Utente 394XXX
Gentili dottori vi espongo il mio problema, come da titolo qualche mese fa ho iniziato a notare un paio di verruchette nella zona genitale, molto piccole massimo 2-3 millimetri, quindi, una settimana fa ho deciso di fare la visita dal dermatologo per farmi diagnosticare il problema e mi ha detto che si trattava dell'HPV e che quelle piccole verruchette erano dei condilomi genitali.
Il dermatologo ha optato per la crioterapia (bruciatura con azoto liquido) che ha eseguito nel suo studio (però non bruciandoli tutti) e mi ha prescritto delle pillole di Macrocea mattina e sera per 30 giorni, di applicare la crema Citrizan mattina e sera (dopo avermi lavato la zona genitale e asciugata con carta usa e getta) dai 10 ai 15 giorni e mi ha detto di ritornare a controllo dopo 20 giorni dalla visita.
A questo punto vorrei porre le seguenti domande:

Nell'ultimo anno (2017) ho avuto dei rapporti tutti protetti con 2-3 prostitute, nell'ultimo rapporto però avevo la presenza di condilomi non ancora diagnosticati che ignoravo e pensavo fossero palline di grasso o brufoli, è possibile che mi sia contagiato con il visus del hiv avendo l'hpv?
E' possibile che la presenza dei condilomi sia dovuta proprio al contagio dell'hiv e quindi da un'immunodeficienza, visto che ho letto che spesso chi ha l'hpv presenta condilomi a causa di difese immunitarie basse o stress (che magari ho per gli esami all'università)?
E' opportuno fare dei test?

I condilomi inizialmente erano un paio ma al momento della visita erano abbastanza numerosi, credo una trentina però tutti piccoli, questa numerosità può essere un segno di contagio dell'hiv?

La terapia prescritta dal dermatologo è apparentemente efficace e inoltre era opportuno che bruciasse tutti i condilomi per la cura?

Ho letto che possono recidivare molto facilmente, ma per quanto tempo in media e sopratutto esiste qualche metodo più efficace per risolvere una volta e per tutte il problema?
Grazie in anticipo per le risposte.

[#1] dopo  
Dr. Patrizio Vicini

44% attività
16% attualità
16% socialità
ALBANO LAZIALE (RM)
GROTTAFERRATA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Caro lettore.
La crioterapia è un delle opzioni.
Consiglio rapporti protetti fino alla remissione del quadro clinico.
Cordiali saluti.
Dott. Patrizio Vicini
www.patriziovicini.it
www.chirurgia-plasticaestetica.com
Roma

[#2] dopo  
Utente 394XXX

Gentile dottore le volevo porre un ulteriore domanda, è possibile contagiarsi l'HIV con un rapporto completo e protetto avendo i condilomi genitali?