Utente 462XXX
Salve,

sono una ragazza giovane ed ho un problema di cistite recidivante da circa 1 mese. Alla prima presenza di cistite ho assunto due bustine di Monuril, dopo qualche giorno è ricomparsa e così via per un mese. Avevo per 2/3 giorni bruciore alla minzione, per altri 4 giorni stavo bene e subito dopo ricompariva la cistite. Mi sono sempre curata con Monuril, ma questa volta non ha nemmeno dato sollievo. Almeno bevo tanta acqua e devo dire che la situazione è parzialmente migliorata.
Ho consegnato il vasetto per l'esame delle urine ed i risultati li saprò appena il 13 settembre. Nel mentre il dottore mi ha prescritto Cistiflux (bustine).
Ho ancora un po' di bruciore, ma da qualche giorno avverto un dolore (pulsazioni) al fianco destro alto, subito sotto le costole. Oggi il dolore è peggiorato. La fatidica domanda è: il dolore al fianco destro potrebbe essere collegato con la cistite?
Provo dolore a qualsiasi movimento, anche solo toccando la zona, non posso alzare la gamba destra a causa del dolore e mentre sono distesa il dolore si espande anche dietro alla schiena (zona rene). Tutto ciò è accompagnato da alterazione (37,1°C), raffreddore e mal di testa.
Domani andrò dal medico di base, ma vorrei placare l'ansia di questo momento.

Ringrazio in anticipo.

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
In assenza di febbre od evidenti complicazioni non è mai corretto assumere antibiotici in modo empirico ed è ancor di più scorretto continuare ad assumerli se i risultati non sono soddisfacenti ed in ogni caso senza consultare un medico. Comuque, quel che è stato è stato. In questo momento è ovviamente indispensabile disporre di un esame delle urine ed urocoltura. Per quanto riguarda il dolore al finaco, da come ce lo riferisce "... provo dolore a qualsiasi movimento, anche solo toccando la zona" non vi sono le caratteristiche tipiche del dolore renale, che è sempre molto indipendente dal movimento e dalla posizione. La possibilità quindi di un disturbo legato all'estensione del probelma vescicale ci pare improbabile, ma comunque meritevole di valutazione medica e specialsitica. La visita diretta può già fare molta chiarezza.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 462XXX

La ringrazio per la Sua attenzione e parere. Oggi il medico di base mi ha visitata e mandata al pronto soccorso. Dopo varie ecografie ed esami mi hanno riscontrato un'infezione renale, causata dalla cistite. Inoltre mi hanno prescritto l'antibiotico ciproxin 750.
La ringrazio ancora.