Utente 456XXX
Buongiorno, ho 49 anni ho subito da 8 mesi una prostectomia radicale tecnica nerve sparing con robot davinci G3+3 PSA alla biopsia 4.21. Esame istologico dopo intervento confermato G3+3 e T2CN0M0. Margini operatori negativi 31 linfonodi negativi e un pezzetto di tessuto vicino alla capsula negativo dove il bordo era positivo. Totale di tessuto maligno circa il 10% e peso della prostata 65gr. Invasione perineurale presente. Indenni le vescicole e qualsiasi altro tessuto levato. Classificazione Epstain al gruppo 1. Nessuna cura post operatoria e nessun problema di minzione o di erezione, solo un linfoedema reversibile bilaterale sorto dopo 3/4 mesi in concomitanza di aumento del peso di circa 10kg in cura con calze compressive e massaggi linfodrenanti ed integratori per aiutare la linfa a circolare e perdita di peso. Psa primi controlli 0.06/0.07 e visita urologica perfetta. Ora ultimo ecoaddome esente da qualsiasi problema però psa 0.12 e 0.11 in due laboratori e giorni diversi circa un mese fa. Fatta visita urologica perfetta e indicazione di controllo psa a 3 mesi, a fine ottobre circa. Secondo Voi stiamo andando verso una ripresa biochimica visto valore del psa raddoppiato in 6 mesi e sempre in crescita? Se si cosa bisogna fare per anticipare una progressione pericolosa? Si potrà guarire con una aspettativa di vita normale o bisognerà sempre vivere di controlli e snervanti attese con una aspettativa di vita ridotta e se si di quanto? Sarebbe meglio fare PSA mensilmente per agire in tempo? Ho ricevuto come suggerimento da un naturopata di integrare l'alimentazione con tanti frutti o integratori sotitutivi come melegrano, crumberry, broccoli, pomodori e curcuma. Servono o sono fandonie?
Grazie mille per le possibili risposte.

[#1]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Le variazioni nell'ordine dei centesimi non hanno alcun significato. Altra cosa sarebbe un PSA che passa da 1 a 2 ng/ml o da 5 a 10 ng/ml. Gli esiti chirurgici ci paiono essere stati eccellenti, con conservazione di continenza e potenza erettile con qualità che probabilmente solo la chirurgia laparoscopica permette. L'esame istoilogico è asoslutamente confortante, non vediamo motivo di preoccupazioni di alcun tipo. Integratori ne può prendere quanti il suo portafoglio ne permette ... male non fanno, sui vantaggi non ci esprimiamo.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 456XXX

Buongiorno,

sono sempre io e questi sono i nuovi dati, a 10 mesi psa 0.21. Secondo Lei è una ripresa biochimica? Se si come temo Locale o sistemica? Visita dall'urologo fatta non trova niente, mi farà fare RM parametrica e Pet-tac PSTM alle molinette li a torino e nuovo PSA prima di decidere come procedere se con RT di salvataggio e/o ormonoterapia. Cosa dovrò aspettarmi? La sopravvivenza libero da malattia e totale sarà buona?

Grazie

[#3]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
I livelli del PSA sono comunque ancora bassi ed è molto difficile che gli accertamenti individuino delle irregolarità specifiche. Qualcosa di più potrebbe dire appunto la PET PTSM, ma non è detto. Attendiamo comunque gli esiti.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing