Utente 402XXX
Salve, il 21 febbraio, dopo essermi masturbato ho eiaculato avvertendo un leggero fastidio lungo il pene. Tale fastidio mi ha interrotto la sensazione di piacere. In quell'occasione lo sperma si è presentato poco biancastro e un po' trasparente.
Il 22 feb. dopo essermi masturbato ho avvertito la stessa sensazione di fastidio ma in questa occasione lo sperma è apparso molto più biancastro e non trasparente.
Dal 23 febbraio ad oggi, la situazione è peggiorata... non riesco ad avere un erezione (i giorni precedenti era un po' debole), il desiderio sessuale è assente e avverto una sensazione di pesantezza nella zona della vescica. È una sensazione simile a quando si indossano un paio di pantaloni o di mutande strette. Passando la mano in quest'area, avverto una sensazione simile a quando si tocca un livido.

Dopo la minzione non avverto nessun bruciore sul pene ma solo la solita sensazione di pesantezza che mi accompagna durante tutta la giornata... ho notato che al caldo questa sensazione di pesantezza sparisce. Ho 22 anni e in passato non ho avuto nessun problema di questo genere... la causa di tutto cio' potrebbe essere l'eccessiva masturbazione? ci sono giorni in cui mi masturbo anche 4-5 volte.

Grazie per l'attenzione, resto in attesa di una risposta

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

in queste situazione cliniche bene non "stimolare" troppo le vie uro-seminali.

Detto questo comunque, da quello che ci racconta, si può forse pensare ad un problema infiammatorio delle vie uro-seminali, prostata compresa, ma ora è bene sentire o risentire in diretta sempre il suo urologo od andrologo di fiducia.

Fatta la valutazione, se lo desidera, ci riaggiorni.

Un cordiale saluto
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 402XXX

Salve dottore, grazie per la risposta.

Oggi mi sono fatto visitare dal medico di famiglia ed è risultato che ho aria in eccesso. Mi ha consigliato di assumere del carbone vegetale... tramite la semplice palpazione dell'area in cui percepisco la sensazione di "pantaloni stretti" (da ieri quella brutta sensazione la sento molto meno) è possibile capire se la prostata è infiammata?

Alla domanda se il problema fosse legato alla prostata, il medico mi ha risposto con un no.
Durante la visita non ho fatto presente del problema legato alla eiaculazione leggermente fastidiosa e all'erezione... tra ieri e oggi le posso dire che la situazione sembra che stia migliorando, le erezioni sono tornate anche se deboli e poco frequenti e la libido è appena percettibile.

Riguardo la eiaculazione, online ho letto che non assecondare lo stimolo di eiaculare è dannoso per la prostata. Ultimamente lo stimolo di eiaculare non lo assecondavo quasi mai... secondo lei i problemi che ho ora possono essere legati a questa pratica scorretta? ho paura di averla combinata grossa.

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Tranquillo e segua ora le indicazioni ricevute; vale mille volte di più una valutazione clinica diretta che un parere dato, "alla lontana", via internet.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#4] dopo  
Utente 402XXX

Certo dottore, seguirò il consiglio che mi è stato dato.
In caso di novità le farò sapere.
Grazie

[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
[#6] dopo  
Utente 402XXX

Salve dottore, sono passati diversi giorni e la sensazione di "pantalone stretto" è diminuita un po'. Però purtroppo eiaculando avverto un fastidio che parte da sotto il glande e termina lungo i testicoli. Questo fastidio è simile a una vibrazione accompagnata da una sensazione di "canale ostruito". È come se all'interno del pene ci fosse qualcosa che rende difficoltosa la eiaculazione... subito dopo questa sensazione che dura 2-3 secondi e che mi blocca la sensazione di piacere, arriva subito uno stimolo forte di minzione che si aggiunge alla sensazione di piacere (queste due sensazioni sono incontrollabili).
La fuoriuscita dello sperma avviene in maniera lenta, il colore è sul giallognolo e la consistenza è a tratti appena gelatinosa.

Da quando ho aperto questo consulto, mi sono masturbato soltanto tre volte: la prima volta a distanza di una settimana e in quell'occasione nessun fastidio. La seconda volta a distanza di poche ore dalla prima e la terza volta oggi. In queste due ultime volte ho avvertito i fastidi che le ho descritto sopra...

A questo punto ho il forte presentimento che non si tratti di semplice aria intestinale... in questa situazione l'urologo quali visite mi potrebbe far fare?

[#7] dopo  
Utente 402XXX

Buonasera dottore, il medico mi ha fatto fare l'esame delle urine e i valori sono tutti in regola. A breve farò una visita urologica perché oltre alla sensazione di pesantezza nella zona della vescica, ora ho anche il pene un po' gonfio e il testicolo destro mi brucia un po'. La sensazione di bruciore non è fissa e si presenta in diversi momenti della giornata mentre il gonfiore è sempre presente e nei momenti in cui ho erezioni (sempre deboli e poco durature) si nota di più.

Se lo desidera la terrò aggiornata sulla questione. Grazie

[#8] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene, se lo desidera, mi riaggiorni.

Da quello che ci scrive poco, anzi nulla, le posso dire da questa postazione.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#9] dopo  
Utente 402XXX

Buonasera dottore, ieri mi sono avvicinato al pronto soccorso visto che aspettare 3 mesi per la visita urologica con tutti questi sintomi abbastanza fastidiosi e con un pene più gonfio del solito mi sembrava un azzardo... dal pronto soccorso sono stato mandato nel reparto di urologia dove dopo una ecografia con vescica prima piena e poi vuota non è stato riscontrato niente. L'unico problema segnalato dall'urologo è il gonfiore visibile e il bruciore al testicolo destro di cui mi sono lamentato.

L'urologo mi ha detto che questi disturbi sono di tipo intestinale (mi pare che abbia detto che sono legati a una colite). Come sono sceso al pronto soccorso (mi ha mandato con un foglio) il medico lì presente mi ha visitato infilandomi un dito nel sedere per conoscere lo stato della prostata e per vedere se nell'ultimo tratto del colon erano presenti delle feci.
I medici dei due reparti mi hanno chiesto se avevo problemi nel defecare (hanno sospettato l'infiammazione dell'appendice?)
Sempre al pronto soccorso mi hanno somministrato 1 FL di toradol e 1 FL di randil in 100 cc di sol fis.
Mi hanno consigliato l'utilizzo di antiinfiammatori al bisogno e di andare dal medico di famiglia per un controllo.

Con i due flebo che ho fatto la sensazione di pantalone stretto non la sento più però tutti gli altri problemi sono ancora presenti.
Un problema intestinale può influire così tanto sull'apparato genitale?

[#10] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Sì, in alcuni casi "un problema intestinale può influire tanto sull'apparato genitale" e determinare sintomi anche fastidiosi.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#11] dopo  
Utente 402XXX

La ringrazio per il chiarimento e la disponibilità.
Spero di risolvere la situazione il prima possibile... buona giornata