Utente 433XXX
Salve a tutti gentili dottori. Ho 22 anni.
Da circa UN ANNO ho un problema immenso: Gonfiore e durezza, con dolore più o meno costante, al testicolo destro.

Vi risparmio tutto il racconto dell'accaduto ma vengo al sodo con terapie ecc.
Dall'ecografia risultava esserci una lieve epididimite, l'urologo mi diede Evan antinfiammatorio per 20 giorni insieme a deltacortene, nulla di fatto.
Rifaccio l'eco ed il testicolo NON HA NULLA.
Mi diede 3 escina complex al giorno, per 20 giorni e nulla di fatto.
Lo richiamo per prendere appuntamento e gli dico che una sola volta (su un centinaio) ho sentito una sorta di bruciorino di fondo nell'eiaculare, mi prescrive lo spermiogramma. I risultati sono buoni, ottimi, anche DHT eccetera. Alla palpazione nulla, testicolo solo ingrossato e duro ma nulla. Mi manda a casa con ciproxin e supposte mictacase sospettando una lieve prostatite.
NULLA DI FATTO, lo richiamo e mi dice che non sa cosa fare. Dopo una marea di visite e migliaia di euro buttati mi chiede di rifare l'ecografia ed avvisarmi se esce qualcosa. Faccio l'eco, non esce nulla se non quanto già detto. Lo richiamo, dice che non può farci nulla.
Da allora SONO SOLO con questo problema che ha distrutto la mia vita, ho perso serenità, sono stato lasciato dalla mia ragazza. Mi diedero una speranza quando nellecografia il dottore si accorse che sentivo dolore pubico premendo con la sonda, mi disse che poteva essere pubalgia. Faccio l'eco dall'ortopedico e mi dice che rileva un ispessimento edematoso in zona pubica. Mi prescrive laser, tecar, magneto C.E.M.P. per 15 sedute insieme a Dicloreum, alla fine delle quali è un NULLA DI FATTO.

Dottori sono veramente disperato, aiutatemi non ce la faccio più. Sarei anche disposto a farmelo rimuovere, non riesco più a viverci. Sono anche insonne e non posso dormire di lato perché non posso chiudere le gambe, ho dolori vai in giornata, il volume eccessivo (triplo, del sinistro, rilevato anche all'eco e incomprimibile) mi porta spesso a schiacciarlo e soffro. Non ce la faccio più. Ho speso un sacco di soldi e sono davvero davvero mal messo.
Avete consigli, per favore?

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Può accadere che in seguito ad infiammazione locale (es. orchi-epididimite) con importante tumefazione, dopo la guarigione il testicolo resti comunque di dimensioni aumentate rispetto al controlaterale, ma tre volte tanto ci pare davvero eccessivo, al punto che probabilmente qualcosa ci sfugge della sua storia e degli esiti degli accertamenti che a suo dire sono stati eseguiti. A distanza è imposibile esprimere una valutazione, poiché non è possibile disporre del primo e più importante elemento di giudizio, ovvero la visita diretta. Per il momento comunque l'ipotesi di dover rimuovere il testicolo la vedremmo come una reale possibilutà, ma molto lontana.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 433XXX

Dottore, grazie per la sua risposta, per il suo tempo, davvero grazie.

Qual è il passo da fare adesso? da dove dovrei reiniziare?

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Deve necessariamente far riferimento ad un nostro Collega con il quale riesca ad intrattenere direttamente un buon rapporto di comunicazione e fiducia.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing