Utente 462XXX
Buon giorno , ho fatto il primo controllo urologico l'altro giorno all'età di 46 anni. Non ho nessun sintomo legato alla prostatite ( minzioni esagerate bruciori minzioni notturne, sangue nello sperma o orine e manco parenti di primo grado con problemi alla prostata)
Il medico ha rilevato che il mio psa era mosso poiché il valore era di 1.7. Purtroppo non ricordo se prima dell'esame del sangue io abbia avuto un rapporto sessuale. Cosa che sembra incidere sui risutati, nessuno mi ha detto che non dovevo averne per qualche giorno prima.
Abbiamo proceduto con esplorazione rettale e ha riscontrato un indurimento della prostata , lasciando percepire i due lobi della prostata stessa e nessun cambio di dimensione.
Mi ha comunque fatto preoccupare un po', dicendo che comunque non dovevo preoccuparmi.... come terapia l'assunzione di un prodotto naturale estratto dalla serenoa , nella quantità di una scatola ogni due o tre mesi, consigliandomi assolutamente di non cambiare marca poiché quella azienda che lui ha consigliato prende il principio attivo in una precisa regione del centroamerica!!! Questa cosa mi ha lasciato perplesso... ovvero come se ci fosse un tacito accordo tra lui e la azienda:)
Ho letto che quella pianta è un ottimo prodotto naturale...anche se interviene sulla produzione del testosterone quindi non vorrei anche esagerare nell'assunzione.

Ora le mie domande sono ? Devo preoccuparmi? La prostata può tornare morbida o soffice? L'assunzione di quella pianta aiuta nel ammorbidirsi della ghiandola? Vi ringeazio per il vostro tempo e porgo cordiali saluti!

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Izzo

28% attività
8% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
MASSA LUBRENSE (NA)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
Caro utente,
la serena è un estratto vegetale con attività antinfiammatoria. Nel suo caso può, a lungo termine, darle benefici, insieme a tutta una serie di norme comportamentali che trova qui:

http://www.studiomedicoizzo.it/dieci-consigli-la-tutela-della-salute-genitale-sessuale/

http://www.studiomedicoizzo.it/combattere-le-infezioni-alla-prostata/

La situazione non è allarmante. La terapia è integrativa e non farmacologica.
Cordialità
Dr. Alessandro Izzo
www.studiomedicoizzo.it
dott.alessandro.izzo@gmail.com

[#2] dopo  
Utente 462XXX

la ringrazio, allora proverò questa cura a base di recoprox, e tra qualche mese effettuarò un ulteriore esame del psa.


per quanto riguarda la vita sana, credo di condurla abbastanza, ovvero non bevo il caffè e il latte praticamente da quando sono nato, bevo però una tazza di the verde tutte le mattine a colazione e prima di quello una spremuta di limone.

fumo pochissimo , al massimo 3 sigarette...e spesso manco quelle, vado in bici, per spostarmi in città, questo capita...ma non certo faccio ciclismo e sto iniziando a praticare lo yoga.

non mangio più molto formaggio, odio il peperoncino e ahimè pure l'aglio , che mi causano problemi digestivi

l'unica cosa che , con l'arrivo dei figli è diminuita, è l'attività sessuale;) che a sto punto vedo invece essere fondamentale!

vediamo se riesco a riammorbidire sta ghiandola!!

la ringrazio ancora per la sua gentilezza e il suo tempo!


cordiali saluti.

[#3] dopo  
Utente 462XXX

un ulitma cosa...relativa allo sport...o comunque all'andare in bici.

posso utilizzare tranuillamente la bici per fare un percorso di 20 minuti da casa al lavoro? magari cercando di evitare le buche e le asperita peggiori del terreno??
ho un sellino di quelli forati per salvaguardare la prostata...ma preferisco chiedere a lei...

finora non ho mai avuto problemi di sorta.

mi scuso ancora per avervi tediato con le mie insicurezze e paure.

in attesa di un vostro consiglio, vi porgo i miei cordiali saluti.

[#4] dopo  
Dr. Alessandro Izzo

28% attività
8% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
MASSA LUBRENSE (NA)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
Vada tranquillo, Cordialità
Dr. Alessandro Izzo
www.studiomedicoizzo.it
dott.alessandro.izzo@gmail.com