomo non si presenta sempre);
-Frequenza urinaria (12 volte al giorno,a volte 8);
-Stimolo frequente (Al termine della minzione, si presenta nuovamente lo stimolo ad urinare);
-Bruciore uretrale;
-Contrazione anale, stimolo con difficoltà a defecare e conseguente bruciore uretrale (Spesso questo sintomo si presenta la sera, anche se durante la giornata ho svuotato l'intestino regolarmente senza problemi di stipsi).
Ginecologici:
-Bruciore vaginale (Ogni tanto si presenta senza stimolazione, ma solitamente è un sintomo che nasce dopo un'azione);
-Difficoltà o quasi impossibilità di introdurre speculo e tampone per una visita ginecologica ed un prelievo vaginale a causa del dolore;
-Dolore durante i rapporti sessuali (Non pratico più rapporti sessuali per conseguenti cistiti circa 24 ore dopo).
Sintomi intestinali:
-Stipsi (Seguo una dieta completa, non trascuro nessun alimento, bevo da 1l e mezzo a 2 litri di acqua al giorno, in passato bevevo anche 3l al giorno, assumo un integratore alimentare MIURI TANDEM a favore dell'equilibrio intestinale con effetti positivi sulla stipsi).

ANALISI ESEGUITE:
-Esame delle urine, urinocoltura, antibiogramma (Tutte NEGATIVE, quelle attuali presentano scarsa presenza di Enterococco);
-Pap test (Negativo, eccessiva presenza di Lattobacilli che sto curando con acqua e bicarbonato);
-Tampone vaginale (Negativo, esame completo per batteri, miceti, malattie sessualmente trasmissibili etc);
-Ecografie (Vescica, reni) in passato mi fu trovata la presenza di microcalcoli eliminati con varie terapie (La suddetta diagnosi fu comunque smentita da un altro medico);
-Cistoscopia trans uretrale con biopsia (Materiale prelevato insufficiente, sospetta metaplasia del trigono);
-Uretroscopia (Uretra infiammata, quasi sanguinolenta);
-Tampone uretrale (Scarsa presenza di Enterococco ed Escherichia Coli);
-Uroflussometria (Non è stato rilevato problema);
-TC addome senza mezzo di contrasto (piccoli linfonodi, vescica ben dilatata);
-Manovra ginecologica (Mi è stato trovato un Ipertono).

Dopo terapie e diagnosi insoddisfacenti chiedo quindi un consulto sulla base di quanto riferito. Grazie per la vostra disponibilità.

[#1]  
Dr. Roberto Mallus

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
16% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
APRILIA (LT)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2003
Alla sua età, 21 aa , i sintomi di recidiva di infiammazione delle vie urinarie hanno per lo piu' una causa nel reperto di infiammazioni vaginali ricorrenti a volte accertabili solo con la colposcopia ed eventuali colorazioni.
Ora tra tutti i referti da Lei riportati, a parte " l'ipertono vaginale"
non leggo di studi colposcopici.
Iniltre ha aumentato l'apporto idrico durante la mattinata ( tra la cena e il pranzo passano all'incirca 16/17 ore) onde avviare una barriera ad eventuali infezioni ascendenti ?Il pap test puo non essere preciso nel rilevare alcune infezioni.
Cordialmente
Dott.Roberto Mallus