Utente 268XXX
Gentilissimi Dottori,
combatto ormai da quattro mesi con una cistite insorta in concomitanza di una colica renale. Dopo tre cicli di Monuril e svariati mesi di integratori e fermenti lattici, l'infezione (stafilococco aureo) e il dolore permangono pressoché immutati. Il mio medico di base si accinge a prescrivermi una cura con un antibiotico diverso. Io però preferirei avere un consulto specialistico e vorrei che mi venisse prescritta una visita urologica (effettuata comunque a suo tempo all'insorgenza della colica). Faccio bene ad insistere?
Cordiali saluti e grazie.

[#1]  
Dr. Andrea Militello

48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
VITERBO (VT)
RIETI (RI)
CARSOLI (AQ)
NEPI (VT)
AVEZZANO (AQ)
ACRI (CS)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Prenota una visita specialistica
Salve

certamente , non per difendere la categoria , ma è indispensabile una visita dall'urologo/uroginecologo ed in alcuni casi anche una valutazione cistoscopica

esame urine ed urinocoltura ella norma ?
Dr. Andrea Militello.

Specialista in UROLOGIA ANDROLOGIA.

[#2] dopo  
Utente 268XXX

Gentilissimo Dottor Militello,
la ringrazio per la rapida risposta.
L'ultima urinocoltura, effettuata in data 29.08, evidenzia, come perlaltro le precedenti, infezione da stafilococco aureo, nella misura di 1.000.000 UFC/ml.
Preciso ancora che le precedenti cure (Monuril e integratori) mi sono state comunque prescritte dal medico di base e che in questi mesi mai mi sono affidata all'"automedicazione".
Cordiali saluti e grazie.